La teoria che collega Hayward al ritorno di Ultron in WandaVision

Autore: Martina Barone ,
Disney+
3' 21''
Copertina di La teoria che collega Hayward al ritorno di Ultron in WandaVision

Più le puntate di #WandaVision vanno avanti, più le teorie attorno alla serie rilasciata settimanalmente su Disney+ si infittiscono. Arrivati quasi alle battute finali del primo prodotto seriale Marvel, che apre la Fase 4 del MCU, sembra che ci aspetti ancora l’arrivo di uno o più personaggi inaspettati. 

Non è infatti bastato il colpo di scena dell’arrivo di Pietro nella quinta puntata della serie, non interpretato come in #Avengers: Age of Ultron da Aaron Taylor-Johnson, bensì dall'Evan Peters del filone cinematografico degli X-Men della Fox. Questa apparizione, tra l'altro, fa interrogare su chi è realmente Pietro in WandaVision: il gemello di Wanda arrivato, forse, dal multiverso oppure un impostore dietro cui si nasconde un cattivo come Mephisto o, addirittura, Loki

Advertisement

WandaVision WandaVision Wanda Maximoff e Visione, due esseri dotati di superpoteri che conducono una tranquilla vita di periferia, iniziano a sospettare che niente sia come sembra. Apri scheda

Mentre ci si arrovella, dunque, su chi è il vero villain e chi controlla la realtà di WandaVision, ecco giungere un’ulteriore ipotesi, che vorrebbe il ritorno nella serie di un nemico degli Avengers. Si tratta niente meno che di Ultron, androide ideato da Tony Stark con fini pacifici per la Terra, il quale si è rivoltato contro il suo creatore fino a voler distruggere l’intera razza umana. 

Ultron è il motivo per cui J.A.R.V.I.S. evolve, nel cinecomic Avengers: Age of Ultron, nel personaggio Visione, interpretato da Paul Bettany. È perciò chiaro che tra i due ci sia un filo che li unisce inevitabilmente e che potrebbe essere il punto di collegamento necessario per porre fine alla prigionia dei cittadini di WestView.

Marvel Studios
Hayward e Ultron collegati in WandaVision
L'androide Ultron

L’ipotesi del ritorno di Ultron è alquanto bizzarra, ma alcuni fan sui social credono che l’androide sia davanti agli occhi degli spettatori già da diverse puntate. La teoria è diventata virale grazie al tweet di un utente che ha suggerito il ritorno di Ultron in una maniera, si direbbe, poco tradizionale. Ultron potrebbe cioè essersi "travestito", e il personaggio più accreditato per questo mascheramento è il direttore della S.W.O.R.D. Tyler Hayward, interpretato da John Stamberg

Nella storia del personaggio di Ultron c’è già un precedente simile. Nella serie animata #Avengers Assemble di Disney XD, il villain assume infatti forma umana per combattere i Vendicatori.

Hayward è tra i personaggi più determinati a fermare Wanda e il suo intento principale sembra proprio quello di recuperare il corpo in vibranio di Visione. 

Advertisement

Advertisement

L’ossessione nel voler recuperare il corpo di Visione potrebbe derivare in ogni caso dalla possibilità di ricavarne delle armi per la difesa del pianeta. L'agenzia S.W.O.R.D., qualunque sia il vero ruolo del direttore Hayward, ha comunque l’obbligo di recuperare il corpo dell’Avenger in quanto potenziale minaccia per l’umanità.

Bisogna inoltre considerare che Visione contiene in sé un potere enorme e che, in WandaVision, non è cosciente della propria morte, visto che non ha ricordo degli eventi di #Avengers: Infinity War. Da questo trauma potrebbe scaturire una reazione incontrollata, soprattutto se dovesse succedere qualcosa a Wanda e alla loro famiglia. 

Marvel Studios
Il collegamento tra Hayward e Ultron in WandaVision
Il direttore della S.W.O.R.D. Tyler Hayward

Al contempo però, se Tyler Hayward fosse davvero Ultron, l'obiettivo del personaggio potrebbe essere quello di finalmente congiungersi con il tessuto sintetico in vibranio ideato dalla dottoressa Helen Cho, e avere così un nuovo corpo.

Dopo i traumi subiti, lo stesso destino e la stessa prospettiva per la Terra di Ultron potrebbero diventare quelli di Visione, di cui potremmo ritrovarci una versione malvagia.

La possibilità che Visione, in qualche modo, diventi nemico degli Avengers offrirebbe, sicuramente, un nuovo cattivo di valore al MCU dopo Thanos. I supereroi, infatti, sono legati alla versione originaria di Visione e potrebbero finire per scontrarsi con un ormai ex Avenger pronto a distruggerli. 

Advertisement

Per scoprire la verità non ci resta, quindi, che guardare le puntate finali di WandaVision, rilasciate ogni venerdì sulla piattaforma di Disney+.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Perché le serie Marvel hanno episodi sempre più brevi?

Scopri perché le serie TV Disney+ Marvel Studios durano sempre meno come per esempio l'ultima She-Hulk: Attorney at Law.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Perché le serie Marvel hanno episodi sempre più brevi?

Cosa si nasconde davvero dietro la durata degli episodi delle serie TV Marvel? Perché sono sempre più brevi? Ebbene, non c'è una spiegazione ufficiale ma certamente esistono delle supposizioni decisamente plausibili, che possono farci arrivare a una conclusione piuttosto convincente.

La prima cosa da mettere in luce sono i fatti. L'ultima serie Marvel Studios disponibile sul servizio streaming Disney+, ovvero She-Hulk: Attorney at Law, è giunta al suo quarto episodio (uscito proprio per il Disney+ Day) e il suo episodio con la durata maggiore è il primo. Questo ha una lunghezza nominale di 38 minuti ma di fatto si conclude al suo 30esimo minuto con ben 8 minuti di titoli di coda e 32 secondi dedicati alla post-credit chiamata ufficialmente "tag". Facendo una breve panoramica, il secondo episodio ha una durata segnata di 31 minuti ma in questo tempo bisogna considerare 1 minuto e 46 secondi di riepilogo iniziale, che comprende anche l'intro Marvel Studios, più 7 minuti e mezzo di titoli di coda. La tag questa volta ha una durata di 31 secondi. Insomma il secondo episodio ha una durata effettiva di soli 22 minuti e 55 secondi.

Sto cercando altri articoli per te...