Jungle Cruise, tutti gli easter egg del film e i riferimenti all'attrazione Disney da cui è ispirato

Autore: Elisa Giudici ,
Disney+
3' 40''
Copertina di Jungle Cruise, tutti gli easter egg del film e i riferimenti all'attrazione Disney da cui è ispirato

Alla base di Jungle Cruise, il nuovo film Disney con protagonisti Emily Blunt e Dwayne Johnson, non c'è né un libro né un film, bensì uno spunto più particolare. Jungle Cruise infatti è il nome di una longeva attrazione dei parchi divertimento tematici della Casa del Topo. Nata 66 anni fa, Jungle Cruise propone ai visitatori un viaggio fluviale attraverso le ricostruzioni di grandi fiumi dei continenti africano, sudamericano e asiatico, con un'atmosfera che richiama la Gran Bretagna coloniale di fine Ottocento. 

Ambientazione ed epoca storica vengono riprese dal film. Il personaggio di Emily Blunt, Lily, è una botanica che si reca in Amazzonia alla ricerca di un leggendario albero magico in grado di curare ogni malattia e sciogliere ogni maledizione. Insieme al fratello McGregor finirà per noleggiare la barca di Frankie (Dwayne Johnson), un barcaiolo truffaldino che non esita ad imbrogliare i ricchi turistici occidentali per guadagnare qualche soldo extra con cui riparare la sua barca, La Quila (nome della divinità locale della luna). 

Advertisement

Jungle Cruise Jungle Cruise Londra, 1916: dopo aver rubato una preziosa punta di freccia a una società di geografi, la botanica Lily Houghton parte con il fratello MacGregor alla volta della foresta amazzonica per ... Apri scheda

L'avventura amazzonica di Lily, McGregor e Frankie è creata da zero, ma all'interno della stessa ci sono molti occhiolini e riferimenti all'attrazione Disney, riservati a quanti hanno avuto la fortuna di sperimentarla in prima persona. Ecco dove sono nascosti nella pellicola

La cascata da dietro

Spoiler alert! Click to reveal Il riferimento più evidente dall'attrazione Jungle Cruise è presente nella lunga sequenza iniziale che vede Frankie portare un gruppo di turisti inglesi in una gita guidata sul fiume, subito prima dei titoli iniziali. A un certo punto Frankie taglia una fune che, attraverso un complesso sistema di chiuse e canali, dà vita a una cascatella artificiale d'acqua. Il barcaiolo la chiama entusiasticamente "l'ottava meraviglia del mondo" ed esorta i poco convinti turisti a fotografarla. 
Disney
Frankie e Lily discutono sul motore malfunzionante
il design della barca di Frankie del film è lontano da quello delle imbarcazioni utilizzate in Jungle Cruise
Nell'attrazione presente nei parchi Disney la sezione amazzonica del giro fluviale Jungle Cruise si apre proprio con le Schweitzer Falls e le barche passano dietro una cascata artificiale d'acqua, presentata proprio come l'ottava meraviglia del mondo. 

L'ippopotamo e gli animali "sbagliati" 

Spoiler alert! Click to reveal La differenza più rilevante tra l'attrazione e il film è che la prima riunisce varie ambientazioni fluviali da più continenti, mentre il film si focalizza solo sul Rio delle Amazzoni. Per omaggiare l'intera ambientazione dell'attrazione - dove i turisti risalgono il Nilo e il fiume Giallo, circondati da una vegetazione che richiama quella tropicale e una serie di pupazzi audio-animatronici dedicati alle fiere selvaggi che vivono nel corso dei fiumi - Frankie cita alcuni animali "sbagliati", che non abitano il continente sudamericano. L'errore più evidente è quello degli elefanti, seguiti poi a ruota dai boa e dagli ippopotami. Quando una bambina nel gruppo fa notare che questi animali non vivono in Amazzonia, Frankie le fa l'occhiolino. Alcune riproduzioni degli stessi sono protagoniste dell'attrazione Jungle Cruise, a cui la sceneggiatura fa probabilmente riferimento diretto. Nelle fasi successive del film Frankie prepara una cena a base di piranha a Lily e McGregor: i famelici pesci sono protagonisti di un passaggio del tratto amazzonico della giostra. 
Disney
Il dietro le quinte di una scena di Jungle Cruise
Il molo da cui parte la barca di Frankie ricorda un po' l'anticamera iniziale di Jungle Cruise, dove i visitatori attendono in fila
L'approdo con le barche di Nilo, appartenenti alla Nilo Jungle Navigation Company, ricorda per ambientazioni ed epoca storica (inizio Novecento) l'anticamera dell'attrazione Jungle Cruise, il tratto iniziale dove i visitatori attendono in coda prima di poter salire sulle imbarcazioni che effettuano il giro fluviale. 

Jungle Cruise arriverà nei cinema italiani dal 28 luglio e sarà disponibile dal 30 luglio 2021 in streaming su Disney+ con Accesso VIP.

Jungle Cruise è una storia vera?

No, il film è basato su un'attrazione omonima del parco di divertimenti di Disneyland.

Advertisement

Cosa ha ispirato il film Jungle Cruise?

Il film è liberamente ispirato a una delle attrazioni più longeve dei parchi tematici Disney, un giro fluviale in ambientazioni tropicali noto proprio con il nome di Jungle Cruise.

Ci sono riferimenti all'attrazione Jungle Cruise nel film Disney?

Sì, il film contiene dei piccoli easter egg:

  • La cascata da dietro, "l'ottava meraviglia del mondo", è presente anche nel tratto amazzonico dell'attrazione.
  • Frankie cita ai turisti inglesi una serie di animali che non vivono nel continente sudamericano ma che sono presenti nel tratto africano e asiatico dell'attrazione, come elefanti e ippopotami.
  • Il molo dove sono ormeggiate le barche di Nilo ricorda la zona d'attesa in cui i visitatori fanno la fila in attesa di accedere all'attrazione.
  • L'ambientazione d'inizio Novecento del film nel periodo coloniale inglese è ispirata a quella dell'attrazione, in cui i visitatori sono accolti come turisti inglesi nelle colonie selvagge, intorno agli anni '30 del Novecento.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

La Mummia: 7 film simili alla saga con Brendan Fraser e Rachel Weisz

Avventura, mitologia, personaggi carismatici e umorismo sono alcune delle caratteristiche, che hanno contribuito al successo della saga de La Mummia. Difficile ripetere la sua formula, ma ci sono comunque alcuni film da guardare se ne hai nostalgia.
Autore: Elena Arrisico ,
La Mummia: 7 film simili alla saga con Brendan Fraser e Rachel Weisz

Non è un segreto che ci siano tantissimi action movie in circolazione - praticamente da sempre - ma è innegabile che la saga de #La Mummia (The Mummy) abbia una marcia più, essendo riuscita a unire l’azione alla commedia, all’avventura e all’horror e avendo dato vita a personaggi che sono entrati nel cuore degli spettatori.

Le avventure di Rick O’Connell (Brendan Fraser) ed Evelyn Carnahan (Rachel Weisz) hanno inizio nel 1923 a Il Cairo, spostandosi nella leggendaria città di Hamunaptra nel 1290 a.C. quando comincia la maledizione legata al custode dei morti Imhotep (Arnold Vosloo).

Sto cercando altri articoli per te...