Oscar noms 2021: tutte le nomination in una corsa all'Oscar senza grandi favoriti (e con tre candidati italiani)

Autore: Elisa Giudici ,
Copertina di Oscar noms 2021: tutte le nomination in una corsa all'Oscar senza grandi favoriti (e con tre candidati italiani)

C'è aria di cambiamento (moderato) anche all'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l'istituzione che ogni anno assegna i premi Oscar. Complice un'annata molto particolare e con i cinema chiusi per la maggior parte del tempo, le nomination per la 93esima edizione della notte degli Oscar hanno riservato davvero tante sorprese. In breve: non c'è un film favorito, tanti titoli "di nicchia" conquistano candidature importanti, i nominati caucasici diminuiscono e ci sono ben 3 candidature italiane (tra cui quella molto attesa di Laura Pausini).

A presentare le cinquine finaliste in diretta mondiale sono stati l'attrice Priyanka Chopra e il marito Nick Jonas (una coppia nella vita era necessaria per le procedure di quarantena), in diretta streaming globale da Londra. 

Advertisement

Nessun grande favorito

A guidare la corsa alle statuette è Mank, come da previsioni, con le sue 10 nomination. L'esito dei Golden Globes ha già però mostrato come sia un gigante con i piedi d'argilla e dovrà guardarsi dalla concorrenza agguerrita di ben 6 film che rastrellano ciascuno 6 nomination (alcune davvero pesantissime): The Father, Judas and the Black Messiah, Minari, Nomadland, Sound of Metal e Il processo ai Chicago 7. Attenzione però a Una donna promettente, che segue con quattro nomination pesantissime: regia, sceneggiatura, miglior film e miglior attrice protagonista.

Un risultato notevole considerando che Emerald Fennell è un'esordiente. Per la prima volta nel 2021, due donne entrano nella cinquina registica: lei e la vincitrice del Leone d'Oro Chloé Zhao. Molto più rilevante del passato la diversità etnica degli interpreti: nelle categorie attoriali troviamo tanti attori afroamericani ma anche alcuni interpreti di origine asiatica (Steven Yeun e Yuh-Jung Youn) e un'attrice europea, la bulgara Maria Bakalova.

Academy Awards
Il poster della cerimonia 2021
Il poster coloratissimo della cerimonia numero 93

Tre candidature all'Italia

Laura Pausini ce l'ha fatta: anche lei è in corsa per un Oscar alla miglior canzone, grazie alla canzone Io Sì (Seen) di cui è interprete, tratta dal film La vita davanti a sé. Il brano le ha già fruttato una vittoria ai Golden Globes. Niente da fare invece per il documentario Notturno di Gianfranco Rosi, ma ecco che a sorpresa un altro film italiano raccoglie due candidature: il Pinocchio diretto da Matteo Garrone. Si tratta di due nomination alle maestranze per i migliori costumi e le miglior acconciature e trucco, ma dimostra come il cinema italiano e i suoi artigiani siano molto apprezzati a livello internazionale. 

Sapremo chi porterà a casa le statuette il 25 aprile 2021, per la cerimonia degli Oscar più avanzata nell'annata (praticamente a primavera inoltrata) della storia. 

Oscar 2021, tutte le nomination

Miglior Film

  • The Father
  • Judas and the Black Messiah
  • Mank
  • Minari
  • Nomandland
  • Una donna promettente
  • Sound of Metal
  • Il processo ai Chicago 7

Miglior Regia

  • Thomas Vinterberg, Un altro giro
  • David Fincher, Mank
  • Lee Isaac Chung, Minari
  • Nomadland, Chloé Zhao
  • Emerald Fennel, Una donna promettente

Una donna promettente Una donna promettente Cassie è una donna giovane, divertente e affascinante, che sembra avere avuto tutto dalla vita. Tuttavia, senza amici, ancora a casa con i genitori e con un lavoro che non ... Apri scheda

Advertisement

Miglior Attore Protagonista

  • Riz Ahmed, Sound of Metal
  • Chadwick Boseman, Ma Reiney's Black Bottom
  • Anthony Hopkins, The Father
  • Gary Oldman, Mank
  • Stephen Yeun, Minari

Miglior Attrice Protagonista

  • Viola Davis, Ma Rainey’s Black Bottom
  • Andra Day, The United States vs. Billie Holiday
  • Vanessa Kirby, Pieces of a Woman
  • Francis McDormand, Nomadland
  • Carey Mulligan, Una donna promettente

Nomadland Nomadland Empire, stato del Nevada. Nel 1988 la fabbrica presso cui Fern e suo marito Bo hanno lavorato tutta la vita ha chiuso i battenti, lasciando i dipendenti letteralmente per strada. ... Apri scheda

Miglior Attore non Protagonista

  • Sacha Baron Cohen, Borat - Seguito di film cinema 
  • Daniel Kaluuya, Judas and the Black Messiah
  • Leslie Odom Jr, Quella notte a Miami
  • Paul Raci, Sound of Metal
  • Lakeith Stanfield, Judas and the Black Messiah

Miglior Attrice Non Protagonista

  • Maria Bakalova, Borat - Seguito di film cinema 
  • Glenn Close, Elegia americana 
  • Olivia Colman, The Father
  • Amanda Seyfried, Mank
  • Yuh-Jung Youn, Minari

Judas and the Black Messiah Judas and the Black Messiah A Chicago, verso le fine degli anni Sessanta, il criminale minorenne Bill O'Neal accetta di fare l'informatore per l'FBI dopo il suo arresto. Infiltrato da un agente nell'influente Black Panther ... Apri scheda

Advertisement

Miglior Sceneggiatura Originale

  • Judas and the Black Messiah 
  • Minari
  • Una donna promettente
  • Sound of Metal
  • Il processo ai Chicago 7

