Diavoli, episodi 9 e 10: la recensione del finale di stagione

Un doppio finale di stagione che ha messo tutti di fronte a decisioni impossibili, ma soprattutto di fronte alle loro responsabilità. Ecco gli ultimi due episodi di Diavoli, con Alessandro Borghi e Patrick Dempsey.

Nessuno di noi è costretto. Nessuna mano nell’ombra muove i nostri fili…è il diavolo a tentarci con le scelte. Possiamo amare o odiare. Essere gentili o crudeli. Ogni giorno decidiamo quale strada prendere. La strada verso il Paradiso o l’Inferno.

Nel doppio finale di stagione di Diavoli, si avvicina inesorabilmente la resa dei conti. In ballo c’è il destino dell’Italia - e dopo di lei, quello degli altri Paesi del gruppo denominato PIIGS. 

Daniel Duval (Lars Mikkelsen) vuole rendere pubblici i documenti che provano le manovre della NYL per il default italiano, ma Massimo (Alessandro Borghi) offre un’alternativa: parlerà alla stampa dell’omicidio di Ed Stuart. Sarà sufficiente a fermare Dominic (Patrick Dempsey).

Conscio di essere spiato, Massimo va da Patrick e gli confessa di frequentare Sofia (Laia Costa), che lavora per Duval, e anche che quest’ultimo è in possesso delle carte del CDO. Le carte che incastrano Massimo, come ha voluto Dominic. 

Dominic, naturalmente, non gli crede: tutto ruota attorno alla sfida che i due diavoli si sono lanciati. Ogni mossa potrebbe essere determinante.

Mentre la giornalista contattata da Massimo vuole delle prove documentali dell’omicidio di Edward, che Massimo fa in modo di procurarsi.

Ma Dominic è sulle tracce di Duval.

Oliver (Malachi Kirby) viene identificato come spia - cosa che di fatto è - e i colleghi lo tengono all’oscuro.

Mentre Italia, Spagna e Grecia sono sull’orlo del baratro, l’Euro potrebbe arrivare alla sua fine, Massimo rischia una condanna penale e Dominic gli sta col fiato sul collo insieme al resto dei potenti che dagli USA conducono il gioco.

Si sente il suo profumo

Il destino di una parte del mondo si contrappone alle vicende private e personali dei protagonisti. 

Latoya (Simona Zivkovska) sente il profumo di Eleanor (Pia Mechler) sui vestiti di Oliver e capisce di essere stata tradita.

Nina (Kasia Smutniak) parla a Dominic della moglie Ed e dei suoi sospetti, ma tutto finisce lì: le mogli, le compagne e le fidanzate sono complici dei loro uomini, in questo disegno criminale. Ma hanno anche il potere di cambiare le cose. Per questo anche l’aspetto privato delle vite dei personaggi è tanto rilevante, perché influisce in modo determinante sul futuro dei giocatori.

Oliver chiede aiuto a Massimo, ma il suo tradimento non può essere perdonato. Eleanor parla a Oliver delle mosse di Massimo in combutta con Duval. E tutti parlano con tutti… Cambiando versione a seconda dell’interlocutore.

Il vero piano

Seguendo uno scrupolo, Sofia arriva alla verità. Dominic vuole far fallire l’Italia e gli altri Paesi, ma Duval intende far collassare l’intera economia mondiale. Da qualsiasi lato la si guardi, la questione è solo una: il potere.

E il potere, si sa, si ottiene in un unico modo. Controllando il denaro.

Diavoli ci racconta fino alla fine, come il romanzo parzialmente autobiografico da cui è tratto, che a determinare il destino del mondo non è la politica, bensì l’economia.

E a gestire l’economia solo loro, i diavoli. Gli operatori finanziari di massimo livello che rimangono nell’ombra mentre scelgono chi mandare al macello e chi salvare.

Con l’arresto di Duval e quello di Paul (Harry Michell), su cui viene scaricata la responsabilità mentre Eleanor fingeva di tradire Massimo, Dominic si prende la sua vendetta. E licenzia il suo pupillo, facendolo fuori dai giochi così che smetta di mettergli i bastoni fra le ruote.

Questo è il problema quando giochi per entrambe le squadre e finisce per perdere: non hai più dove andare.

La fine

Con Massimo fuori dai giochi, non c’è più nessuno a fermare Dominic. 

Ma non è questo il punto: il punto sono le responsabilità. 

Duval informa Sofia sulla reale identità del responsabile della morte di suo fratello: Massimo. Noi lo sapevamo già, ma lei ancora no.

E ancora: Massimo cerca di incastrare Dominic per l’omicidio di Ed, ma scopre che la vera responsabile è qualcun altro. Qualcuno che si sta prendendo cura della famiglia di Ed. Qualcuno che è distrutto dai sensi di colpa: Nina.

L’attacco alla banca tedesca è l’ultimo, disperato tentativo di salvare l’Italia e anche l’ultima occasione di riscatto per Oliver. Alla fine, tutto va come deve andare. Tutto tranne la cosa più importante.

Ci chiamano diavoli, ma siamo l’ultimo baluardo prima del caos.

Ed è così che si vedono. Perché resta l’unico modo in cui possono continuare a guardarsi allo specchio.

Mentre noi, adesso, conosciamo la verità.

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.