Joaquin Phoenix: arrestato a Washington insieme a Martin Sheen

Joaquin Phoenix è stato arrestato e non per colpa di Joker: l'attore è stato oggetto di fermo per disturbo alla quiete pubblica durante una manifestazione.

Venerdì 10 gennaio 2020 è un giorno che Joaquin Phoenix non dimenticherà. L’attore è stato arrestato insieme a un gruppo di manifestanti e al collega Martin Sheen. 

I due divi stavano partecipando a una protesta contro l’inquinamento climatico, organizzata da Jane Fonda. Da mesi, l’attrice si è fatta portavoce di un movimento ambientale, denominato Fire Drill Days, che organizza delle manifestazioni settimanali per sensibilizzare autorità e cittadini. La stessa Jane Fonda è finita più volte in carcere a causa del suo attivismo. 

In questo caso, i manifestanti si trovavano a Washington e sono stati  arrestati per aver infranto la legge 22 - 1307 del Distretto di Columbia. L’accusa è di aver disturbato la quiete cittadina, impedendo tra l’altro l’accesso a un edificio pubblico. 

Joaquin Phoenix è un convinto sostenitore della causa animalista, al punto da essere diventato vegano. L’attore ha raccontato di aver compiuto la sua scelta alimentare quando era solo un bambino e, insieme ai suoi fratelli, ha visto lavorare dei grandi tonni su un peschereccio. 

Nel suo intervento durante la manifestazione, infatti, ha dichiarato: 

Mi sforzo molto di capire a volte io cosa posso fare [per l’ambiente]. Ci sono cose che non posso evitare. Per venire qui, per esempio, ho preso un aereo… Ma c’è una cosa che posso fare ed è cambiare le mie abitudini alimentari e voglio esortare tutti voi a unirvi a me. 

In questi giorni, infatti, ha fatto il giro del mondo anche la notizia secondo cui Phoenix avrebbe convinto gli organizzatori del Golden Globes 2020 a offrire un menu vegano durante il party organizzato per i partecipanti alla serata. 

Fortunatamente, l’arresto si è risolto in un breve fermo. Manifestanti e attori sono stati rilasciati poco dopo, come è già accaduto alle altre 147 persone arrestate da quando è partita l’iniziativa di Jane Fonda.

Tra l’altro, Phoenix e Sheen non sono gli unici personaggi celebri finiti in manette per le proteste ambientali. In questi ultimi mesi, le prigioni americane hanno ospitato anche Sam Waterston, Rosanna Arquette, Sally Field e Ted Danson. 

Leggi anche

      Cerca