Miglior Sceneggiatura Non Originale

  • Borat - Seguito di film cinema 
  • The Father
  • Nomadland
  • One Night in Miami...
  • The White Tiger

Quella notte a Miami... Quella notte a Miami... All'indomani della sconfitta inflitta a Sonny Liston nel 1964, il giovane pugile Cassius Clay incontra Malcolm X, Sam Cooke e Jim Brown. Durante il corso della serata, finiranno per cambiare ... Apri scheda

Miglior Film Internazionale

  • Bosnia and Herzegovina - Quo Vadis, Aida?
  • Danimarca - Un altro giro
  • Hong Kong - Better Days
  • Romania - Collective
  • Tunisia - The Man Who Sold His Skin

Miglior Lungometraggio Animato

  • Onward
  • Over the Moon
  • A Shaun Sheep Movie: Farmageddon
  • Soul
  • Wolfwalkers

Wolfwalkers - Il popolo dei lupi Wolfwalkers - Il popolo dei lupi Un’apprendista cacciatrice si reca in Irlanda con suo padre per eliminare gli ultimi, temuti, esemplari di lupo. Ma tutto cambia quando fa amicizia con un’altra giovane, uno spirito libero di ... Apri scheda

Miglior Documentario

  • Collective
  • Crip Camp
  • The Mole Agent
  • My Octopus Teacher
  • Time

Miglior Fotografia

  • Judas and the Black Messiah
  • Mank
  • Notizie dal mondo
  • Nomadland
  • Il processo ai Chicago 7

Il processo ai Chicago 7 Il processo ai Chicago 7 Quella che doveva essere una manifestazione pacifica alla convention del partito democratico statunitense del 1968 si trasforma in una serie di scontri violenti con la polizia e la Guardia nazionale. ... Apri scheda

Miglior Montaggio

  • The Father
  • Nomadland
  • Una donna promettente
  • Sound of Metal
  • Il processo ai Chicago 7

Migliori Scenografie

  • The Father
  • Ma Rainey's Black Bottom
  • Mank
  • Notizie dal mondo 
  • Tenet 

Migliori Costumi

  • Emma.
  • Ma Rainey's Black Bottom
  • Mank
  • Mulan
  • Pinocchio

Pinocchio Pinocchio Geppetto, un vecchio intagliatore, riceve un pezzo di legno perfetto per il suo prossimo progetto: un burattino. Una volta terminata l'opera, accade qualcosa di magico: il burattino prende vita e ... Apri scheda

Miglior Sonoro

  • Greyhound
  • Mank
  • Notizie dal mondo
  • Soul
  • Sound of Metal

Miglior Trucco e acconciature

  • Emma.
  • Elegia americana
  • Ma Rainey’s Black Bottom
  • Mank
  • Pinocchio

Emma. Emma. Bella, intelligente e ricca, Emma Woodhouse non ha rivali nella sua assonnata cittadina in quanto a irrequietezza. Tra le differenze sociali e le difficoltà del divenire adulta, Emma sarà fuorviata ... Apri scheda

Migliori Effetti speciali

  • Love and Monsters
  • The Midnight Sky
  • Mulan
  • The One and Only Ivan
  • Tenet

Miglior colonna sonora

  • Da 5 Bloods
  • Mank
  • Minari
  • Notizie dal mondo
  • Soul

Mank Mank La Hollywood degli anni '30 è rivalutata attraverso gli occhi e la graffiante ironia dello sceneggiatore alcolista Herman J. Mankiewicz mentre termina "Quarto potere". Apri scheda

Advertisement

Miglior canzone originale

  • “Fight For You” - Judas and the Black Messiah
  • “Hear My Voice” - Il processo ai Chicago 7
  • “lo Sì (Seen)” - La vita davanti a sé
  • “Husavik” - Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga
  • “Speak Now” - Quella notte a Miami

Miglior cortometraggio animato 

  • Burrow
  • Genius Loci
  • If Anything Happens I Love You
  • Opera
  • Yes-People

Miglior cortometraggio - documentario

  • Colette
  • A Concerto Is a Conversation
  • Do Not Split
  • Hunger Ward
  • A Love Song for Latasha 

Miglior cortometraggio 

  • Feeling Through
  • The Letter Room
  • The Present
  • Two Distant Strangers
  • White Eye 

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Perché Frances McDormand ha ululato come un lupo agli Oscar 2021?

Nomadland ha lasciato il segno alla cerimonia degli Oscar 2021. Per le 3 statuette vinte, sicuramente. Ma anche per il selvaggio ululato lanciato da Frances McDormand. Il bizzarro comportamento è stato un toccante tributo a una persona scomparsa.
Autore: Silvia Artana ,
Perché Frances McDormand ha ululato come un lupo agli Oscar 2021?

Gli Oscar 2021 hanno proposto agli spettatori una cerimonia decisamente diversa dal solito. La pandemia ha riscritto il copione della serata più glamour (e attesa) del mondo del cinema, ma le emozioni non sono mancate. E neppure i momenti "bizzarri".

Daniel Kaluuya che ha parlato dei suoi genitori che facevano sesso (provocando un epocale imbarazzo alla mamma e alla sorella sedute tra il selezionatissimo pubblico) e Glenn Close che ha ballato Da Butt si sono contesi fino all'ultimo il primato dell'episodio più strano e memorabile dell'edizione, ma Frances McDormand li ha battuti (per così dire) sul filo di lana. Alla fine del (serissimo) discorso di accettazione dell'Oscar per il Miglior film a Nomadland, l'attrice ha ululato come un lupo, lasciando a bocca aperta i presenti e gli spettatori a casa (trovate la scena nel video di seguito):

Sto cercando altri articoli per te...