True Detective: una quarta stagione è possibile? HBO è al lavoro sulla serie con nuovi autori

True Detective avrà una quarta stagione? A quanto pare, HBO non ha intenzione di rinunciare a una delle sue serie di punta e sarebbe al lavoro con nuovi autori per trovare una storia convincente e "il taglio e il tono giusti" per raccontarla.

HBO Matthew McConaughey e Woody Harrelson in True Detective

Sono bastati 8 episodi a True Detective per ottenere lo status di cult. E altrettanti per diventare una delle serie più controverse degli ultimi anni.

Dopo la prima, magnetica stagione con Matthew McConaughey e Woody Harrelson, la seconda ha in gran parte deluso le aspettative dei fan (che per dirla tutta, erano altissime). E così, la terza è stata accolta con meno interesse delle precedenti e una buona dose di scetticismo. Ma alla fine, la storia del veterano Wayne Hays (il due volte premio Oscar Mahershala Ali) e del suo partner Roland West (Stephen Dorff) è riuscita nella non facile impresa di mettere pace tra gli spettatori e la serie.

Per questa ragione, ma più probabilmente per il fatto che True Detective rimane comunque uno dei più grandi successi del network degli ultimi anni, HBO starebbe pensando a una quarta stagione.

In base a quanto scrive Deadline, la rete sta valutando degli autori per un nuovo ciclo di episodi. La serie è stata creata da Nic Pizzolatto, che ha scritto (e prodotto) le prime tre stagioni, l'ultima a 4 mani con David Milch (il creatore di Deadwood). Ma come ricorda Collider, nel 2020 lo scrittore e sceneggiatore ha firmato un mega accordo con FX, di fatto chiudendo la collaborazione con HBO e rendendo abbastanza difficile la sua partecipazione a nuovi progetti del network.

D'altra parte, secondo voci piuttosto consistenti circolate a gennaio 2021 e riportate da The Hollywood Reporter (THR), Pizzolatto starebbe negoziando una conclusione anticipata dell'accordo con FX. A quanto pare, la chiusura del contratto prima della naturale scadenza sarebbe legata alla decisione del network di abbandonare la produzione della serie Redeemer, che avrebbe visto il creatore di True Detective riunirsi con Matthew McConaughey. 

Dopo l'uscita dell'attore dal progetto, FX avrebbe deciso di non portarlo avanti e di "liberare" Pizzolatto, che a tutti gli effetti è legato al network proprio per la serie basata sul romanzo best seller di Patrick Coleman, The Churchgoer.

Al momento, non ci sono aggiornamenti sulla situazione. Ma anche se il creatore di True Detective dovesse tornare disponibile, sembra poco probabile un suo ritorno alla serie che lo ha reso famoso. A tale proposito, il capo dei contenuti di HBO e HBO Max, Casey Bloys, ha dichiarato che il network sta cercando nuove voci:

Posso dire che stiamo lavorando con un paio di autori per trovare il taglio e il tono giusti. Di sicuro, è qualcosa che potrebbe essere molto interessante e penso che potrebbe essere stimolante con una voce nuova. La nostra intenzione è di lavorare nel segno della qualità. Di conseguenza, se ci ritroveremo con script che non rappresentano il nostro pensiero o che non sono di qualità abbastanza alta, non faremo qualcosa solo per farlo. 

Casey Bloys non ha dato indicazioni sui due misteriosi scrittori, ma secondo Deadline potrebbe trattarsi di Lucia Puenzo, co-creatrice del dramma argentino Cromo, e Sam Levinson, autore dell'acclamata serie Euphoria e del recente Malcolm & Marie.

Sarà uno di loro o entrambi a prendere le redini di True Detective? Oppure, ci sarà un colpo di scena e Nic Pizzolatto tornerà alla guida della sua creatura (per la quale, tra l'altro, aveva affermato di avere un'idea per un'eventuale quarta stagione)? Oppure, ancora, la serie non riuscirà a trovare una nuova strada e non ci saranno altre storie?

Per saperlo, non resta che aspettare...

Leggi anche

      Cerca