Il Trono di Spade come l'MCU, il sogno di George R.R. Martin

Autore: Giuseppe Benincasa ,
News
1' 30''
Copertina di Il Trono di Spade come l'MCU, il sogno di George R.R. Martin

È pronta al debutto la serie prequel de Il Trono di Spade, House of the Dragon (dal 22 agosto su Sky) ma ci sono in lavorazione anche altri progetti come lo spin-off su Jon Snow.

Mentre l'universo televisivo de Il Trono di Spade si allarga con nuovi progetti, l'autore del romanzo principale George R.R. Martin ha espresso a The Hollywood Reporter la sua idea per trasformare il mondo del Trono di Spade in un universo condiviso come quello del Marvel Cinematic Universe. La conversazione è iniziata con Martin che idealmente ha scelto il suo posto al tavolo dei grandi dietro il progetto.

Advertisement

Il giornalista di THR ha chiesto a Martin come si identificasse tra Stan Lee (Marvel), George Lucas (Star Wars) o Gene Roddenberry (Star Trek). Martin ha risposto di non voler essere Stan Lee poiché a livello cinematografico Lee non aveva nessun potere ed era usato, secondo Martin, da Marvel Studios solo per i camei e per fare da presenza alle convention dei fan. Sugli altri nomi, non ha saputo decidere ma si è detto certo di volere avere una importanza decisionale all'interno dei progetti legati alla sua opera.

Advertisement

Sul trasformare Il Trono di Spade nel Marvel Cinematic Universe, Martin ha una idea ben precisa:

Il MCU ha The Avengers, ma ha anche qualcosa di insolito come WandaVision. È quello che spero di poter fare con questi altri nuovi show de Il Trono di Spade, in modo da avere una varietà di serie che metta in mostra la storia di questo mondo. Le competizioni per sedere sul Trono di Spade possono essere molte.

Quindi secondo Martin tutte le serie potrebbero fluire in un unico grande evento per la conquista del Trono di Spade (anche dopo la fine della serie principale andata in onda per 8 stagioni dal 2011 al 2019.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

George R.R. Martin: "Mi hanno tagliato fuori dalle ultime stagioni di GOT"

Leggi cosa ha dichiarato George R.R. Martin in merito al suo ruolo nella produzione delle ultime stagioni de Il trono di spade
Autore: Giulia Angonese ,
George R.R. Martin: "Mi hanno tagliato fuori dalle ultime stagioni di GOT"

Il Trono di Spade, una delle serie più di successo degli ultimi tempi, ancora oggi non smette di far discutere i fan. La contestata stagione finale rappresenta tutt'oggi un tasto dolente per molti ammiratori, convinti che la serie avrebbe meritato una conclusione migliore, in linea con gli episodi iniziali e centrali. Nel corso di un'intervista con il New York Times, George R.R. Martin, l'autore della saga letteraria fantasy Cronache del ghiaccio e del fuoco da cui Il Trono di Spade prende ispirazione, è intervenuto sulla questione. Ha rivelato, senza tanti giri di parole, di non essere stato interpellato dagli showrunner David Benioff e  Daniel Weiss già dalla quinta stagione:

Dalle stagioni 5, 6 e certamente 7 e 8, io ero praticamente fuori dal giro.

Sto cercando altri articoli per te...