Watchmen, secondo episodio: perché i poliziotti indossano le maschere?

Autore: Marcello Paolillo ,
News
1' 48''
Copertina di Watchmen, secondo episodio: perché i poliziotti indossano le maschere?

La serie TV dedicata a Watchmen è ambientata quasi trent'anni anni dopo gli eventi visti nel fumetto omonimo, proponendosi come un sequel delle vicende raccontate nella miniserie a fumetti di Alan Moore e Dave Gibbons.

Creato da Damon Lindelof, lo show HBO mostra le forze di polizia costrette a indossare maschere per svolgere i loro compiti di difesa del cittadino, in un'America dove Robert Redford è divenuto presidente degli Stati Uniti e Adrian Veidt - noto come Ozymandias - è dato ufficialmente per morto dalla stampa nazionale.

Advertisement
Advertisement

Nella cittadina di Tulsa, in Oklahoma, è in procinto di cominciare una nuova "guerra" tra il gruppo di suprematisti bianchi (chiamati il Settimo Cavalleria) che ha preso il vigilante Rorschach come modello di riferimento e il dipartimento di polizia.

Il secondo episodio di Watchmen, intitolato “Martial Feats of Comanche Horsemanship“, ha ora svelato il perché i poliziotti e i detective di Tulsa hanno deciso di indossare delle maschere per nascondere le loro identità (via ComicBook).

HBO
Un primo piano di un poliziotto mascherato nella serie TV Watchmen

Perché quelle maschere?

Anni prima, il dipartimento di polizia della cittadina è stato preso di mira in un attacco portato proprio dal Settimo Cavalleria, che decise di colpire tutti gli ufficiali fuori servizio nelle loro case, durante la vigilia di Natale.

Angela Abar (Regina King) era in un momento di intimità col marito quando due uomini con la maschera di Rorschach hanno fatto irruzione nella loro casa, tentando di ucciderla. La donna è riuscita a neutralizzare uno, mentre l'altro sembra essere riuscito a colpirla in maniera grave. Angela si è svegliata poi in ospedale accanto Judd Crawford (interpretato da Don Johnson), il capo della polizia (morto impiccato nel primo episodio per mano del Settimo Cavalleria).

Questi le spiega che molti altri ufficiali sono stati uccisi durante questo attacco pianificato dall'organizzazione suprematista mascherata, nel giorno noto da quel momento con il nome di “Notte Bianca“.

Per evitare che la storia si ripeta, gli ufficiali decidono di rimanere anonimi indossando delle vere e proprie maschere per coprire il loro volto (la stessa Angela decide di ritirarsi ufficialmente dalle forze di polizia, ma di continuare ad agire a volto coperto con l'identità segreta di Sister Night).

Avete visto anche voi il secondo episodio della serie TV dedicata a Watchmen? 

Advertisement
Non perderti le nostre ultime notizie!

Iscriviti ai nostri canali e rimani aggiornato

Articolo 1 di 10

Schitt's Creek, Watchmen e Succession s'impongono agli Emmy 2020: tutti i vincitori

Secondo i verdetti degli Emmy Awards 2020, le migliori serie TV dell'ultima annata sono Schitt's Creek, Watchmen e Succession. Anche Zendaya trionfa per il suo acclamato ruolo in Euphoria. Tutti i vincitori.
Autore: Elisa Giudici ,
Schitt's Creek, Watchmen e Succession s'impongono agli Emmy 2020: tutti i vincitori

L'avevamo anticipato sin dalle nomination: in un anno tanto difficile anche per le produzioni seriali e il mondo della TV, orfano di hit assolute come Il trono di spade, c'era ampio spazio per qualche sorpresa e nuova rivelazione alla 72esima edizione degli Emmy Awards. Le sorprese infatti non sono mancate e nemmeno le acclamazioni, in un edizione in cui il presentatore Jimmy Kimmel si è dovuto parecchio dare da fare per far funzionare le premiazioni in differita, con i nominati collegati in diretta streaming e "chiusi" nelle proprie case in compagnia dei loro familiari e del loro entourage, per poter festeggiare in sicurezza la vittoria. 

A imporsi sono stati soprattutto tre titoli: Schitt's Creek, Watchmen e Succession. La sorpresa assoluta è venuta dalla regina delle comedy del 2020: poco chiacchierata e non così favorita alla vigilia, Schitt's Creek ha saputo imporsi in maniera impressionante sulla concorrenza, stabilendo un record mai visto. Mai nessuna serie prima d'ora - né comedy né drammatica - era riuscita a conquistare tutte e quattro le statuette attoriali (protagonista e non protagonista, maschile e femminile).

Sto cercando altri articoli per te...