Film simili a Maze Runner: per chi ama le distopie e i misteri

Avete amato la serie distopica di Maze Runner? Vi sentite orfani della trilogia cinematografica tratta dai libri di James Dashner? Se sì, qui di seguito troverete una lista di film che riprendono le tematiche e le atmosfere dei film diretti da Wes Ball.

20th Century Fox Film per chi ama la serie di Maze Runner

Correva l'anno 2014 quando nelle sale cinematografiche arrivava per la prima volta Maze Runner. Con il sottotitolo Il labirinto, adattamento per il cinema dall'omonimo libro scritto da James Dashner, il film diretto da Wes Ball sarà il primo capitolo di una serie di tre. Sempre lo stesso regista, infatti, porterà al cinema nuovamente i fan della saga prima nel 2015 con La fuga e poi, per un'ultima volta, nel 2018 con La rivelazione, entrambe pellicole sequel adattate ancora dai lavori di Dashner.

Il mondo futuristico e distopico dove la trilogia di Maze Runner prende vita sarà un arduo terreno di prova e di formazione personale per i personaggi adolescenti interpretati da giovani attori alla ribalta come Dylan O'Brian, Kaya Scodelario, Thomas Brodie-Sangster, Will Poulter. Nel corso dei vari film qualcuno lascerà gli spettatori, mentre qualcun altro farà il suo ingresso nella serie e quindi nelle grazie, o nell'odio, degli spettatori. In ogni caso la serie, che ha conosciuto momenti di alti e bassi tra ricezione critica e consenso del pubblico, ha rappresentato tutto sommato un importante successo economico al botteghino.

Per gli orfani della saga cinematografica, che attualmente non prevede adattamenti dagli altri lavori di Dashner che comprendono anche due prequel e uno spin-off, qui di seguito è stilata una raccolta di film affini per tematiche e ambientazione a Maze Runner. Tra scelte più strettamente collegate alla natura teen di questa trilogia e alcune proposte più autoriali che possono rivelarsi una piacevole scoperta, troverete di certo qualcosa con cui trascorrere la serata.

1) Divergent, la serie

Se siete arrivati sin qui alla ricerca di un valido rimpiazzo per la serie di Maze Runner, non si può non iniziare questa lista con una trilogia estremamente affine come quella di Divergent. Anche stavolta i tre film, Divergent del 2014 diretto da Neil Burger, Insurgent del 2015 e Allegiant del 2016 entrambi per la regia di Robert Schwentke, sono tratti dagli omonimi romanzi scritti da Veronica Roth. In realtà era in programma un quarto film della serie, seconda parte di Allegiant previsto per l'uscita nel 2017 e poi cancellato per gli scarsi successi al botteghino ottenuti dalla pellicola precedente.

In ogni caso, la trilogia vede nei panni dei protagonisti Tris e Quattro rispettivamente interpretati da Shailene Woodley e Theo James, affiancati nel corso del tempo da attori del calibro di Zoe Kravitz, Miles Teller, Kate Winslet, Octavia Spencer, Ansel Elgort. Durante i tre film i ragazzi intraprenderanno un percorso formativo in una post-apocalittica Chicago dove tutte i giovani vengono selezionati per essere inseriti in una specifica categoria di "servitori" della civiltà rimasta, pronti a sovvertire le regole imposte dallo status quo per trovare la propria strada.

2) Total Recall

Nel 2012 Len Wiseman gira Total Recall, film remake di Atto di forza del 1990, pellicola a sua volta ispirata al racconto sci-fi Ricordiamo per voi di Philip K. Dick, autore di romanzi fantascientifici tra i più fondamentali del novecento. Siamo agli sgoccioli del XXI secolo e dopo che una guerra chimica ha reso inospitale la maggior parte del pianeta Terra rimangono abitabili solamente due zone, l'Unione Federale di Britannia e la Colonia. Colin Farrell è il protagonista di un thriller intenso snocciolato tra le trame di intrighi politici e complotti sospesi tra chi controlla e chi è controllato.

