Black Widow medita un nuovo rinvio: prenderà la data de Gli Eterni?

Marvel Studios Black Widow

La Fase 4 del Marvel Cinematic Universe potrebbe iniziare direttamente nel 2021.

Il valzer delle date delle uscite cinematografiche pare non essere ancora concluso. Quello che a tutti gli effetti si può definire un "esperimento Tenet" non ha dato i suoi frutti e ora l'uscita di moltissimi blockbuster potrebbe essere ancora una volta rimandata. Tra questi c'è anche il film Marvel Studios Black Widow.

Lo scarso incasso al botteghino del film di Christopher Nolan starebbe facendo riflettere molte grosse case distributrici che non possono rischiare di mandare in fumo i propri film da centinaia di milioni di dollari. Secondo quanto riportato dal sito Variety, negli Stati Uniti ha riaperto il 70% dei cinema ma molti di quelli chiusi sono proprio nelle grandi città come Los Angeles, New York e San Francisco. A questo si aggiunge che le sale aperte hanno praticamente dovuto diminuire la loro capienza per evitare il contagio da Coronavirus (COVID-19) e, in più, gli americani avrebbero ancora timore di frequentare luoghi chiusi come appunto le sale cinematografiche.

In questo 2020, The Walt Disney Company ha già rinunciato a mandare nei cinema il film con Bryan Cranston L'unico e insuperabile Ivan,  l'avventura fantasy Artemis Fowl e il remake live-action di Mulan. Tutti e tre i film sono stati resi disponibili sul servizio streaming Disney+.

Il caso Mulan è un po' diverso poiché è l'unico dei tre film per cui - nonostante si abbia un abbonamento a Disney+ - è richiesto un pagamento extra. Inoltre, la società di Topolino ha provato a salvare il salvabile proponendo nei cinema cinesi il film di Niki Caro. Purtroppo per Disney però le polemiche che Mulan ha scaturito e la riduzione del 30% dei posti nelle sale cinesi hanno reso il lungometraggio un flop che ha incassato nel primo week-end solo 23 milioni di dollari. Alla luce di tutto ciò, The Walt Disney Company ha ancora una carta da giocare, e questa si chiama Black Widow.

Il Marvel Cinematic Universe è il franchise più redditizio del cinema e l'uscita del film con Scarlett Johansson si rivela, adesso, essere fondamentale per risollevare le sorti di buona parte dell'industria. Al momento, l'avventura Marvel diretta da Cate Shortland è fissata in uscita nei cinema americani il 6 novembre 2020 (inizialmente avrebbe dovuto arrivare nei cinema U.S.A. il 1 maggio 2020).

Secondo la fonte di Variety, il rinvio di Black Widow è molto probabile soprattutto dopo che Warner Bros. ha ufficializzato che Wonder Woman 1984 uscirà nei cinema a gennaio 2021 e non più entro la fine del 2020. La nuova uscita di Black Widow potrebbe essere fissata al 12 febbraio 2021, ovvero al posto del film Marvel Studios Gli Eterni. Quest'ultimo slitterebbe ancora al maggio 2021, creando un effetto domino con gli altri film dei supereroi Marvel distribuiti da Disney.

Come ben sapranno i fan, nell'Universo Cinematografico Marvel tutto è connesso, quindi pare improbabile che Disney alteri l'ordine dell'attuale piano di uscita del film.

Black Widow potrebbe uscire su Disney+?

Black Widow potrebbe subire lo stesso trattamento riservato a Mulan? Per chi ama il cinema e l'esperienza della grande sala, questo potrebbe essere un brutto colpo, ma sì: la possibilità che Black Widow debutti in streaming non è da escludere.

Qualora i numeri di vendita online di Mulan su Disney+ soddisfacessero i dirigenti Disney, questi potrebbero pensare di far uscire Black Widow anche in streaming e, ovviamente, con un pagamento extra.

Leggi anche

      Cerca