Tiger King è più visto negli USA di Stranger Things 2

Boom di visualizzazioni per la serie true crime che ricostruisce la faida tra Joe Exotic e Carole Baskin: complice il periodo di auto-isolamento, lo show sfonda il tetto dei 30 milioni di spettatori.

Netflix Jeff Lowe con una tigre in una scena della serie Tiger King

Incredibile ma vero: Tiger King, la serie true crime di Eric Goode e Rebecca Chaiklin sul folle sottobosco del commercio e sfruttamento dei grandi felini negli Stati Uniti, sta ottenendo più spettatori di Stranger Things. Lo rivelano i dati Nielsen resi noti da Variety: i sette episodi dello show Netflix sono stati visti da oltre 34 milioni di americani in appena dieci giorni.

Complice il periodo di auto-isolamento per evitare la diffusione del virus Covid-19, gli spettatori rintanati in casa hanno scelto il folle mondo di Joe Exotic, della sua rivale Carole Baskin e di tutti gli altri strambi personaggi dei parchi di big cats per ingannare il tempo durante la quarantena. 

Tiger King è diventata una vera e propria ossessione nazionale: dal 20 al 29 marzo 2020, la serie è fissa in cima alle preferenze degli abbonati di Netflix. Lo show ha superato il record della seconda stagione di Stranger Things (31,2 milioni di spettatori nei primi dieci giorni di lancio) ed è arrivata ad un soffio dal record ottenuto dalla Season 3 della serie-fenomeno dei fratelli Duffer, che ha incollato allo schermo 36,3 milioni di utenti nella finestra di dieci giorni d'uscita.

Su base media al minuto, Tiger King fa ancora meglio: ha ottenuto un audience di 19 milioni di statunitensi, superando Stranger Things 2 (ferma a 17,5 milioni) e ad un passo da Stranger Things 3 (con uno straripante 20,5 milioni).

I dati Nielsen rivelano un altro interessante particolare: nel giorno del suo debutto, Tiger King ha strappato un ascolto medio di 280mila spettatori e raggiunto quota 741mila utenti singoli. Variety compara questi dati con quelli di altre due serie Netflix di successo: nel giorno di lancio, la seconda stagione di Mindhunter ha avuto un ascolto medio di 395mila spettatori e la prima di Altered Carbon di 335mila. 

Il confronto diventa impressionante quando si passa ai giorni successivi: con l'entusiasmo dei fan e l'hype alimentato sui social, Tiger King salta ad un ascolto medio di 1 milione al suo terzo giorno su Netflix, raggiunge i 2 milioni al settimo giorno e i 4 al nono. Non solo: le avventure televisive di Joe Exotic sono le più commentate su Twitter dal 20 al 29 marzo, con 1,8 milioni di interazioni organiche (non sponsorizzate) sul social network.

È proprio sui social che Joe Maldonado-Passage e i suoi "amici" spopolano giorno dopo giorno: tantissime star di Hollywood, da Sylvester Stallone e Jared Leto a Bryce Dallas Howard e Jessica Chastain, postano foto agghindate da Joe Exotic.

Miley Cyrus, costretta dalle circostanze a tagliarsi i capelli da sola, ha optato per il taglio alla tedesca in onore di Joe: adesso le mancano soltanto i baffi a manubrio.

C'è persino qualcuno che ha aperto un cliccatissimo account Instagram che raccoglie i meme più divertenti e geniali.

Netflix, intanto, non ha ancora diffuso i suoi numeri sulla serie: sappiamo soltanto che Tiger King è in vetta alla Top Ten americana e ha conquistato anche l'Italia, ai "domiciliari" da più settimane degli Stati Uniti.

Nel frattempo, Joe è stato spostato in isolamento (per cautela da epidemia) e potrebbe usufruire del perdono presidenziale, Jeff Lowe ha annunciato un ottavo episodio extra in arrivo, il network Investigation Discovery un "sequel definitivo" (dedicato al cold case di Don Lewis) e lo stesso Eric Goode non ha escluso la possibilità di tornare sul caso. Scherzandoci su, ha già proposto un titolo: Locked Up With Joe!

Leggi anche

      Cerca