Poster Spider-Man: Homecoming

Spider-Man: Homecoming

2017
Vota!
  • Genere: Azione & Avventura, Drammatica, Sci-Fi & Fantasy
  • Durata: 133 min
  • Regia: Jon Watts
  • Sceneggiatura: Stan Lee, Steve Ditko, John Francis Daley, Christopher D. Ford, Jay Oliva, Jonathan M. Goldstein, Chris McKenna, Jon Watts, Erik Sommers, Andrea Datzman
  • Produttori esecutivi: Stan Lee, Avi Arad, Patricia Whitcher, Louis D'Esposito, Victoria Alonso, Jeremy Latcham, Matt Tolmach
  • Produttori: Kevin Feige, Amy Pascal
  • Fotografia: Salvatore Totino
  • Montaggio: Dan Lebental, Debbie Berman
  • Musica: Michael Giacchino
  • Scenografia: Oliver Scholl
  • Costumi: Louise Frogley
  • Trucco: Jack Lazzaro, Ashley McGuire, Kellie Robinson, Seidah Nichols, Denise Pugh-Ruiz
  • Storyboard: Jay Oliva
  • Art director: Brad Ricker
  • Animatori: Julius Kwan, Liz Bernard, Ellen Hoffmann, Kevin Culhane, Lisa Wang, Arda Uysal
  • Case di produzione: Johnathan Rice, Peter Cushing, Pascal Pictures, LStar Capital, Mykelti Williamson
Google Play Movies
Microsoft Store
Chili
Rakuten TV
Netflix
Prime Video
TIMvision
Apple iTunes

Sinossi

Dopo la Battaglia di New York (Avengers, 2012), la squadra guidata da Adrian Toomes specializzata nella riparazione di danni causati dai violenti conflitti tra supereroi e villain è tra quelle scelte per ripulire la città, ma le operazioni vengono improvvisamente interrotte dalla Damage Control, su ordine del governo statunitense. Adirato per aver perso il lavoro, Toomes convince i suoi uomini a rubare alcune delle tecnologie dei Chitauri per creare e vendere armi mai viste prima sul mercato nero.

Otto anni dopo, non ritenuto da Tony Stark ancora pronto per entrare a tempo pieno negli Avengers, Peter Parker riprende gli studi alla Midtown School of Science and Technology, ma il ragazzo è desideroso di mostrare il proprio vero potenziale decide di lasciare la squadra di decathlon accademico e dedicarsi completamente all'attività di supereroe.

Dopo aver sventato una rapina a un bancomat e aver avuto un primo incontro con le pericolose armi di natura aliena create da Toomes e i suoi complici, Peter torna nel suo appartamento nel Queens dove il suo più caro amico, Ned, scopre la sua identità segreta. A distanza di qualche giorno dalla rapina allo sportello automatico, lo spararagnatele scopre che Jackson Brice e Herman Schultz, soci di Toomes, stanno vendendo armi ad un criminale locale, Aaron Davis. All'intervento di Spider-Man fa seguito quello a sorpresa di Toomes, che indossa una tuta con ali meccaniche - anche questa creata grazie alla tecnologia chitauriana - che gli vale il soprannome di Avvoltoio. La mossa azzardata di Peter richiama l'attenzione di un contrariato Tony Stark che giunge rapidamente sul luogo dello scontro grazie ad un tracker integrato nella Stark Suit di Spider-Man e suggerisce a quest'ultimo (a mo' di ordine) di evitare ulteriori scelleratezze. Toomes, nel frattempo, ha involontariamente ucciso Brice con una delle sue armi, Schultz prende quindi il suo posto diventando il nuovo Shocker.

Dopo aver scoperto che le armi realizzate da Toomes e i suoi uomini sfruttano un nucleo di energia non di certo di origine terrestre, un dispositivo di localizzazione svela la posizione di Schultz e Peter decide di rientrare nella squadra di decathlon in vista del torneo nazionale in programma a Washington per avvicinarsi alla zona d'interesse. Volendo celare la propria posizione a Stark, Peter - con l'aiuto di Ned - riesce a disabilitare il tracker del suo costume e addirittura a sbloccare funzionalità avanzate di quest'ultimo. Dopo aver fatto perdere le tracce al suo mentore, tentando di impedire a Toomes di rubare armi da un furgone della Damage Control, Peter resta bloccato all'interno di uno dei magazzini dell'agenzia governativa, lasciando i suoi compagni di squadra privi di un (valido) membro. Nel frattempo Karen, l'intelligenza artificiale del costume realizzato da Tony Stark, rivela a Peter che il nucleo alieno è in realtà una bomba. Raggiunto il monumento a Washington (l'iconico obelisco di marmo della città), Peter riesce a salvare i suoi amici bloccati in un'ascensore in seguito all'esplosione della bomba.

L'azione si sposta di nuovo a New York, dove Peter rintraccia e interroga Aaron Davis, che gli fornisce informazioni sulla banda di Toomes. Sullo Staten Island Ferry, Spider-Man riesce a catturare un potenziale compratore delle armi (Mac Gargan) ma non Toomes, che riesce invece a scappare non senza prima tagliare letteralmente in due il traghetto con un'arma difettosa, mettendo in serio pericolo la vita di incolpevoli civili. A giungere nuovamente in soccorso è Tony Stark, che questa volta (dopo il primo avvertimento) priva Spider-Man del suo costume hi-tech.

