Xbox Series X e S, tutto sulla nuova generazione di console Microsoft

Autore: Andrea Guerriero ,
Speciali
7' 56''
Copertina di Xbox Series X e S, tutto sulla nuova generazione di console Microsoft

Per la nuova generazione del gaming, Microsoft ha deciso di fare le cose in grande. 

Dopo il mezzo passo falso compiuto con Xbox One - poi incarnatasi negli anni successivi al lancio nei modelli Xbox One S e All-Digital, e nella piattaforma mid-gen Xbox One X -, il colosso di Redmond andrà infatti a sdoppiare la sua offerta per la next-gen. A differenza di Sony, che con la sua PlayStation 5 metterà sul piatto un'unica architettura hardware - con due varianti, di cui una senza lettore di disco -, la compagnia a stelle e strisce ha optato per due macchine differenti. Naturalmente a loro volta indirizzate a target di consumatori diversi.

Advertisement

Si chiamano Xbox Series X e Xbox Series S i nuovi feticci di tutti i fan della "X verde". Il primo strizza l'occhio a chi è alla ricerca di una console al massimo delle prestazioni, un mostro di potenza che mette a disposizione degli sviluppatori risorse impensabili per i videogame "da salotto" solo fino a una manciata di anni fa. L'altro seduce invece chi vorrebbe compiere il grande passo nella prossima gen ad un costo più contenuto, senza perdersi i titoli in uscita in futuro.

Quali sono allora le differenze tra Series X e S? Quando saranno disponibili in Italia, e a che prezzo? Scopriamolo insieme in questo speciale tutto dedicato alla nuova generazione di console Microsoft. Ed in cui ci soffermeremo anche sui giochi annunciati, tra esclusive e produzioni multipiattaforma.

Tutta la potenza di Xbox Series X

Xbox Series X è senza dubbio quella che potremmo definire l'artiglieria pesante firmata Microsoft per la next-gen. 

Una console dalle forme eleganti e minimali, che si pone l'obiettivo di garantire di giocare in 4K a 60 fps, fino a spingersi a 120 fps per i giochi competitivi, meno esigenti dal punto di vista grafico. Risulato che, a giudicare dalla specifiche tecniche ufficiali - più in basso -, è stato perfettamente centrato, anche se per l'azienda americana "risoluzione e frame rate sono decisioni creative che è meglio lasciare in mano agli sviluppatori". D'altronde Phil Spencer, capo della divisione Xbox, era stato chiaro a riguardo di Xbox Series X durante l'E3 del 2019:

Vogliamo costruire una piattaforma potente, veloce e dedicata totalmente al gaming. Senza barriere e perfettamente accessibile agli sviluppatori.

Ecco allora le caratteristiche tecniche ufficiali del prossimo gioiellino tecnologico dell'ormai grande famiglia Xbox:

  • CPU: 8 core Zen 2, 3,8 GHz (3,6 GHz con SMT)
  • GPU: 12 TFLOPS, 52 CU a 1825 MHz, architettura RDNA 2 personalizzata
  • Dimensione del die: 360,45 mm2
  • Processo produttivo: 7nm enhanced di TSMC
  • Memoria: 16 GB GDDR6
  • Larghezza di banda della memoria: 10 GB a 560GB/s, 6 GB a 336 GB/s
  • Throughput I/O: 2,4 GB/s (raw), 4,8 GB/s (compresso)
  • Spazio di archiviazione interno: SSD NVMe personalizzato da 1 TB
  • Spazio di archiviazione espandibile: schede d'espansione da 1 TB
  • Spazio di archiviazione esterno: supporto ad HDD USB 3,2
  • Lettore ottico: Blu-Ray 4K UHD

La GPU, basata su architettura RDNA 2 personalizzata, è capace di raggiungere una potenza di 12 TFlops grazie a 52 Compute Unit (CU) che lavorano a 1825 MHz. Una delle particolarità è che la scheda madre è divisa in due: secondo Microsoft questo dovrebbe migliorare la dissipazione del calore tramite "Camera di vapore" e ventola, oltre che migliorare i consumi e le ottimizzazioni.

