Stranger Things, Come fa Will a usare le luci per contattare Joyce?

Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Copertina di Stranger Things, Come fa Will a usare le luci per contattare Joyce?

Nella prima stagione di Stranger Things, serie esclusiva Netflix, tutta la storia ha origine dalla misteriosa sparizione di Will. Nel primo episodio, intitolato La scomparsa di Will Byers, il ragazzo dopo una normale serata con gli amici Mike, Lucas e Dustin, si avvia verso casa in bicicletta verso casa. La mattina seguente però, Will non è nel suo letto, e questo desta grandissima preoccupazione in sua madre, Joyce. Il giovane protagonista è sparito, e nessuno riesce a trovarlo, nonostante le numerose ricerche.

Il pubblico scopre nel secondo episodio, dal titolo La stramba di Maple Street, che Will è finito nel Sottosopra, ossia un'altra dimensione dall'atmosfera cupa e inquietante. Fortunatamente il giovane riesce a comunicare in qualche modo con sua madre, rendendo riconoscibile la sua voce al telefono ma anche controllando le luci della casa. Infatti, nel terzo episodio della prima stagione, dal titolo Luci natalizie, Joyce si rende conto che suo figlio può accendere e spegnere le lampadine che si trovano a casa Byers. Questo accade senza che il ragazzo, ancora disperso, sia in casa, come se a manovrare le luci fosse il suo fantasma o una versione invisibile. La donna allora decide di usare le luci di Natale, attribuendo una lettera dell'alfabeto a ogni lucina. In questo modo, la madre di Will crea un sistema che permette al figlio di comunicare con lei, accendendo una dopo l'altra le luci che corrispondono alle lettere della frase che vuole "scrivere" alla madre Joyce.

Netflix
Stranger Things | Stagione 1 | Joyce tiene in mano le luci di Natale
Joyce comunica con il figlio Will utilizzando le luci di Natale

Nella quarta stagione di Stranger Things, alcune scene permettono di capire meglio come sia stato possibile per Will influenzare le luci a casa di sua madre, riuscendo ad accenderle e spegnerle, pur trovandosi in una dimensione differente. Nel settimo episodio della stagione 4, intitolato Il massacro del laboratorio di Hawkins, un gruppo formato da Nancy, Steve, Eddie e Robin riesce a entrare nel Sottosopra grazie a un varco dimensionale. Qui i ragazzi scoprono che il Sottosopra rappresenta una versione oscura della loro cittadina, Hawkins

I quattro amici raggiungono la casa di Nancy, dove riescono a sentire i discorsi che stanno facendo nella stessa casa Dustin, Lucas ed Erica, ma nella dimensione originaria. Cercando un modo per comunicare con Dustin e gli altri, Steve e Nancy scoprono che avvicinandosi alle luci riescono ad accenderle, e questo ha un effetto sui lampadari corrispondenti nella dimensione in cui si trova Dustin, causando alterazioni della luminosità delle luci.

Advertisement
Netflix
Stranger Things | Stagione 4 | Nancy Eddie Steve e Robin scoprono come utilizzare le luci nel Sottosopra
Nancy, Eddie, Steve e Robin scoprono come utilizzare le luci nel Sottosopra

Dunque è proprio questo il modo attraverso cui Will è riuscito a parlare con sua madre nella prima stagione, grazie alle luci di Natale che Joyce aveva messo sul muro, assegnando una lettera diversa a ogni lucina sul filo. Will poteva sentire sua madre Joyce quando si trovava nella casa corrispondente nel Sottosopra, e quando Joyce diceva a voce alta le lettere assegnate alle lucine che Will stava toccando, il ragazzo poteva memorizzarle e seguire l'alfabeto per formare frasi di senso compiuto.

Come fa Will ad andare nel Sottosopra?

Come scritto precedentemente, nella prima stagione di Stranger Things Will scompare dopo avere passato una serata in compagnia degli amici Lucas, Mike e Dustin. Non scompare di sua volontà: Will è stato rapito da una creatura spaventosa, che lo ha trascinato nel Sottosopra.