Senza il suo costume, Peter torna alla vita da liceale e invita Liz (di cui si è invaghito) al ballo scolastico (l'Homecoming che dà il titolo al film). Tuttavia, proprio la sera dell'atteso evento, Peter scopre che Liz è la figlia del pericoloso Toomes. Questo, a sua volta, realizza che l'accompagnatore di sua figlia è proprio colui che sta intralciando i suoi piani e lo minaccia nemmeno poi tanto velatamente. Durante il ballo, Peter capisce che il piano di Toomes è quello di dirottare un aereo della Damage Control che trasporta armi dalla Torre degli Avengers al nuovo quartier generale dei supereroi. Indossato un costume fatto in casa (nemmeno lontanamente paragonabile a quello super-tecnologico firmato Stark), Peter mette al tappeto Shultz grazie anche all'aiuto di Ned, ma viene poi quasi ucciso da Toomes che, dopo aver distrutto i pilastri portanti dell'edificio, lascia lo spararagnatele sotto le macerie. Riuscitosi a liberare, Peter raggiunge e affronta Avvoltoio sul velivolo della Damage Control, che in seguito ai danni subiti si schianta nei pressi di Coney Island. Dopo un violento scontro, il tentativo di fuga di Toomes fallisce miseramente a causa dell'esplosione della tuta alata, che mette a repentaglio la vita del pericoloso criminale. In suo aiuto giunge proprio Spider-Man che, dopo averlo bloccato, lo lascia nella mani della polizia.

Tony Stark, ammettendo di aver commesso anche qualche errore di giudizio, decide di premiare l'eroiche gesta di Peter invitandolo a diventare ufficialmente un membro degli Avengers (mostrandogli anche il nuovo costume Iron Spider). Tuttavia, con sorpresa dello stesso genio sregolato di New York, Peter declina l'invito scegliendo di restare ancora per un po' con i piedi per terra. Ma i giornalisti presenti alla conferenza organizzata per la presentazione del nuovo Vendicatore attendono un annuncio importante, Tony Stark coglie quindi l'occasione per chiedere a Pepper Potts di sposarlo (anche se la proposta viene goffamente rovinata da Happy Hogan).

Peter, tornato nel suo appartamento, può finalmente di nuovo indossare il suo costume, restituitogli da Tony Stark, ma proprio in quel momento entra in stanza Zia May, che si aggiunge quindi alla lista di coloro che conoscono l'identità segreta del giovane del Queens.

Nella scena dopo i titoli di coda, Toomes e Gargan si incontrano in un carcere di massima sicurezza. Il secondo, volendosi vendicare, chiede chi si celi dietro la maschera di Spider-Man, ma Toomes, mentendo, afferma di non saper rispondere a quella domanda.

Cast

Abraham Attah

Abraham Attah

Abraham
Christopher Berry

Christopher Berry

Randy
Tunde Adebimpe

Tunde Adebimpe

Mr. Cobbwell
Isabella Amara

Isabella Amara

Sally
Michael Barbieri

Michael Barbieri

Charles
Kirk R. Thatcher

Kirk R. Thatcher

Punk on Street
Yu Lew

Yu Lew

Car Jacker
Gary Richardson

Gary Richardson

Day Sleeper
Joe Hang

Joe Hang

Thai Waiter
Alexa Laraki

Alexa Laraki

Tent Kid
Liza Fagin

Liza Fagin

Tent Kid
John Penick

John Penick

Mr. Hapgood
Miles Mussenden

Miles Mussenden

Park Ranger
Martha Kelly

Martha Kelly

Tour Guide
Kevin LaRosa Jr.

Kevin LaRosa Jr.

Helicopter Pilot
Ren Colley

Ren Colley

Ferry Kid
Ari Groover

Ari Groover

Ferry Commuter
Louis Gonzalez

Louis Gonzalez

Ferry Commuter
Stewart Steinberg

Stewart Steinberg

Ferry Commuter
Andy Powers

Andy Powers

Ferry Commuter
Omar Capra

Omar Capra

Yeah Spider-Man Guy
Nitin Nohria

Nitin Nohria

Dean Crimson
Vince Foster

Vince Foster

Stark Tower Technician
Brian Schaeffer

Brian Schaeffer

Stark Tower Employee
Chris Adams

Chris Adams

NYC Pedestrian (uncredited)
Maiya Boyd

Maiya Boyd

Indian Flower Girl (uncredited)
Rebeca Donovan

Rebeca Donovan

Drama Club Member (uncredited)
Nickolas Wolf

Nickolas Wolf

Mascot (uncredited)
Jaine Ye

Jaine Ye

Chemistry Student (uncredited)
Gina Cordan

Gina Cordan

DC Tourist (uncredited)
Dante Brattelli

Dante Brattelli

Homecoming Dance Student (uncredited)
Melissa Kay Glaze

Melissa Kay Glaze

New Yorker (uncredited)
Hallie Ricardo

Hallie Ricardo

DC News Reporter (uncredited)
Doug Scroggins III

Doug Scroggins III

Stark VTOL Pilot (uncredited)
Marmee Regine Cosico

Marmee Regine Cosico

NY Pedestrian (uncredited)
Nicholas Azarian

Nicholas Azarian

High School Student (uncredited)
Cerca