Luca Guadagnino conferma il cameo di Timothée Chalamet (e non solo) in We Are Who We Are

Sony / Sky Elio e Fraser

Quanto sospettato dai fan di Chiamami col tuo nome su Twitter è realtà: durante la conferenza stampa di We Are Who We Are il regista Luca Guadagnino ha confermato il cameo di Timothée Chalamet, spiegando che non è l'unico presente nella serie.

L'occhio di lince dei fan di Chiamami col tuo nome non sbaglia. Certo ci vuole una vista acuta come quella di un'aquila per intercettare senza "aiutini" il fugace cameo che ha animato Twitter a poche ore dalla messa in onda statunitense della terza puntata di We Are Who We Are, la prima serie televisiva diretta da Luca Guadagnino e prodotta da Sky e HBO. Possibile che quell'ombra, quella confusa macchia gialla e nera che si intravede alle spalle dell'attore e rapper Scott “Kid Cudi” Mescudi sia proprio Timothée Chalamet, il protagonista di Chiamami col tuo nome? 

Una volta diffusasi la voce, la Rete ha dato il meglio di sé, mettendo insieme prove indiziarie come il più consumato dei detective. Il legame più evidente è quello che unisce il giovane attore (che presto vedremo da protagonista nel kolossal Dune) al regista Luca Guadagnino.

È stato il regista italiano infatti ad affidargli la parte di Elio nel film che ha portato entrambi a sfondare a livello internazionale. Nulla di strano dunque se il giovane interprete ha trovato il tempo per andarlo a trovare sul set della serie, in Veneto, durante i tre mesi di lavorazione della stessa. 

Il cameo di Chalamet: sogno o realtà?

I più informati però hanno tracciato un'altra connessione: quella tra Timothée Chalamet e Scott “Kid Cudi” Mescudi, che nella serie di Sky interpreta il padre militare e trumpiano della protagonista Caitlin. È proprio alle sue spalle che vediamo passare il ragazzo che dovrebbe essere Chalamet, mentre Scott stira la propria uniforme a petto nudo. I due sono uniti da un'amicizia di lunga data, tanto che quando ha ottenuto la parte di Richard Scott era convinto che l'amico avesse messo una buona parola per lui con Guadagnino. Timothée Chalamet potrebbe essere andato a trovare non uno, bensì due conoscenti sul set. 

Gli irriducibili sono riusciti addirittura a individuare il fantomatico maglioncino giallo che il giovane indosserebbe nel cameo della serie di Guadagnino, spulciando i video delle interviste e le fotografie rubate dai paparazzi. Follia da fan? Non proprio. Durante la conferenza stampa italiana di presentazione della serie, a domanda diretta, Luca Guadagnino è capitolato dopo qualche minuto: sì, quello individuato dai fan è proprio Timothée Chalamet

Mi hanno fatto vedere che su Twitter qualcuno ha individuato Timothée dietro il personaggio di Scott che stira…è vero, è lui. Dato che è venuto a trovarmi sul set, gli ho detto: “dai, passa davanti alla macchina da presa”. Ci sono venute a trovare più persone, vi invito a scoprire di chi si tratti.

Guadagnino conferma la presenza di altre "sorprese"

In attesa di vedere come procederà la lavorazione dell'attesissimo sequel di Chiamami con il tuo nome, i fan sono già pronti ai blocchi di partenza per individuare il secondo cameo promesso da Luca Guadagnino, che non ha fatto altri nomi in merito. Tutti però si aspettano di veder spuntare alle spalle dei protagonisti il profilo statuario di Armie Hammer, il coprotagonista del film del 2017. E se invece a fare capolino tra le comparse fosse Tilda Swinton, amica intima del regista con cui ha collaborato in numerosi film? 

SkyKid Cudi a Chioggia
Kid Cudi è amico di vecchia data di Timothée Chalamet

Non bisognerà attendere poi molto per scoprire la verità, confidando nell'occhio acuto dei fan: la serie We Are Who We Are sbarcherà in Italia su Sky a partire dal 9 ottobre 2020

  • Sì, il cameo è stato confermato da Luca Guadagnino. 

    L'attore di Chiamami col tuo nome appare per un breve attimo alle spalle del personaggio di Richard mentre sta stirando, passeggiando fuori dalla finestra della sua camera da letto. 

Leggi anche

      Cerca