Netflix
Stranger Things | Stagione 1 | Will subito prima di essere rapito
Will subito prima di essere rapito dal Demogorgone

Non si vede il momento del passaggio alla dimensione oscura, ma successivamente vengono mostrati in vari episodi una serie di varchi tra la dimensione terrestre e quella del Sottosopra, che i Demogorgoni utilizzano per passare tra i due mondi. Nell'ottavo episodio della prima stagione, dal titolo Il Sottosopra, Joyce e lo sceriffo Hopper attraversano un varco per cercare Will.
Netflix
Stranger Things | Stagione 1 | Joyce e Hopper attraversano il varco per entrare nel Sottosopra
Joyce e Hopper attraversano il varco per entrare nel Sottosopra

Quando si trova nel Sottosopra Will passa la maggior parte del tempo a nascondersi, terrorizzato dalle terribili creature che infestano il luogo. Fortunatamente, Will è molto bravo a nascondersi, come dice spesso sue madre Joyce. Solo nell'ottavo episodio della prima stagione, che abbiamo citato precedentemente, Will viene ritrovato da Joyce insieme allo sceriffo Hopper, e i due riescono a salvarlo e a riportarlo nella sua realtà di origine.

Chi ha portato Will nel Sottosopra?

Quando Will viene rapito, nel primo episodio della prima stagione della serie Netflix Stranger Things, il responsabile è una creatura davvero orrenda: il Demogorgone. Questo nome viene assegnato al terribile essere mostruoso da Dustin e i suoi amici, prendendolo in prestito dal gioco di ruolo Dungeons & Dragons.
Il Demogorgone nel mondo di Stranger Things è una creatura mostruosa, molto violenta e molto forte, che attacca per uccidere. Ha il viso che si apre come un fiore a 5 punte mostrando una lunga fila di denti acuminati e una bocca enorme.

Netflix
Il demogorgone in attacco in una scena di Stranger Things
Il Demogorgone in posizione di attacco

Dopo quattro stagioni e sei anni intercorsi, gli spettatori hanno potuto scoprire il meccanismo preciso delle luci di Natale, svelando così uno dei misteri della serie Netflix Stranger Things. Purtroppo nuove preoccupazioni attendono gli intrepidi protagonisti, che nel finale della stagione 4 si trovano in una situazione molto difficile: il Sottosopra sta cominciando a invadere il mondo reale. L'invasione del mondo reale orchestrata da Vecna porterà alla trama della stagione 5 di Stranger Things, che dovrebbe essere uno dei nemici principali

Stranger Things sarà una delle serie presentate all'evento streaming Netflix TUDUM 2022, il 24 settembre.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Il triangolo amoroso di Stranger Things si risolverà nella stagione 5?

Scopri cosa ha dichiarato Maya Hawke a proposito del famoso triangolo amoroso tra Steve, Nancy e Jonathan nella serie Stranger Things.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Il triangolo amoroso di Stranger Things si risolverà nella stagione 5?

L'attrice Maya Hawke, interprete di Stranger Things nel ruolo di Robin, ha rilasciato una dichiarazione sul triangolo amoroso tra Nancy, Steve e Jonathan. L'attrice ha dichiarato che il suo personaggio non ha alcun dubbio sul fare il tifo per uno dei due ragazzi, a causa di un forte senso di lealtà che lega Robin a uno dei suoi amici.

Come forse molti avranno già immaginato, Maya Hawke si riferisce a Steve Harrington, l'intraprendente giovane che ha dimostrato il suo eroismo in tante occasioni nel corso della serie. Nella prima stagione Steve è fidanzato con Nancy Wheeler, una delle protagoniste di Stranger Things e sorella maggiore di Mike. La loro relazione però si dissolve, soprattutto per via di Nancy, che è profondamente turbata dalla morte della sua amica Barbara. Indagando sulla scomparsa della sua amica, Nancy ha modo di legare sempre di più con Jonathan Byers, fratello di Will.

Sto cercando altri articoli per te...