A mescolare ulteriormente le carte in tavola c'è il progressivo assottigliarsi della linea che separa ciò che è reale e ciò che invece è solo una proiezione mentale, sintomo di un'errata procedura di impianto di ricordi alla quale il personaggio di Farrell si sottopone come forma d'evasione personale durante il film. L'ambientazione non sarà quella marziana dell'originale con Arnold Schwarzenegger, ma Total Recall è una valida alternativa per chi voglia tuffarsi in un solido racconto distopico e adrenalinico.

3) The Host

Nel 2013 il regista neozelandese Andrew Niccol porta nelle sale cinematografiche The Host, da lui scritto e diretto. Il film è un adattamento del romanzo di fantascienza scritto da Stephenie Meyer e narra di come la Terra in un futuro non troppo distante sia stata colonizzata dalle Anime, alieni che hanno reso i corpi degli esseri umani come dimore per viaggiatori che arrivano dallo spazio interplanetario.

Protagonista del film è la Melanie di Saorsie Ronan, ai tempi ancora agli inizi della propria carriera, scissa nel doppio ruolo dell'umana assieme al fratellino Jamie (Chandler Canterbury) e dell'aliena Wanda. In un mondo ripulito e rigenerato dalla presenza degli alieni, la specie umana è stata però ridotta sempre più al minimo e Melanie lotta per mantenere la propria indipendenza dall'influenza degli invasori che bramano il suo corpo come involucro da riempire.

4) Children of Men

Siamo ancora in un mondo post-apocalittico e distopico di orwelliana memoria, ma con Children of Men vogliamo offrire una scelta leggermente più autoriale di quelle viste sino ad ora. Il film diretto da Alfonso Cuaron e uscito nei cinema nel 2006 è una delle migliori pellicole del genere e uno dei lavori più validi del regista messicano premio Oscar. Siamo nel Regno Unito del 2027 e una inspiegabile infertilità ha colpito il genere umano bloccando per sempre le nascite e condannando l'umanità all'estinzione.

Clive Owen interpreta Theo, un uomo che vive ai margini della lotta politica e dell'impegno sociale contro uno stato di polizia che impone rigide regole di comportamento e condanna la nazione a un perenne vivere sotto legge marziale. Improvvisamente Theo si ritroverà a condividere un'avventura assieme a una giovane donna di cui non sa nulla e che è portatrice di un segreto in grado di cambiare per sempre le sorti di una specie senza più fiducia. Un film imperdibile.

5) Hunger Games, la serie

Andiamo ora ad accostarci ad un'altra importantissima saga cinematografica che ha segnato intere generazioni e riscosso moltissimi consensi a livello di pubblico. Parliamo stavolta di Hunger Games, tratta dalla serie post-apocalittica in tre romanzi scritta da Suzanne Collins e portata sui grandi schermi a partire dal 2012 con il primo film diretto da Gary Ross, prima di venir rilevato alla regia da Francis Lawrence per i successivi La ragazza di fuoco (2013) e Il canto della rivolta 1 (2014) e 2 (2015).

Protagonista della saga è Katniss Everdeen nei cui panni si cala Jennifer Lawrence, la cui popolarità da attrice è incrementata moltissimo nel corso degli anni di pari passo con l'uscita dei film. Pellicole che vedono la prescelta del distretto 12 combattere la tirannia di Capitol City per liberare dal suo giogo tutti gli abitanti degli altri distretti spinti in condizioni pari alla schiavitù. Se sentite la mancanza di Maze Runner e del percorso dei suoi protagonisti, di certo non potete mancare Hunger Games.

6) La quinta onda

La quinta onda (in original The 5th Wave) è un thriller fantascientifico post-apocalittico diretto da J Blakeson nel 2016 e adattato dal romanzo omonimo di Rick Yancey. Chloë Grace Moretz interpreta la teenager Cassie Sullivan, protagonista di un racconto che vede la giovane vivere, o sopravvivere, in un mondo portato al collasso dall'avvento della minaccia aliena degli Altri. Le creature, durante una serie di attacchi denominati per l'appunto Onde, hanno prima piegato le difese degli umani per poi condurli sull'orlo dell'estinzione.

In una intensa e impari lotta volta al cercare di scampare una minaccia che si annida sempre presente nell'ombra, quello di Cassie è un percorso orientato soprattutto a preservare la speranza che è il vero motore per mantenere salda la volontà di sopravvivere.