L'hardware, come quello della rivale PS5, supporta il ray tracing accelerato via hardware per "simulare le proprietà di luce e sonoro in tempo reale in modo più accurato di qualsiasi tecnologia precedente". Anche la RAM è divisa, 10 GB sono a 560 GB/s dedicati alla GPU, mentre 6 a 336 GB/s dedicati alla CPU. La RAM per l'utilizzo dei giochi sarà di 13,5 GB, mentre per il sistema operativo sfrutterà 2,5 GB. L'OS, poi, sarà uguale a quello di Xbox One, rivisto per supportare risoluzione 4K e sfondi animati.

Advertisement

Sony/Microsoft
PS5 vs Xbox Series X, qual è la migliore?
Le dimensioni di Xbox Series X e PS5 a confronto

Xbox Series X sarà disponibile in Italia dal 10 novembre 2020, con il prezzo fissato a 499,99 euro.

Xbox Series S: compatta, next-gen e economica 

Piccola ma decisamente agguerrita, Xbox Series S può essere considerata la "sorella minore" di Series X. Occupa il 60% di spazio in meno rispetto al modello ad alte prestazioni, ed è sprovvista di lettore ottico per i dischi. Come PlayStation 5 Digital Edition, anche l'Xbox più piccola di sempre potrà quindi funzionare solo con i videogiochi in versione digitale. Da scaricare allora dallo store Microsoft. 

Ecco di seguito le caratteristiche hardware di Xbox Series S:

  • CPU: AMD Zen 2 a 7nm Octa core a 3,8GHz (3,66GHz con SMT attivo)
  • GPU: AMD Radeon RDNA 2 da 4TFLOPS con 20 CU a 1,55 GHz (sino a 1440p a 120 FPS). Sino a 4K in upscale.
  • Memoria di sistema: 8 GB di RAM GDDR6 dedicata ai giochi a 224 GB/s, 2GB GDDR6 a 56 GB/s per il sistema operativo, 10GB totali
  • Modalità di accesso ai giochi: Supporto ai giochi in formato solo digitale
  • Altro: DirectX Raytracing, supporto a VRS e VRR

La "grande M" assicura poi che Series S è quattro volte più potente dell'attuale Xbox One S. Possiamo notare che le principali differenze rispetto a Series X risiedono nella memoria di massa dimezzata (si passa quindi a 512GB) e nella risoluzione di riferimento che passa dal 4K ai 1440p. Resta invariato il supporto alle principali tecnologie next gen come il DirectX Rayrtracing, il Variable Refresh Rate e il Variable Rate Shading, così come l'obbiettivo di far girare alcuni titoli sino a 120 fps.

Advertisement
Advertisement

Prodotto Consigliato 259.99€ da Amazon 273.00€ da Microsoft

Al prezzo di lancio di soli 299,99 euro e in uscita sempre il 10 novembre 2020, Xbox Series S offre ai gamer prestazioni piuttosto interessanti a fronte di un costo contenuto. E, in accoppiata con tutte le bellezze del servizio Xbox Game Pass - che vedremo in seguito - potrebbe rivelarsi la vera sorpresa di questa imminente next-gen.

Il nuovo controller Xbox 

Gli appassionati di videogame lo sanno bene, negli anni il controller Xbox è divenuto un vero e proprio punto di riferimento nel settore. Il nuovo pad pensato per Xbox Series X e Xbox Series S erediterà le stesse caratteristiche note e amate dalla community, migliorando però l'ergonomia. 

Non solo, il nuovo controller si caratterizzerà per migliore connettività tra dispositivi, condivisione più semplice e latenza ridotta. Grilletti e dorsali si mostrano subito più solidi e adatti ad ogni tipo di gamer, grazie all'aggiunta di un motivo fatto da nuove trame e finiture che migliora la presa e le prestazioni in-game. Il D-pad, i dorsali e i grilletti ora si caratterizzano per una finitura opaca per mantenere una sensazione uniforme, anche se le mani sono bagnate. 

Prodotto Consigliato 48.78€ da Amazon 120.00€ da Microsoft

In più, i pulsanti del nuovo D-pad sono leggermente più incavati per accogliere meglio le dita al loro interno e i loro angoli sono tagliati in modo da offrire una buona dose di leva per ogni pressione. Continuerà a essere possibile collegare delle cuffie - o altri accessori compatibili - con un jack audio da 3,5 mm ed è stato aggiunto un pulsante Share molto simile a quello già presente sul DualShock 4 di PlayStation 4 - e che su PS5 si è evoluto nel pulsante Create.

