Wong conferma l'errore di timeline di She-Hulk: Attorney at Law?

Autore: Giuseppe Benincasa ,
Copertina di Wong conferma l'errore di timeline di She-Hulk: Attorney at Law?

Fin dal secondo episodio di She-Hulk: Attroney at Law i fan stanno discutendo animatamente se la serie Marvel Studios con Tatiana Maslany ha o no un grosso errore temporale all'interno della timeline del Marvel Cinematic Universe.

Il dubbio riguarda la collocazione temporale della serie. I fatti sono chiari: la serie potrebbe essere ambientata durante i fatti del film Shang-Chi: La leggenda dei Dieci Anelli o completamente dopo i fatti del film appena menzionato.

Advertisement

Come fare a stabilirlo? Ci sono due punti di congiunzione molto ma molto importanti tra la serie She-Hulk: Attorney at Law e il film di Shang-Chi. Il primo è il flashback riguardante il come Jennifer Walters ha ottenuto i poteri di Hulk che si colloca dopo la fine del film con il vero Mandarino. Il secondo punto di congiunzione riguarda l'evasione dal carcere di massima sicurezza da parte di Abominio che si colloca all'inizio del film con Shang-Chi. Nel nostro articolo She-Hulk: la post-credit di Shang-Chi non è più canonica? potete trovare un approfondimento realizzato dopo il secondo episodio di She-Hulk: Attorney at Law.

Quindi se, come sostengo io, il filmato di Abominio che combatte sul ring di Macao contro Wong è in diretta o comunque recente di qualche ora allora l'errore di timeline c'è. Se il video invece è vecchio ed è apparso online solo in quelle ore l'errore non sussiste.

Tre motivi per cui il video è attuale e non registrato da tempo

Ci sono 3 indizi che mi fanno pensare che il video non sia datato ma recente di poche ore o persino in diretta è che se Emil Blonsky fosse evaso dal carcere, i suoi legali l'avrebbero saputo prima e avrebbero avvisato Jennifer Walters. Inoltre, anche lo stesso Blonsky, nel suo stesso interesse, l'avrebbe dovuto dire a She-Hulk. E ancora, in ultimo, i giornalisti che si vedono al di fuori del carcere di massima sicurezza dove è detenuto Blonsky, sono andati lì proprio per l'evasione di Abominio, per raccontare in diretta (ecco perché c'è la scritta LIVE) la sua evasione. La scritta bianca su sfondo rosso, che si può vedere nell'immagine qui sotto, recita: "nuovo scioccante filmato mostra la presunta fuga di Abominio dal carcere"

I giornalisti scrivono "presunta" proprio perché non possono essere certi che quell'Abominio sia Emil Blonsky (probabilmente non lo hanno mai visto trasformato dal 2008 a oggi e anche perché anche Abominio è fisicamente cambiato rispetto a quello visto nel film L'Incredibile Hulk). Inoltre, non potendo accertarsi di persona della sua evasione sono "costretti" a dare il beneficio del dubbio.

Advertisement
Marvel Studios
She-Hulk - l'evasione di Emil Blonsky in diretta TV

Attenzione da qui in poi ci sono leggeri spoiler sul terzo episodio di She-Hulk: Attorney at Law.

La nuova prova data da Wong

Nel terzo episodio di She-Hulk: Attorney at Law è presente Wong in quanto testimone delle buone intenzioni di Emil Blonsky. Wong ammette che è stato lui a "costringere" all'evasione Abominio, al fine di fare un allenamento, ma l'aspetto più importante è che Wong sottolinea che è stato Emil a decidere di voler tornare in carcere, rifiutando così la proposta di Wong di rifugiarsi a Kamar-Taj. Wong però non si limita a dire di aver proposto di dare asilo ad Abominio ma ha dato anche una collocazione temporale ben precisa dicendo:

Advertisement

È stato esclusivamente lui a scegliere di tornare. Gli ho offerto asilo a Kamar-Taj, un luogo incantevole in questa stagione. Ma è stato irremovibile.

Il commento di Wong non sembra un invito per turisti ma piuttosto è utile al suo discorso per sottolineare che nonostante il bellissimo luogo di riposo offerto a Emil Blonsky, nella stagione presente, lui è voluto tornare in prigione.

Ovviamente anche questa ulteriore prova fornita da Wong nel terzo episodio di She-Hulk: Attorney at Law può essere "impugnata dalla difesa" ovvero dai fan che continuano a sostenere che l'errore di timeline non ci sia, ma è anche questo il bello dell'MCU: ci dà sempre l'opportunità di accese discussioni nerd!

Wong tornerà nel quarto episodio della serie insieme a un nuovo personaggio, come confermato dalla showrunner di She-Hulk Jessica Gao.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

She-Hulk, chi si nasconde dietro il nome di HulkKing?

Ecco chi potrebbe essere l'uomo che si nasconde dietro il nickname di HulkKing ossia Re degli Hulk nella serie She-Hulk.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
She-Hulk, chi si nasconde dietro il nome di HulkKing?

Il sesto episodio della serie televisiva di Marvel Studios She-Hulk: Attorney at Law ha introdotto quello che si può pensare essere il cattivo principale dello show e non solo. Ma andiamo con ordine: è chiaro che c'è un importante personaggio dietro la volontà di prelevare a forza il sangue dal corpo di She-Hulk. Il primo tentativo è andato a vuoto nel terzo episodio di She-Hulk: Attorney at Law, dal titolo "Il popolo contro Emil Blonsky". In questa puntata il gruppo noto come Wrecking Crew ha provato a sorprendere She-Hulk in un agguato, ma la cugina di Hulk ha facilmente respinto gli attacchi e la siringa, che avrebbe dovuto prelevare il sangue, non ha funzionato perché non è riuscita a penetrare la pelle verde di Jennifer Walters.

Dopo il terzo episodio non si è più visto nessuno aggredire She-Hulk per lo stesso motivo. Adesso proprio sul finire del sesto episodio si rivede quella siringa, il cui ago è stato spezzato dalla pelle di She-Hulk, accanto a una nuova siringa, che è più grossa e forse più tecnologica. Sicuramente la siringa serve allo stesso scopo: estrarre il sangue dal corpo di Jennifer Walters.

Sto cercando altri articoli per te...