10 cose da ricordare prima di vedere la stagione 4 di Élite

Dalla morte di Marina a quella di Polo, dall’amore tra Samuel e Carla a quello tra Omar e Ander. Un piccolo recap di cose da tenere a mente prima della nuova stagione.

Netflix Il cast di Élite

Élite è una delle serie Netflix più viste degli ultimi anni. L’universo patinato di Las Encinas e gli amori folli e disperati del gruppo di liceali ha conquistato tutti, non solo gli adolescenti, e da subito ci siamo ritrovati persi per gli intrighi, le cotte, le love story tra i protagonisti.

La quarta stagione di Élite, tanto attesa a causa dei rallentamenti produttivi dovuti al Covid-19, segnerà una chiara svolta rispetto a quello che abbiamo visto finora. Come mai?

Innanzitutto perché i liceali non sono più liceali. Ormai si sono diplomati e la morte di Polo alla festa finale ha chiuso un cerchio di segreti, crimini, sparizioni e omicidi. È come se tutti i conti fossero stati chiusi, ma adesso che la storia sta per ricominciare forse si riaprirà qualche discorso rimasto in semi-sospeso.

E poi perché la produzione ha operato un ricambio del cast. Tanti attori hanno lasciato la serie, tra cui la stella Ester Expòsito, che tornerà comunque per i corti che anticipano la nuova stagione e raccontano l’estate dopo il diploma. Vedremo delle new entry e delle nuove storie, che racconteranno di adulti pronti a inserirsi all’università o nel mondo del lavoro.

Prima di scoprire cosa succederà, però, si potrebbe fare un utile “punto della situazione”, per riprendere le fila del discorso e fare un piccolo ripasso sulle stagioni precedenti. Ecco i fatti fondamentali accaduti dal primo all’ultimo episodio, da annotare sul proprio taccuino.

1 – Marina è stata uccisa da Polo

Vi ricordate Marina Nunier? La ragazza di cui si era innamorato Samuel, interpretata da Maria Pedraza? Capelli rossi, sieropositiva, animo tormentato, era una liceale-ballerina figlia di un pezzo grosso delle industrie di Madrid. Marina non ricambiava l’amore di Samuel e si era messa con Nano, suo fratello. Quest'ultimo è un piccolo criminale che aveva rubato un prezioso orologio a casa del padre di Carla per assicurarsi una somma utile alla fuga con la sua ragazza. Quell’orologio però era più importante di quanto sembrasse, perché conteneva dei segreti scottanti.

Polo, maltrattato e bistrattato da Carla, voleva provare a recuperare la refurtiva, per essere degno di lei. Dopo la consegna del premio come Miglior studentessa dell’anno, Marina si era spostata in piscina, dove aveva trovato appunto Polo. Lui aveva cercato di convincerla ad aiutarlo a riprendere l’orologio sottratto da Nano, ma lei aveva cercato di aprirgli gli occhi, di fargli capire che Carla lo stava solo usando e prendendo in giro.

Toccare questo nervo scoperto aveva fatto perdere la testa a Polo, che in un raptus aveva colpito la ragazza alla testa proprio con il trofeo che le avevano appena consegnato, uccidendola.

NetflixMarina e Samuel nella prima stagione di Elite
Marina e Samuel nella prima stagione

2 – Carla aveva convinto Polo e Christian a non raccontare la verità sulla morte di Marina

Per proteggere se stessa e suo padre, Carla aveva cancellato le prove e convinto i due ragazzi, suoi amanti, a mentire alla polizia. Christian sembrava il più inaffidabile, ma un gravissimo incidente in moto (probabilmente non casuale) l’ha messo completamente fuori gioco. Il tormento di Polo, invece, si è protratto per il resto della storia, fino al tragico epilogo della terza stagione.

NetflixUna scena con Carla di Elite
Carla insabbia le prove

3 – Lu e Nadia da nemiche ad amiche

Fin dal primo giorno di Nadia, borsista musulmana a Las Encinas, lei e Lucrecia detta Lu si sono contese tutto: il posto da prima della classe e Guzmán, fidanzato di Lu di cui si è innamorata anche Nadia. Tra ricatti, vendette e ripicche, le due sono arrivate al diploma senza smettere di combattere, considerato che entrambe ambivano a una prestigiosa università per cui era disponibile solo una borsa di studio, vitale sia per l'una che per l'altra perché il padre di Lu le aveva tagliato i fondi, dopo la scoperta della storia con suo fratello.

Poi, però, alcune drammatiche vicissitudini hanno avvicinato le due ragazze, fino ad arrivare a competere lealmente e a mettere da parte il passato. Alla fine la borsa di studio è stata raddoppiata ed entrambe sono partite per gli Stati Uniti. Il cuore di Guzmán, però, lo ha conquistato Nadia.

Netflix Nadia e Lu in una scena di Élite
Nadia e Lu rivali e (alla fine) complici

4 – Samuel ha avuto due grandi amori

Il primo, per Marina, non era corrisposto. Il secondo, per Carla, è stato inquinato dai sotterfugi, dai ricatti, dalla determinazione del ragazzo a scoprire la verità e scagionare suo fratello, principale indiziato per l’omicidio della ragazza.

