West Side Story: terminano le riprese del remake di Steven Spielberg

Autore: Claudio Rugiero ,
Copertina di West Side Story: terminano le riprese del remake di Steven Spielberg

Lo stiamo già aspettando tutti per il 2020, ma soltanto di recente le riprese sono giunte al termine. Parliamo naturalmente di West Side Story, il nuovo adattamento del celebre musical di Broadway diretto da Steven Spielberg e già trasposto sul grande schermo nel 1961 da Robert Wise e Jerome Robbins.

L'account Twitter ufficiale di Amblin ha infatti pubblicato alcune foto dal set e una lettera di gratitudine firmata dal regista premio Oscar, in cui si dice che la produzione si è ufficialmente conclusa il 28 settembre a Brooklyn.

Advertisement

[twitter id="1179425846345551873"]

Un riassunto di West Side Story. Per celebrare la fine della produzione, Steven ha voluto condividere con voi alcuni pensieri e immagini.

Delle foto pubblicate da Amblin, una ritrae Spielberg con i suoi interpreti principali: Ansel Elgort, Rachel Zegler, Ariana DeBose e David Alvarez. Un secondo scatto ci mostra invece il resto del cast mettendo insieme gli Sharks con gli Jets, ovvero le due bande di strada rivali protagoniste del film. Nell'ultima foto il regista posa con Rita Moreno (con trucco e abiti di scena), l'indimenticabile Anita della versione originale che vedremo questa volta nel ruolo di Valentina, una rivisitazione del personaggio di Doc, il datore di lavoro di Tony.

Qui sotto riportiamo invece la traduzione della lettera di Spielberg:

È mezzogiorno del 28 settembre 2019 agli Steiner Studios di Brooklyn Navy Yard nella grande città di New York e abbiamo appena terminato di girare la nostra versione di West Side Story. Questo è stato un viaggio senza precedenti: un incontro gioioso, incredibile, commovente, infinitamente sorprendente con la storia e la colonna sonora di uno dei più grandi musical del mondo. I miei brillanti, super-impegnati, generosi e apparentemente inesauribili centinaia di talenti del cast e della crew hanno dato al nostro film tutto quello che hanno, e posso già dire che il lungometraggio, che lanceremo il 18 dicembre 2020, deve tutto a loro come pure il suo regista immensamente grato. 

E visto che sono in tema di gratitudine: tutti i giorni degli anni passati durante i quali abbiamo preparato, lanciato, immaginato West Side Story, io e il mio team, il cast e la crew abbiamo camminato sulle orme di quattro giganti: Leonard Bernstein, Arthur Laurents, Jerome Robbins e Stephen Sondheim. Per la luce che hanno sparso sul mondo, per le intuizioni di Stephen Sondheim, per la guida, per il supporto e per il sincero sostegno delle proprietà Bernstein, Laurents e Robbins, alle quali devo più di quanto riesca ad esprimere.

Abbiamo girato West Side Story in tutta New York, da Flatbush a Fort Tryon Park. La città ci ha prestato la sua bellezza e la sua energia e abbiamo attinto profondamente al suo grande spirito multiculturale e poliedrico. In più, abbiamo trascorso tre settimane straordinarie a girare a Paterson, in New Jersey. Un ringraziamento va alla gente di New York e Paterson, e non solo per aver messo i rimorchi, le tende, le gru e le sequenze di ballo in mezzo alla strada; dal profondo del cuore, grazie per il caloroso benvenuto che abbiamo incontrato ovunque, dai pedoni ai poliziotti, dai vicini ai bambini. Senza di voi non avremmo realizzato il nostro musical.

Steven Spielberg

[twitter id="1140559532768157696"]

West Side Story

Scritto da Arthur Laurents con musiche di Leonard Bernstein, parole di Stephen Sondheim e regia e coreografia di Jerome Robbins, West Side Story ha esordito per la prima volta nel 1957 per poi essere, come già accennato, trasposto sul grande schermo nel 1961. Il cast del film originale vedeva protagonisti Richard Beymer, Natalie Wood, George Chakiris e Rita Moreno (questi ultimi due entrambi premiati con l'Oscar).

Il musical prende ispirazione dalla più classica delle storie d'amore: il Romeo e Giulietta di William Shakespeare.

Ambientata negli anni '50 nel quartiere Upper West Side di New York, la trama racconta il conflitto ordinario tra due bande rivali: i bianchi Jets e i portoricani Sharks, capitanati i primi da Riff e i secondi da Bernardo.

Advertisement

Ex fondatore degli Jets e migliore amico di Riff, Tony s'innamora perdutamente di Maria, la dolce sorella di Bernardo, che incontra per la prima volta durante il ballo di fine anno della scuola. Il loro amore è però osteggiato dall'appartenenza a due mondi opposti e destinato ad un tragico epilogo.

Advertisement

Qui sotto riportiamo il cast completo elencando interprete e rispettivo ruolo:

  • Ansel Elgort - Tony
  • Rachel Zegler - Maria
  • David Alvarez - Bernardo
  • Adriana De Bose - Anita
  • Rita Moreno - Valentina
  • Josh Andrés Rivera - Chino
  • Mike Faist - Riff
  • Corey Stoll - Tenente Schrank
  • Brian d'Arcy James - Agente Krupke
  • Ezra Menas - Anybodys
  • Ben Cook - Mouthpiece
  • Sean Harrison Jones - Action
  • Patrick Higgins - Baby John
  • Julius Anthony Rubio - Quique
  • Ricardo Zayas - Chago
  • Sebastian Serra - Braulio
  • Carlos Sánchez Falú - Pipo

Signori... il musical è servito!

Che ne pensate? Siete pronti a rivirere il sogno d'amore di Tony e Maria tra le strade dell'Upper West Side?

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Paolo Sorrentino ce la fa, Lady Gaga no: tutte le nomination agli Oscar 2022

Sorrentino strappa una nomination, Drive My Car e CODA sorprendono, Il potere del cane non delude: ecco l'elenco completo, tra sorprese e delusioni, di tutti i finalisti ai premi Oscar 2022.
Autore: Elisa Giudici ,
Paolo Sorrentino ce la fa, Lady Gaga no: tutte le nomination agli Oscar 2022

Molti pronostici sono stati avverati, ma non mancano le sorprese in questa nuova tornata di nomination per gli Oscar 2022. Partiamo da due solide certezze italiane: nonostante l'agguerritissima competizione in Miglior film internazionale, Paolo Sorrentino strappa una nomination con il suo È stata la mano di Dio. Altra nomination italianissima quella del lungometraggio animato Luca, della Pixar, diretto da Enrico Casarosa e Andrea Warren e ambientato nella Riviera Ligure. 

Oscar 2022: conferme e sorprese dalle nomination

Sul fronte delle conferme, Il potere del cane rimane il grande favorito per la vittoria finale: ha strappato 12 nomination, tra cui miglior film, miglior regia e miglior sceneggiatura per la regista Jane Campion e ben quattro nomination attoriali: Kirsten Dunst, Benedict Cumberbatch, Jesse Simmons e Kodi Smith-McPhee. 

Sto cercando altri articoli per te...