Star Wars: L'ascesa di Skywalker, è Leia che insegnerà a Rey come essere un Jedi

Durante la conferenza stampa dell'Episodio 9, in arrivo il 18 dicembre, è emersa questa indiscrezione: sarà Leia Organa a mostrare a Rey la via della Forza.

Disney / Lucasfilm Daisy Ridley e Carrie Fisher in una scena del film Star Wars: L'ascesa di Skywalker

Si avvicina l'uscita nelle sale di tutto il mondo di Star Wars: L'ascesa di Skywalker, il nono e ultimo Episodio della "Skywalker Saga". Dal vero nome di Lando Calrissian al passato di Finn, sono tantissime le indiscrezioni che si susseguono nelle settimane che precedono l'uscita del film, prevista in Italia il 18 dicembre 2019. Tra queste, ce n'è una che ha sorpreso i fan del franchise: con Luke Skywalker diventato Fantasma di Forza, sarà Leia Organa ad insegnerà a Rey come essere un Jedi. La notizia è stata lanciata dal sito Screen Rant ed è stata confermata su Twitter dall'utente Isa Skywalker, che ha postato un particolare del costume della Generale fotografato nel corso della conferenza stampa brasiliana in vista del panel Lucasfilm al CCXP, il Comic-Con Experience di Sao Paulo.

L'indicazione che si legge (oltre al nome del costumista Michael Kaplan) è abbastanza precisa.

Il Generale Leia Organa continua a guidare l'eroica Resistenza, ricostruendo una forza di combattimento dopo aver subito costose battute d'arresto. Leia addestra anche Rey sulla via della Forza, per la galassia che ha ancora bisogno di un Jedi.

Come già emerso dal trailer finale, Carrie Fisher apparirà grazie all'uso della CGI e agli 8 minuti di girato non finiti nel montaggio finale dell'Episodio 7, Il risveglio della Forza. In un'intervista al Late Show di Stephen Colbert, il regista J.J. Abrams ha già spiegato che l'attrice, scomparsa nel 2016 all'età di 60 anni, sarebbe tornata in un ruolo-chiave per l'epilogo della saga.

Sapevamo che non c'era modo di finire la Skywalker Saga senza Leia: era impossibile. Sapevamo che non avremmo mai voluto rendere Leia un personaggio digitale, e naturalmente non potevamo fare un recast. Così mi sono ricordato che avevamo queste scene che avevamo girato per Il risveglio della Forza e che non avevamo mai usato. All'epoca ero davvero sconvolto dal fatto che non li stessimo usando perché si trattava di Carrie e Leia, come fai a non usarli? La verità è che non funzionava nel film.

Soltanto in un secondo momento Abrams si è reso conto che quel footage si sarebbe rivelato ideale per L'ascesa di Skywalker. Il motivo? Quel materiale racconta alla perfezione la storia personale di Organa in questo film.

Ogni volta che vedrete Leia in scena con altri personaggi, sarà come vedere Carrie. Non riesco ancora a credere che se ne sia andata perché abbiamo lavorato su queste scene al montaggio e lei è lì come chiunque altro. È davvero incredibile.

L'affetto che ha legato Fisher e Abrams è testimoniato nel libro The Princess Diarist, l'autobiografia pubblicata dall'attrice cinque settimane prima della morte. Nei ringraziamenti, Carrie cita proprio J.J. "per avermi sopportato due volte". Un'eredità che il regista ha voluto inserire nel capitolo finale di questa straordinaria avventura.

Leggi anche

      Cerca