È morto Ronald DeFeo Jr., il serial killer che ha ispirato la saga di Amityville Horror e alcune scene di The Conjuring 2

Il serial killer Ronald DeFeo è morto a 69 anni. Ma chi era? Con il massacro della sua famiglia, compiuto nel 1974 in circostanze mai del tutto chiarite, ha ispirato la saga di Amityville Horror e anche alcune scene di The Conjuring 2.

American International Pictures I protagonisti di Amityville Horror

Il massacro della famiglia DeFeo nella villa al 112 Ocean Avenue di Amityville, a Long Island, avvenuto nella notte tra il 12 e il 13 novembre del 1974, non solo ha scosso profondamente gli Stati Uniti, ma ha finito con l'ispirare diversi racconti e film dell'orrore. Il responsabile della mattanza, Ronald DeFeo Jr., è stato arrestato e condannato a 25 anni di carcere per ciascuno dei genitori e dei 4 fratelli uccisi. Ma nonostante la confessione dell'uomo, sul caso sono rimaste molte ombre. E adesso, la speranza di scoprire tutta la verità su ciò che è accaduto quella notte, probabilmente è svanita per sempre.

Un portavoce dell'istituto di detenzione Sullivan Correctional Facility ha annunciato che Ronald DeFeo Jr. è morto il 12 marzo 2021, mentre si trovava all'Albany Medical Center. Al momento, le cause del decesso non sono note, così come non si sa perché il serial killer, che aveva 69 anni, fosse ricoverato in ospedale. Tuttavia, le autorità penitenziarie hanno annunciato che, se l'ufficio di Medicina legale della Contea di Albany darà l'autorizzazione, verranno condivise maggiori informazioni, insieme ai risultati dell'autopsia.

Ma chi era Ronald DeFeo Jr. e in che modo è collegato a un "classico" del genere horror come la saga di Amityville e alla più recente pellicola The Conjuring 2?

Chi era Ronald DeFeo Jr.

Ronald DeFeo Jr. era il primogenito dei coniugi Ronald e Louise DeFeo e il maggiore dei 5 figli della coppia: Dawn, Allison, Marc e John. Il padre ha fatto fortuna con l'attività di rivenditore di automobili e nel 1965 la famiglia si è trasferita da Brooklyn alla villa al 112 Ocean Avenue di Amityville.

I DeFeo conducevano una vita agiata, ma dietro l'apparenza luccicante si nascondevano diversi problemi. Il capofamiglia era un uomo autoritario e violento, che spesso picchiava la moglie e i figli. Ronald Jr. era il preferito del padre, ma proprio per questo era quello preso di mira più di frequente.

Il giovane era anche vittima del bullismo dei compagni di scuola e con il passare degli anni ha iniziato a presentare disturbi comportamentali, con frequenti scatti di collera. Per un po', i genitori hanno cercato di aiutare il figlio, fissando degli incontri con uno psichiatra. Ma dopo che Ronald Jr. ha dichiarato di stare bene, le visite si sono interrotte.

Naxalovka123 is licensed under CC BY-SA 4.0Due scatti che mostrano la casa di Amityville e Ronald DeFeo Jr.
La casa di Amityville e Ronald DeFeo Jr. in due foto d'archivio

La famiglia ha provato un nuovo approccio, concedendo al primogenito qualunque cosa desiderasse e garantendogli un tenore di vita molto elevato. Ma i problemi non sono spariti, al contrario sono esplosi. Ronald Jr. ha iniziato ad assumere droga e i suoi accessi d'ira sono peggiorati, fino a che ha tentato di sparare al padre con un fucile.

L'uomo si è convinto che il figlio fosse il diavolo e ha intensificato la frequentazione della chiesa locale, riempiendo la casa e il giardino di simboli sacri. Per tutta risposta, Ronald Jr. ha rapinato con un complice il concessionario del padre. La tensione tra i due è cresciuta ancora, fino a che il giovane ha sterminato la famiglia nel sonno.

Ronald Jr. ha fornito diverse versioni del massacro, rendendo difficile appurare la verità. A un certo punto, ha anche dichiarato di essere stato "guidato" da alcune voci, che aveva già sentito in precedenza.

Per quanto bizzarra (e inquietante), la dichiarazione non è servita al giovane a ottenere l'infermità mentale e Ronald Jr. è stato (di fatto) condannato al carcere a vita. Ma le tante ombre e i risvolti misteriosi del caso hanno finito per creare una leggenda sulla casa e ispirare diverse storie dell'orrore.