I giochi next-gen e Xbox Game Pass

A fare davvero la differenza in una Console War che si rispetti sono però i giochi. Anche in questo caso, Microsoft non si farà trovare impreparata. Non solo per via delle tante e prestigiose acquisizioni dell'ultimo periodo, che le hanno assicurato una fiorente scuderia di software house sotto etichetta Xbox Game Studios, ma anche per via di una line-up di lancio di Xbox Series X e S di tutto rispetto. 

I titoli disponibili il 10 novembre - qui per scoprirli più nel dettaglio - saranno i seguenti: 

Prodotto Consigliato 79.99€ da Amazon 69.99€ da UBI Soft

E se è vero che i progetti in cantiere sono variegati e tutti piuttosto promettenti - pensiamo a The Medium, a Fable o ancora a Senua's Saga: Hellblade 2 -, bisogna assolutamente ricordare che Microsoft ha dalla sua anche l'incredibile Xbox Game Pass. Si tratta di un servizio in abbonamento che offre centinaia di giochi costantemente rinnovati e aggiornati, più tutte le produzioni Xbox Game Studios al lancio. In aggiunta, i membri Xbox Game Pass Ultimate e Xbox Game Pass per PC otterranno l'abbonamento EA Play senza costi aggiuntivi a partire dalle vacanze 2020. Di conseguenza, gli abbonati Xbox Game Pass Ultimate potranno godersi EA Play su Xbox One, Xbox Series X ed S e su PC Windows 10, mentre i membri Xbox Game Pass per PC potranno accedere al servizio da PC Windows 10.

Prodotto Consigliato 26.5€ da Amazon 30.88€ da Electronic Arts

Un vero e proprio Nirvana poligonale, che si affianca all'altrettanto interessante Smart Delivery. In questo caso parliamo della tecnologia di Xbox Series X che permette di giocare la versione migliore dei giochi in base alla console in nostro possesso. Tutti i giochi Xbox Game Studios che sono ottimizzati per Xbox Series X, incluso l'attesisimo Halo Infinite, supporteranno Smart Delivery. Di conseguenza, se acquisteremo la versione Xbox One di un titolo supportato, Microsoft lo identificherà e ci servirà su Xbox Series X la versione ottimizzata per la nuova console, senza ulteriori spese, quando disponibile.

A chiudere, è impossibile non spendere una - ottima - parola sul Quick Resume, che potete ammirare direttamente in azione in questo video:

La tecnologia made in Redmond permetterà di riprendere la partita da dove l'avevamo interrotta. Quick Resume permette di riprendere diversi giochi premendo un tasto, passando istantaneamente all'azione, da dove si era interrotto  - anche a distanza di settimane -, "per più giochi allo stesso tempo". Gli stati di gioco saranno salvati direttamente sull'SSD della console, perciò persisteranno anche spegnendo la nuova Xbox, staccandola dalla presa di corrente o dopo un aggiornamento di sistema.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Tutti i Draghi di House of the Dragon e de Il Trono di Spade

Leggi per sapere quali draghi potrebbero venir mostrati nella prima stagione di House of the Dragon, lo spin-off/prequel de Il Trono di Spade.
Autore: Francesca Musolino ,
Tutti i Draghi di House of the Dragon e de Il Trono di Spade

Nella serie TV Il Trono di Spade ci sono tre draghi nati dalle uova che ha accudito Daenerys Targaryen: un vero e proprio miracolo, perché, come è spiegato nella trama, tutti i draghi si sono estinti da moltissimo tempo; quindi questi sono gli unici esemplari presenti nella serie. Invece, in House of the Dragon, spin-off/prequel de Il Trono di Spade, è possibile vedere nuovi draghi nel periodo antecedente allo loro estinzione, in quanto la trama è ambienta duecento anni prima degli eventi narrati nella serie madre.

A tale proposito il co-showrunner di House of the Dragon Miguel Sapochnik, in una intervista del 2 agosto 2022 rilasciata alla testata Empire, ha detto che nella prima stagione dello spin-off verranno mostrati nove dei diciassette draghi della Casa Targaryen. Senza rivelare in dettaglio quali sono tutti i draghi di House of the Dragon in questione, Sapochnik ha spiegato che ogni esemplare avrà una sua personalità particolare che lo distinguerà da tutti gli altri.

Sto cercando altri articoli per te...