16 cose che non sapevi su La Signora in Giallo

Corymore Productions/Universal Television Un mezzo busto di Angela Lansbury nei panni di Jessica Fletcher

Ecco sedici curiosità su La signora in giallo, la serie che ha visto protagonista Angela Lansbury.

La signora in giallo è una serie che ha contraddistinto gli anni ’80 e ’90. Ma non solo, perché nel corso degli anni ha continuato a godere di un enorme successo, tanto da diventare una serie cult per eccellenza.

La serie, articolata in 264 episodi (più 4 film TV), racconta la storia di Jessica Fletcher, una donna di mezza età che, dopo essere diventata celebre per aver scritto alcuni romanzi gialli, aiuta le autorità a risolvere casi di omicidio, incastrando sempre il colpevole.

Tuttavia, è inutile nascondere il fatto che La signora in giallo non sarebbe la stessa serie se non ci fosse stata la presenza di Dame Angela Lansbury, l’attrice che ha vestito i panni di Jessica Fletcher per ben 12 stagioni, diventando molto amata presso il grande pubblico, anche quello più giovane.

Ecco, allora, sedici curiosità dedicate alla serie cult La signora in giallo.

1) Jessica Fletcher non ha la patente

Corymore Productions/Universal TelevisionUn'immagine che ritrae Angela Lansbury in La signora in giallo

Nel corso dei 264 episodi de La signora in giallo, Jessica Fletcher non guida mai. La famosa scrittrice, infatti, non ha la patente e la si vede sempre in compagnia della sua fedele bicicletta o, al limite, mentre prende mezzi pubblici o viene accompagna da un taxi.

Una particolarità che ha inciso anche sullo svolgimento delle trame nelle varie puntate, evitando scene molto violente o inseguimenti automobilistici.

2) Jessica è contenta della sua vita

All’inizio della serie, Jessica Fletcher viene presentata al pubblico come una donna di mezza età, un’insegnante di inglese in pensione da poco rimasta vedova dell’amato marito Frank e che ha raggiunto il successo di scrittrice quasi per caso.

Nonostante sia una celebrità a Cabot Cove e nel resto del mondo, Jessica non si monta mai la testa e continua a condurre la sua vita di sempre, coltivando le sue più care amicizie (sia nel Maine che nel resto del mondo) e ricordando sempre con affetto il suo caro marito.

3) Quando Jessica Fletcher incontra Magnum P.I.

Corymore Productions/Universal TelevisionUna scena che ritrae insieme i protagonisti de La signora in giallo e Magnum P.I.

Verso la fine degli anni ’80, più precisamente nel 1986, la serie Magnum P.I. non stava viaggiando in buone acque. Dunque, per risollevare gli ascolti della serie si decise di realizzare due episodi crossover con La signora in giallo, serie che in quel periodo godeva di un grandioso successo. Il crossover, infatti, ha luogo prima nell’episodio di Magnum P.I. intitolato Realtà e fantasia (nono episodio della settima stagione), per poi terminare nella puntata Realtà e fantasia - Parte 2 de La signora in giallo (ottavo episodio della terza stagione).

4) Da Cabot Cove a New York

Sin dal primo episodio, gli spettatori hanno modo di conoscere la casa di Jessica Fletcher e la sua collocazione. La scrittrice di romanzi gialli, infatti, ha sempre vissuto al numero 698 di Candlewood Lane, a Cabot Cove, nel Maine. La cittadina americana viene mostrata come un luogo in cui la pesca è l'attività preminente e in cui la biblioteca è uno dei luoghi più amati da Jessica.

Tuttavia, a partire dall’ottava stagione, Jessica diventa insegnante di criminologia a New York, pertanto la maggior parte degli episodi successivi hanno luogo nella Grande Mela. Nonostante il trasferimento, la celebre scrittrice torna spesso nella sua cittadina del Maine.

5) L’abitazione di Jessica Fletcher è nell’assolata California

Sebbene La signora in giallo sia ambientata a Cabot Cove, situata nello stato del Maine, in realtà la gran parte delle riprese è stata effettuata in California, più precisamente della cittadina di Mendocino, distante a circa tre ore d’auto da San Francisco. È proprio qui, infatti, che si trova il Blair House Inn, la villetta in stile vittoriano che è stata usata per riprendere gli esterni della casa di Jessica e che attualmente è un B&B di successo.

6) La signora in giallo e Friends

Verso la metà degli anni ’90, era diventato chiaro come La signora in giallo stesse volgendo alla fine e la CBS intervenne per realizzare la dodicesima ed ultima stagione. La serie, che era sempre andata in onda la domenica sera, vide la sua ultima stagione andare in onda di giovedì, entrando in competizione con diverse serie in ascesa, tra cui Friends.

Questo confronto con la serie che stava appassionato soprattutto le generazioni più giovani, determinò la cancellazione de La signora in giallo, che terminò la sua messa in onda nel 1996.

Tuttavia, proprio durante quest’anno venne realizzato l’episodio L’ultima scena, che si rivelò essere una parodia, nemmeno troppo velata, a Friends: in questa puntata, infatti, Jessica si trova ad Hollywood a risolvere un omicidio avvenuto sul set di una serie fittizia, intitolata Bud, in cui i protagonisti sono un gruppo di ragazzi.

