Zero: il trailer con un brano inedito di Mahmood anticipa una storia di amicizia, amore ed emozioni

Ormai manca poco. Il 21 aprile 2021, la serie Zero debutterà su Netflix. Il servizio di streaming porta gli spettatori alla scoperta della storia e dei protagonisti con un trailer scandito da un brano inedito di Mahmood.

Quanto è difficile trovare il proprio posto nel mondo, ancora di più quando si è un adolescente di colore in una società intrisa di pregiudizio? Il trailer ufficiale di Zero alza il sipario sulla nuova serie italiana di Netflix, che sfrutta l'espediente dei superpoteri per raccontare una storia molto contemporanea di amicizia, amore ed emozioni.

A scandire l'anteprima della vicenda del giovane protagonista è un brano inedito di Mahmood, che l'artista ha scritto insieme a Davide Petrella e Dario Faini (in arte Dardust), anche produttore del pezzo. Il nuovo singolo, intitolato semplicemente e significativamente Zero, sarà la sigla di chiusura della serie a farà parte del nuovo album di Mahmood in uscita a primavera. L'inedito del vincitore del Festival di Sanremo 2019 è il secondo svelato da Netflix dopo 64 barre di paura di Marracash ascoltato nel teaser e contribuisce a comporre una colonna sonora che comprende diversi artisti di primo piano del panorama italiano e internazionale contemporaneo.

Mahmood non ha "solo" composto un pezzo originale per la nuova produzione Netflix, ma ha ricoperto anche il ruolo di music supervisor per l'ultimo episodio, occupandosi della selezione musicale che accompagna la storia di Zero verso la conclusione.

NetflizZero: poster
Zero è un racconto contemporaneo di formazione, amicizia, amore e avventura

La serie in 8 episodi in arrivo il prossimo 21 aprile 2021 è liberamente ispirata al romanzo Non ho mai avuto la mia età del giovane autore emergente Antonio Dikele Distefano, che l'ha scritta insieme a Stefano Voltaggio, Massimo Vavassori, Carolina Cavalli e Lisandro Monaco. Creata da Menotti (aka Roberto Marchionni, co-autore di Lo chiamavano Jeeg Robot) e diretta da Paola Randi, Ivan Silvestrini, Margherita Ferri e Mohamed Hossameldin, Zero offre uno sguardo diverso, unico e originale su Milano e si propone di portare gli spettatori alla scoperta di un "mondo ricco e variegato di culture sottorappresentate".

Il fulcro della storia è Omar/Zero, un ragazzo che si trova di continuo a fare i conti con i pregiudizi e l'indifferenza delle persone che ha intorno e si sente sempre fuori posto. Fino a che un giorno scopre di poter diventare invisibile. Omar/Zero non è un supereroe, ma quando il quartiere alla periferia di Milano nel quale è cresciuto, il Barrio, si trova ad affrontare una misteriosa minaccia, decide di usare il suo potere per salvarlo.

Nella sua battaglia, incontra l'amicizia di Sharif, Inno, Momo e Sara e qualcosa che (forse) potrebbe essere amore. E mentre impara a conoscere e usare l'incredibile dono che ha ricevuto, inizia a capire meglio sé stesso e cosa vuole davvero.

Prodotta da Fabula Pictures con la partecipazione di Red Joint Film, Zero conta su un cast di giovani talenti italiani di prima e seconda generazione e vede Giuseppe Dave Seke nel ruolo di Omar/Zero, Haroun Fall in quello di Sharif, Madior Fall nei panni di Inno, Richard Dylan Magon nella parte di Momo e Daniela Scattolin in quella di Sara. 

Leggi anche

      Cerca