Sex Education 3: le riprese sono ufficialmente rimandate

Eleven Films, Netflix Il cast di Sex Education in primo piano

Sono state rimandate le riprese della terza stagione di Sex Education, a causa della pandemia da Coronavirus (SARS-CoV2). Al momento, non è sicuro lavorare su un set. A ricevere lo stop alla produzione, nei giorni scorsi, anche altre serie TV e film.

Dopo lo stop alle riprese di numerose serie TV e pellicole cinematografiche, anche Sex Education si è dovuta arrendere all’evidenza, fermando la produzione della terza stagione.

Creata da Laurie Nunn e diretta da Kate Herron e Ben Taylor, Sex Education è stata tra le ultime serie britanniche ad essere coinvolta nella crisi dovuta alla pandemia da Coronavirus (SARS-CoV2), che sta colpendo numerosi settori lavorativi. Come riporta Deadline, dopo le ultime notizie dal Governo inglese – che ha distrutto ogni speranza, prorogando la quarantena – la possibilità di poter iniziare le riprese della terza stagione si è dileguata del tutto.

Secondo quanto riportato, Eleven Films avrebbe dovuto far partire la produzione del drama Netflix a maggio, in Galles. Ovviamente, i piani subiranno dei cambiamenti, a causa delle direttive che impongono le misure di distanziamento sociale e che, in poche parole, rendono impossibile la lavorazione sul set almeno per le prossime tre settimane.

Ovviamente – dato ciò che sta accadendo nel mondo – la notizia non sorprende affatto. Le produzioni degli show di tutto il mondo si trovano nel caos e in molti hanno dovuto sospendere le proprie riprese: c’è chi sta pensando di includere i restanti episodi della stagione in corso nella prossima e chi – come Supernatural, che stava lavorando ai suoi ultimi episodi in assoluto – dovrà concludere la serie con una sorta di stagione evento.

Per quanto riguarda Netflix, sono state sospese anche le riprese della seconda stagione di The Witcher, lo scorso 16 marzo 2020, mentre la produzione della quarta stagione di The Crown si è conclusa poco prima del lockdown.

Secondo quanto riportato da Deadline, Netflix starebbe lavorando con i produttori per trovare il modo di riprendere la produzione, garantendo la sicurezza di tutti. Senza, però, una chiara strategia, non vi è ancora alcuna certezza.

A Hollywood, si sta ragionando sulle enormi sfide logistiche da superare: come riportato da Deadline, si sta pensando a misure di sicurezza come le pulizie giornaliere, test di massa, formazione igienica e protezioni speciali per gli attori, così da poter riprendere le riprese.

Nelle prossime settimane, inoltre, era previsto l’inizio delle riprese della sesta stagione di Outlander, di Landscapers con Olivia Colman, della seconda stagione di Intelligence con David Schwimmer e della sesta stagione di Peaky Blinders.

La speranza, per tutti, è che il COVID-19 possa arrestarsi in qualche modo, il prima possibile.

Leggi anche

      Cerca