7) In Time

Il tempo non è solo denaro, ma in In Time è anche letteralmente vita. Il film, diretto ancora da Andrew Niccol, è uscito nei cinema nel corso del 2011 ed è ambientato in un mondo distopico (siamo nel 2169) dove le persone sono geneticamente programmate per invecchiare fisicamente fino ai 25 anni. Da lì, un timer parte sul braccio di ogni individuo che segna un tempo restante di un anno al termine del quale la persona muore all'istante e che può essere esteso tramite un baratto di tempo che ora rappresenta una vera e propria valuta.

Justin Timberlake e Amanda Seyfried formano una coppia da "partner in crime" che lotta letteralmente contro il tempo per sovvertire l'ordine stabilito delle cose dove i ricchi vivono quasi eternamente e i poveri muoiono precocemente in gioventù. Un'avventura adrenalinica e riflessiva da uno dei registi contemporanei che meglio ragiona in ottica delle distopie a sfondo fantascientifico.

8) Battle Royale

Ci spostiamo ora in Giappone per un'altra proposta che esce parzialmente dai confini per offrire un'esperienza alternativa ma affine al percorso delineato. Parliamo di Battle Royale, film diretto da Kinji Fukasaku nel 2000 e basato sull'omonimo romanzo di Koushun Takami. Il film è ambientato in un Paese asiatico non meglio specificato dove il governo costringe, ogni anno, dei giovani scelti dagli istituti scolastici per combattere tra di loro all'ultimo sangue così come stabilito dal Millennium Educational Reform Act.

La pellicola venne fortemente discussa all'uscita in Giappone e divenne un grandissimo successo commerciale che segnò profondamente l'opinione pubblica. In particolare lo fece per la critica che Battle Royale pone nell'inquadrare l'inadeguatezza della popolazione adulta e nel suo sapersi porre nei confronti delle dinamiche moderne della gioventù. Tra i protagonisti del film c'è l'iconico Takeshi Kitano, nei panni di un professore-carnefice dei ragazzi scelti per affrontarsi a morte nell'isola-arena. Da non perdere.

9) Ender's Game

Harrison Ford e Asa Butterfield sono i due protagonisti di Ender's Game, uscito nel 2013 per la sceneggiatura e regia di Gavin Hood e trasposizione cinematografica del romanzo post-apocalittico-fantascientifico Il gioco di Ender di Orson Scott Card scritto nel 1985. In un futuro dove la Terra è stata attaccata dalla razza aliena dei Formic, che ha ucciso milioni di persone durante la sua incursione, l'umanità si prepara a un contrattacco al mondo natio delle creature.

Molti giovani cadetti vengono reclutati nelle fila della Flotta Internazionale che addestra queste nuove leve militari affinché possano rappresentare la colonna portante dell'esercito che guiderà il futuro assalto contro i Formic. Tra questi c'è Andrew Wiggin (Butterfield), che nel corso del tempo affinerà sempre di più le proprie abilità di combattimento e finirà per scoprire una sconvolgente verità che cambierà le sorti della propria (e non solo) esistenza per sempre.

10) Equlibrium

Facciamo un tuffo nel 2002 e andiamo a ripescare una pellicola distopica a basso budget scritta e diretto da Kurt Wimmer: Equilibrium. Il film vede nei panni del protagonista Christian Bale, agente governativo di un nuovo regime dittatoriale instaurato al fine di preservare la poca umanità rimasta dopo che un conflitto mondiale nucleare ha spazzato via quasi del tutto la specie umana. Sotto la guida del carismatico e misterioso Padre, gli esseri umani hanno deciso di privarsi delle emozioni inibendole tramite l'assunzione di una droga, il Prozium.

Girato quasi interamente tra Berlino e il quartiere EUR di Roma, Equilibrium vede tra i propri protagonisti anche Sean Bean e si districa in un gioco di tradimenti e di cacce all'uomo che porteranno John Preston, il personaggio interpretato da Bale, ad assumere una nuova prospettiva sulle cose e ad ampliare i propri orizzonti personali.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca