Wentworth Miller manda un messaggio d'incoraggiamento ai giovani LGBTQ

Autore: Silvia Artana ,

In attesa di rivedere Wentworth Miller nel revival di Prison Break, in onda prossimamente su FOX, l'attore è tornato a far parlare di sé per ragioni che non riguardano strettamente il mondo dello spettacolo e della TV.

L'interprete del fisicatissimo e tatuatissimo Michael Scofield, infatti, è stato nominato "Uomo dell'Anno" dalla rivista gay inglese Attitude. In una lunga intervista ha mandato un messaggio di incoraggiamento ai giovani LGBTQ che lottano per trovare il proprio posto nel mondo.

Advertisement

Attitude

Wentworth Miller è l'
Wentworth Miller è stato nominato

Wentworth è stato scelto dal magazine britannico per due ragioni. Una è il suo coraggioso coming out - avvenuto nel 2013, quando ha dichiarato di essere gay per declinare l'invito al St. Petersburg International Film Festival, come forma di protesta contro l'atteggiamento intollerante della Russia nei confronti delle persone LGBTQ. L'altra, e quella principale, è il toccante post con cui la scorsa primavera ha raccontato i suoi problemi di depressione.

In quell'occasione, l'attore ha rivelato di avere avuto pensieri suicidi e di essersi rifugiato nel cibo per cercare conforto al proprio dolore. Col suo discorso, ha toccato il cuore di migliaia di persone ed è diventato un simbolo di forza e di speranza per tutti coloro che, come lui, combattono contro il disagio fisico e mentale derivato dalla paura di mostrarsi per quello che si è per il timore di essere rifiutati.

Advertisement

Un tema su cui il protagonista di Prison Break è tornato nell'intervista rilasciata ad Attitude, invitando i giovani che soffrono per il proprio orientamento sessuale a non arrendersi:

Non posso che ribadire ciò che è già stato detto da altri: un giorno andrà meglio, troverete il vostro posto nel mondo. Dovete solo avere fiducia che le persone là fuori aspettino di amarvi e stimarvi per quello che siete. Nel mentre, la realtà è che ciascuno di voi deve essere la famiglia di sé stesso. Il proprio migliore amico. Non è qualcosa che vi insegnano a scuola. Così inizia il processo per amare voi stessi.

Il cammino che ha portato Wentworth ad affrontare i propri demoni e sconfiggerli è stato lungo e faticoso. In un'intervista alla rivista Details, riportata da E! Online, l'attore ha dichiarato che però ne è valsa la pena, perché finalmente ha potuto mostrare chi è veramente:

Mi sono sentito completamente me stesso. Dopo Prison Break, mi sono ritrovato a fare i conti con il fatto che la mia immagine pubblica non era allineata con quello che io ero veramente. A 20 anni, mi sono dichiarato a una manciata di persone e, quando ne ho compiuti 30, ho detto di essere gay alla mia famiglia e agli amici. Ma professionalmente stavo alimentando una fantasia.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Thor 4 promosso con riserva: cosa dicono le prime recensioni

La critica è abbastanza entusiasta di Thor: Love and Thunder, anche se non tutti sono usciti dalla sala soddisfatti. Ecco le prime recensioni.
Autore: Elisa Giudici ,
Thor 4 promosso con riserva: cosa dicono le prime recensioni

La critica è abbastanza entusiasta di Thor: Love and Thunder, anche se non tutti hanno promosso il film. Il primo verdetto qualitativo sul film quindi riconosce Taika Waititi di aver saputo garantire a Thor un ritorno all'altezza del personaggio e di aver regalato al pubblico un fantastico film estivo, un blockbuster da gustare insieme ai pop corn in sala, per due ore leggere e talvolta emozionanti. 

Poco più di un'ora fa è scaduto l'embargo posto da Disney alle recensioni, il che vuol dire che la stampa può finalmente pubblicare le sue pagelle e critiche al film (tra cui quella di NoSpoiler). 

Sto cercando altri articoli per te...