Il Signore degli Anelli, l'attore è in tutti i film e nella serie

Autore: Francesca Musolino ,
Copertina di Il Signore degli Anelli, l'attore è in tutti i film e nella serie

Non è una novità che nel mondo dello spettacolo alcuni attori vengano impiegati per interpretare più ruoli in un unico film o episodio oppure in generale nel franchising che riguarda il titolo in questione. Generalmente si tratta di comparse o di stuntman che essendo meno noti rispetto ai protagonisti principali, possono diventare più versatili coprendo diversi ruoli grazie anche al trucco di scena. Tra questi professionisti del settore c'è anche Jed Brophy, attore neozelandese che ha preso parte a più di una pellicola del regista Peter Jackson, tra cui le saghe cinematografiche de Il Signore degli Anelli e di Lo Hobbit. 

La carriera di Jed Brophy

Il primo ingaggio che Jed Brophy ha ottenuto da Peter Jackson, è stato nel film del 1994 Creature del cielo, che ha visto il debutto cinematografico di Kate Winslet e Melanie Lynskey. Compiaciuto dalla performance di Brophy, il regista ha deciso di continuare la collaborazione introducendo l'attore anche nei suoi futuri lavori. 

Advertisement
Advertisement
  • Il Signore degli Anelli - La Compagnia dell'Anello: nel primo film dedicato ai romanzi di J.R.R. Tolkien, Jed Brophy ha interpretato uno Spettro degli Anelli, i cosiddetti Nazgûl. Noti anche come Cavalieri Neri o Cavalieri Alati, sono esseri sospesi tra il mondo dei vivi e quello dei morti, che vengono sottomessi dall'Oscuro Signore Sauron. In tal caso il ruolo di Brophy non è stato accreditato.
  • Il Signore degli Anelli - Le due torri: nel secondo capitolo de Il Signore degli Anelli, Brohphy si è alternato nell'interpretazione di due diversi Orchi. Nel primo caso si tratta di Sharku, il capitano degli Orchi cavalcalupi; nel secondo caso, si tratta di Snaga autore della nota frase "Sì! Perché non possiamo avere carne? Perché non loro? Eh? Sono freschi!", nel momento in cui propone ai compagni di mangiare degli Hobbit.
  • Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re: anche in questo film Brohphy ha interpretato nuovamente un Orco.
  • Lo Hobbit: in tutti e tre i film della trilogia, Jed Brophy ha interpretato il Nano Nori, personaggio del Popolo di Durin presente durante il periodo della Terza Era. 
  • Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere: dopo tutti i suoi precedenti ruoli, Jed Brophy ritorna anche nella nuova serie TV Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere dove interpreta il personaggio di Vrath. Si tratta di uno degli Orchi che fa parte del campo di lavoro in cui nel terzo episodio è stato imprigionato l'Elfo Arondir; entrambi sono nuovi personaggi introdotti per la serie TV.

Nella trilogia de Il Signore degni Anelli inoltre, Brophy ha interpretato anche un Elfo e un cavaliere. Mentre ne Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re, Sadwyn il figlio dell'attore, ha recitato nel ruolo del piccolo Eldarion; il figlio di Aragorn e Arwen apparso in una visione di quest'ultima mentre si dirige verso i Porti Grigi. Sadwyn sempre nello stesso film e in quello de Le due torri, ha anche recitato nelle vesti di un piccolo Orco.

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere è disponibile su Prime Video come riporta la guida con tutte le uscite di Prime Video.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il Signore degli Anelli, quando Tolkien Jr definì "filmetti" quelli di Peter Jackson

Ecco qual è il pensiero del figlio dell'autore J.R.R. Tolkien per quel che riguarda la saga cinematografica de Il Signore degli Anelli.
Autore: Agnese Rodari ,
Il Signore degli Anelli, quando Tolkien Jr definì "filmetti" quelli di Peter Jackson

Nell’estate del 2012 Christopher Tolkien, figlio del famoso J.R.R. Tolkien nonché celebre autore della saga di libri de Il Signore degli Anelli, espresse in un’intervista su Le Monde la sua opinione non molto positiva a riguardo della trasposizione cinematografica dei tre film de Il Signore degli Anelli, scritti e diretti da Peter Jackson.

Hanno sviscerato i libri, rendendoli dei filmetti d’azione per ragazzi dai 15 ai 25 anni. E ho sentito che con Lo Hobbit avverrà la stessa cosa. Un tale grado di commercializzazione riduce al nulla il significato filosofico che era presente nella creazione di mio padre. Tolkien è diventato un mostro, consumato dalla sua popolarità e assorbito dall'assurdità di questi nuovi tempi. A questo punto, mi resta solo una soluzione: voltare la testa dall’altra parte.

Sto cercando altri articoli per te...