7) Cabot Cove è una cittadina criminale

Corymore Productions/Universal TelevisionUn'immagine che ritrae Jessica Fletcher mentre risponde al telefono in La signora in giallo

Secondo recenti studi, si è arrivati a stimare che nel corso delle dodici stagioni de La signora in giallo siano avvenuti circa 64 omicidi a Cabot Cove, Un fatto piuttosto inconsueto per una cittadina come questa, tanto da avere un alto tasso di criminalità, quasi alla pari di una città metropolitana. 

8) Una serie di futuri talenti

Sono molti gli attori che hanno partecipato, in qualità di guest star, alla serie. Tra di loro, ci sono anche quelli che in futuro sarebbero diventati delle eccellenze nel campo della recitazione, come George Clooney, Courtney Cox, Linda Blair, Joaquin Phoenix, Bryan Cranston e Joseph Gordon-Levitt.

9) Angela Lansbury non è stata solo attrice della serie

Nel corso della settima stagione, La signora in giallo cominciava a perdere il successo che aveva avuto fino a quel momento. Per dare una svolta agli ascolti, Angela Lansbury decise di investire nel programma e di diventarne produttrice esecutiva, dando vita ad una nuova squadra che lavorasse alla serie.

Una delle prime innovazioni fu quella di spostare la storia da Cabot Cove e New York, mostrando Jessica Fletcher in una città giovane, sostituendo la macchina da scrivere con il computer e insegnando criminologia all’università.

10) Tutti gli uomini di Jessica

Corymore Productions/Universal TelevisionUn'immagine che ritrae Jessica e il suo amico Seth mentre cucinano

Nel corso della serie è possibile notare come Jessica stringa facilmente molte amicizie, ma anche quali siano quelle a cui tiene di più. Le persone che le stanno accanto, infatti, sono il dottor Seth Hazlitt, medico di Cabot Cove, il sergente Amos Tupper e il nipote di Jessica, Grady Fletcher (interpretati, rispettivamente, da Matt Decker, Tom Bosley e Michael Horton). In seguito, si aggiungerà anche Mort Metzger (interpretato da Ron Masak), sceriffo di Cabot Cove che sostituisce Amos quando questi va in pensione.

11) Angela Lansbury e la seconda scelta

Sebbene La signora in giallo regalò ad Angela Lansbury un enorme successo, lei fu la seconda scelta. Infatti, inizialmente il ruolo di Jessica Fletcher venne offerto a Jean Stapleton (famosa per la serie TV Arcibaldo) che rifiutò l’offerta, facendo la fortuna della Lansbury.

12) La rivincita delle attrici mature

All’inizio de La signora in giallo, Angela Lansbury aveva 58 anni. Il fatto che un’attrice della sua età fosse riuscita ad avere un ruolo così importante si trasformò in una sorta di rivincita per le attrici più mature che, spesso e volentieri, venivano lasciate da parte o scritturate per ruoli minori.

13) La nascita da una serie fallita

I produttori de La signora in giallo, ovvero Richard Levinson e William Link, era stati a loro volta produttori di una celebre serie TV: Ellery Queen. Trasmessa tra il 1975 e il 1976, la serie durò una sola stagione.

Tuttavia, l’idea di realizzare una serie con protagonista uno scrittore di bestseller gialli in grado di risolvere omicidi era rimasta in mente, tanto da realizzare, con la collaborazione di Peter S. Fischer, La signora in giallo, adattando l’idea al personaggio di Jessica Fletcher.

14) Jessica ringrazia Miss Marple

Corymore Productions/Universal TelevisionUn'immagine che ritrae Jessica Fletcher mentre discute con il sergente Amos in merito ad un omicidio

Nel corso degli anni ’80 una serie che aveva goduto di un grandioso successo in Gran Bretagna era Miss Marple. Sulla scia di questo successo, la CBS pensò di realizzare una serie che potesse richiamare quella inglese, dando vita proprio a La signora in giallo. Tra l’altro, il titolo originale – Murder, She Wrote – riprende quello di un di un film tratto dai racconti di Miss Marple intitolato Murder She Said (Assassinio sul treno in italiano).

15) Una doppiaggio italiano d’eccezione

Il pubblico italiano conosce La signora in giallo grazie anche al doppiaggio da parte di Alina Moradei che ha saputo rendere perfettamente giustizia ad Angela Lansbury. Tra l’altro, non era la prima volta che l’attrice e doppiatrice italiana prestava la voce a Dame Lansbury: infatti, Moradei ha doppiato l’attrice inglese in diverse occasioni, come in Fantasia 2000, I pinguini di Mr. Popper e il film d’animazione Anastasia.

16) Il remake cancellato

Nel corso del 2013, NBC aveva annunciato di aver dato il via al remake de La signora in giallo, una nuova serie che avrebbe visto come protagonista Octavia Spencer. L’attrice, infatti, avrebbe interpretato l’amministratrice di un ospedale con notevoli doti letterarie che, dopo aver auto-pubblicato il suo primo romanzo, inizia a collaborare con dei detective per risolvere alcuni casi di omicidio.

La notizia fece molto scalpore, tuttavia, già all’inizio del 2014, lo stesso network ha annunciato di aver momentaneamente cancellato lo show televisivo.

E voi, cosa pensate di questa serie? Ci sono degli episodi che avete amato particolarmente?

Leggi anche

      Cerca