Tra i due il fuoco è bruciato da subito, quando la marchesina aveva avvicinato il compagno di classe per provare a scoprire i suoi segreti e bloccare le indagini, ma non hanno potuto vivere una vera relazione. Eppure quel loro avvicinamento ha lasciato il segno e uno dei corti pre-nuova stagione è dedicato proprio alla storia tra Carla, che uscirà di scena, e Samuel.

5 – Cayetana ha tentato la scalata sociale

Non dimentichiamolo mai, Élite – come dice il titolo stesso – parla di differenze sociali e tutto quello che abbiamo visto (amori, dolori, omicidi, sparizioni) ruota proprio intorno al tema portante.

Simbolo della lotta di classe è anche Cayetana, figlia di una donna delle pulizie, che si inventa di essere benestante per farsi accettare dal gruppo dei compagni di classe. Cayetana proverà ad avvicinarsi a Lu, con cui stringerà un’amicizia, e poi a Polo, di cui diventa la fidanzata. Poi costruiranno un ménage a tre con Valerio, una vera e propria relazione.

Consapevole di avere un’assicurazione sul futuro a fianco del ricco Polo, Cayetana nasconde le prove di colpevolezza del ragazzo, ma alla fine – dopo la sua morte – forse si pente delle proprie macchinazioni e rifiuta la borsa di studio che le hanno proposto le madri del fidanzato. L’ultima scena della terza stagione la vede intenta a pulire il pavimento.

NetflixUna scena di élite con Cayetana e Valerio
Cayetana vive una relazione a tre con Polo e Valerio

6 – Ander si è innamorato di Omar e si è ammalato

Le prime tre stagioni di Élite hanno raccontato anche il coming out di Ander e la sua storia d’amore con Omar.

Il fratello di Nadia è musulmano e la sua religione vieta le pratiche d’amore e di sesso tra uomini, cose che scatenano anche le ire di suo padre, molto conservatore. Alla fine però Omar e Ander riusciranno a vivere la loro relazione ma, quando tutto sembra andare per il meglio, Ander scopre di essere malato di leucemia.

Questa condizione lo allontana dal fidanzato, che tiene a distanza perché non vuole la sua compassione. Parallelamente, il ragazzo si rende conto della colpevolezza di Polo, il suo migliore amico, riguardo alla morte di Marina, e vive dilemmi laceranti. Alla fine la sua malattia è in remissione e così riprende la relazione con Omar.

NetflixAnder in una scena di Elite
Ander vive grandi difficoltà

7 - Carla è cambiata

Era una ragazza senza scrupoli, ma poi il ricatto della sua famiglia, che rischiava di cadere in rovina, le ha fatto aprire gli occhi, insieme alla storia con Samuel.

Piano piano Carla si è trasformata, ha sofferto l’obbligo di dover stare con il ricco Yeray per aiutare suo padre e ha cercato di dire la verità su quanto era successo a Marina.

Dopo innumerevoli liti di Samuel, da cui si è sentita usata e tradita, il cerchio si chiude con la morte di Polo. Carla è pronta per partire: studierà all’estero. Ma come si concluderà la relazione con Samuel? Questa storia sarà affidata a uno degli short movies.

NetflixCarla in una scena di Élite
Abbiamo scoperto una nuova Carla

8 – Lu ha ucciso incidentalmente Polo

Polo è morto durante la festa di fine anno.

A ucciderlo è stata Lu, senza volerlo, con dei vetri rotti di una bottiglia di champagne.

Ferito mortalmente, il ragazzo trova riuniti tutti i suoi (ex) amici e riceve il perdono di Guzmán per la morte di sua sorella Marina. Prima che arrivi la polizia, il gruppo dei ragazzi decide di inquinare le prove e le deposizioni, incolpandosi gli uni con gli altri per creare confusione e salvare Lu dall’accusa di omicidio. Questa “prova di maturità” – agghiacciante – è una scelta difficile che traghetta i ragazzi verso l’età adulta. Per un attimo svaniscono le differenze sociali e tutti si uniscono per difendere una compagna.

NetflixLu in una scena di Élite
Lu ha ucciso Polo

9 – Rebeka ha vissuto la spirale di un amore non corrisposto

Figlia di una narcotrafficante, con le possibilità di pagare la retta di Las Encinas grazie ai soldi della droga, Rebeka si è avvicinata molto a Samuel, per capire che per lui sarebbe potuta essere solo un’amica. Poi anche lei passa al lato oscuro, per recuperare soldi utili, e comincia a spacciare.

Alla fine ha dovuto accettare che per Samuel ormai esisteva solo Carla, a cui ha venduto deliberatamente la droga per farla cadere in un tunnel malsano.

NetflixUna scena di Élite con Rebeka
Rebeka, la ragazza kitsch vittima di un amore impossibile

10 – Samuel vuole diventare avvocato

La tragica fine di Marina, l’incriminazione di suo fratello e tutto quello che ne è conseguito, inclusi i colloqui ripetuti con la polizia, hanno fatto capire a Samuel quale potrebbe essere la sua strada. La giustizia è qualcosa che sente molto vicino a sé e per questo sceglie di studiare Giurisprudenza.

NetflixSamuel in una scena di Élite
Il futuro di Samuel

La nuova stagione di Élite, in arrivo il 18 giugno su Netflix, sarà densa di colpi di scena, in attesa della quinta, già in lavorazione. Non vediamo l'ora di scoprire cosa succederà.

Leggi anche

      Cerca