I libri e i film ispirati al caso di Ronald DeFeo Jr.

Il massacro nella villa al 112 Ocean Avenue è alla base della saga "(s)cult" di Amityville Horror. Ma a sua volta, il franchise cinematografico nasce dall'adattamento di un'opera letteraria.

Nel 1977, lo scrittore Jay Anson ha pubblicato il romanzo Orrore ad Amityville (The Amityville Horror). Il libro racconta la storia vera di George e Kathy Lutz e dei tre figli di lei, che si trasferiscono nella casa dei DeFeo un anno dopo il massacro compiuto da Ronald Jr. e finiscono per essere risucchiati in una spaventosa spirale di eventi sovrannaturali. I Lutz resistono nella villa al 112 Ocean Avenue per 28 giorni, prima di fuggire in preda al terrore, dichiarando di avere vissuto delle esperienze demoniache.

Due anni dopo, il libro di Jay Anson è stato adattato nel (quasi) omonimo film, #Amityville Horror, che ha dato inizio a una saga composta da 7 sequel, un remake (anch'esso intitolato Amityville Horror) e altre 3 pellicole ispirate in vario modo al romanzo.

Poster Amityville Horror
FILM

Amityville Horror

1979
Vota!
  • Genere: Horror
  • Regia: Stuart Rosenberg
  • Sceneggiatura: Sandor Stern, Jay Anson
  • Cast: James Brolin, Margot Kidder, Rod Steiger, Don Stroud, Murray Hamilton guarda tutto il cast

In particolare, il secondo film del franchise, Amityville Possession, è basato sul libro Murder in Amityville, pubblicato nel 1979 dallo scrittore Hans Holzer, ed è un prequel che ricostruisce in maniera romanzata la storia dei DeFeo. Nella pellicola diretta nel 1982 da Damiano Damiani, i Montelli si trasferiscono nella casa al 112 Ocean Avenue e ben presto si trovano ad affrontare una serie di spaventosi eventi inspiegabili. La situazione precipita quando il figlio maggiore, Sonny, viene posseduto da un'entità maligna, che lo spinge ad avere un rapporto incestuoso con la sorella e poi a sterminare la famiglia.

Di fatto, sia il libro di Hans Holzer che il film di Damiano Damiani abbracciano la tesi di una presenza demoniaca nella casa di Amityville, che avrebbe portato alla follia Sonny Montelli/Ronald DeFeo Jr. Del resto, il dibattito tra sostenitori del paranormale e scettici sulla villa al 112 Ocean Avenue e sulla vicenda dei Lutz è apertissimo e ha visto intervenire anche i celebri esperti di demonologia e fenomeni paranormali Ed e Lorraine Warren (la cui storia è stata raccontata nel documentario Devil’s Road: The True Story of Ed and Lorraine Warren).

Alcuni casi affrontati dalla coppia sono stati portati sullo schermo nei film The Conjuring - L'evocazione e The Conjuring - Il caso Enfield (che avranno un seguito in The Conjuring - Per ordine del Diavolo e hanno generato un universo condiviso, nei quali si collocano Annabelle, Annabelle 2: Creation, Annabelle 3 e The Nun - La vocazione del male). E nel secondo capitolo della saga, c'è proprio un riferimento alla vicenda di Ronald DeFeo Jr. (potete vedere la scena nel video qui sotto).

Nel film, i Warren sono chiamati a dare la loro opinione sulla vicenda dei Lutz e la casa di Amityville. Durante una trance, Lorraine "rivive" il massacro della 1974 e vede una spaventosa suora demoniaca che trafigge Ed con un palo di legno. La visione non solo introduce il terrificante antagonista della storia, oltre che personaggio ricorrente del franchise, il demone Valak, ma di fatto "conferma" una volta di più la natura sinistra della villa al 112 Ocean Avenue.

Almeno, per quanto riguarda la finzione sullo schermo. Nella realtà, il mistero dell'"orrore di Amityville" non ha ancora una soluzione certa...

Fonti: New York Times, CNN, History vs Hollywood

Photo text credits: "File:Amityville house - Ronald DeFeo Jr.jpg" by Naxalovka123 is licensed under CC BY-SA 4.0

Leggi anche

      Cerca