Quentin Tarantino conquista Sky: i film da non perdere dall'1 al 10 maggio

Sony Pictures Margot Robbie in una scena del film C'era una volta a... Hollywood

Sky Cinema lancia C'era una volta a... Hollywood e per l'occasione rispolvera una collection di titoli dedicata al regista di Torrance: ecco il calendario ufficiale.

Non c'è niente di meglio che una gustosa maratona a base di Quentin Tarantino per consumare le ultime ore di isolamento domestico che precedono la fatidica Fase 2 e, si spera, il ritorno ad una parvenza di normalità.

Ci pensa Sky a servire questo cocktail con la programmazione speciale Tarantino Mania: dieci titoli complessivi che arrivano dall'1 al 10 maggio 2020 per accompagnare il debutto in prima TV di C'era una volta a... Hollywood, disponibile da venerdì primo maggio, alle 21.15 su Sky Cinema Due e alle 21.45 su Sky Cinema e anche on demand e in streaming su NOW TV.

La full immersion lungo la carriera del regista di Torrance è una collezione che spazia dagli esordi ai film paralleli, come quelli sceneggiati e interpretati (ma non diretti) da Tarantino. Ecco l'elenco completo di ciò che vedremo su Sky Cinema Collection (canale 303):

C'era una volta a... Hollywood

Tarantino cambia il corso degli eventi con il cinema nella sua opera-fiume dedicata al massacro di Cielo Drive. Al centro della vicenda, oltre la Sharon Tate di Margot Robbie, ci sono però Rick Dalton e Cliff Booth, due dei migliori personaggi partoriti dalla fantasia del regista. Accolto con entusiasmo da critica e pubblico, il film ha vinto due Oscar, quello a Brad Pitt come miglior attore non protagonista e quello per la migliore scenografia, oltre al Golden Globe per la miglior sceneggiatura.

Pulp Fiction

Il film che ha fatto la storia e ha cambiato il modo di fare ed intendere il cinema degli anni '90. Dalla Palma d'oro vinta a Cannes all'Oscar per la miglior sceneggiatura originale, il dedalo di azione, citazioni, dialoghi e personaggi indimenticabili messo a punto da Tarantino è impeccabile. Una visione ancora più gustosa immaginando quello che ha rivelato di recente Michael Madsen, ovvero che c'era in piedi la pazza idea (purtroppo mai realizzata) di fare un film prequel sui fratelli Vega.

Kill Bill - Volume 1

Il revenge movie sulla spietata Beatrix Kiddo di Uma Thurman. La sposa (in nero, come quella di Truffaut) è diventata un altro personaggio iconico entrato nell'immaginario collettivo, complici la mitica tuta gialla (quella che Bruce Lee usò per le riprese dell'incompiuto L'ultimo combattimento di Chen) e la forgiatura della spada del leggendario Hattori Hanzō. La colonna sonora da urlo, a partire da Nancy Sinatra e il suo immortale singolo Bang Bang (My Baby Shot Me Down), fa il resto.

Kill Bill - Volume 2

Dopo un primo episodio "pulp", arriva il secondo più dolce, libero e doloroso. Dal massacro ai Due Pini, ripercorriamo l'addestramento della Sposa e i crudeli insegnamenti del maestro Pai Mei (Gordon Liu) fino al corpo a corpo con la cattivissima Elle Driver (Daryl Hannah) e al faccia a faccia con Bill che conduce all'inevitabile epilogo: il monologo di David Carradine su Clark Kent e "il costume che Superman indossa per mimetizzarsi tra noi" è quanto di più toccante scritto da Quentin.  

The Hateful Eight

Dopo Django Unchained, Tarantino gira un altro western, stavolta nel periodo successivo alla guerra civile americana e rinchiuso negli spazi stretti di una diligenza e di un emporio. Come nei migliori western televisivi che hanno segnato la sua adolescenza, il regista compie un raffinatissimo prodigio teorico, che racconta la storia di un'intera nazione tra le pareti di una singola stanza. Nel ricco cast, strappa applausi Jennifer Jason Leigh.

Jackie Brown

Incompreso all'epoca dell'uscita, il terzo lungometraggio di Tarantino è un omaggio alla blaxploitation e regala a Pam Grier un ruolo memorabile. Ma nel cast spiccano anche un inedito Robert De Niro e un dolcissimo Robert Forster. Da rivedere pure perché è l'unico film non originale diretto da Tarantino: la sceneggiatura è tratta dal romanzo noir Punch al rum di Elmore Leonard.

Four Rooms

Dopo il successo di Pulp Fiction, Tarantino dirige Motherhood (il penultimo episodio della prima stagione di E.R. - Medici in prima linea: un delirio splatter da recuperare assolutamente), produce il violentissimo Killing Zoe di Roger Avary, interpreta un paio di film (tra cui Desperado dell'amico Robert Rodriguez) e gira l'episodio L'uomo di Hollywood di Four Rooms. Un film antologico non proprio imperdibile, ma da ricordare soprattutto per il suo bizzarro adattamento di Man from the South di Roald Dahl, in cui Chester Rush (Tarantino) e i suoi amici ubriachi Norman (Paul Calderón) e Leo (Bruce Willis) fanno una scommessa dall'esito sorprendente.

Poster Four Rooms
Sky Go
FILM

Four Rooms

1995
  • Genere: Commedia, Crime
  • Regia: Allison Anders, Alexandre Rockwell, Robert Rodriguez, Quentin Tarantino
  • Sceneggiatura: Allison Anders, Alexandre Rockwell, Robert Rodriguez, Quentin Tarantino
  • Cast: Tim Roth, Jennifer Beals, Antonio Banderas, Valeria Golino, David Proval guarda tutto il cast

Dal tramonto all'alba

Il cult movie di Robert Rodriguez (proposto a Michele Soavi e rifiutato dal regista perché ritenuto impossibile da girare) frulla horror vampirico, commedia, pulp e road movie. Tarantino è lo psicopatico Richard Gecko, fratello di Seth (George Clooney) e sulla strada verso il Messico con la famiglia del predicatore Jacob (Harvey Keitel) in ostaggio. La sosta al Titty Twister per incontrare i complici che li aiuteranno nella fuga si trasformerà in un incubo. Quentin sceneggia dribblando i generi e affidando a Juliette Lewis e Salma Hayek due parti eccezionali.

Sin City

Il film tratto dal fumetto di Frank Miller è diretto ancora una volta da Robert Rodriguez: Quentin Tarantino si ritaglia il ruolo di "special guest director" nella scena in macchina di Jackie Boy (Benicio del Toro) nell'episodio Un'abbuffata di morte. Un omaggio affettuoso e stracult a Warren Oates e al capolavoro Voglio la testa di Garcia di Sam Peckinpah. Si dice che Quentin abbia girato accettando il compenso simbolico di un dollaro, restituendo il favore all'amico Robert, che aveva composto alcune musiche di Kill Bill per la stessa cifra.

La ciliegina sulla torta della collection Tarantino Mania è lo speciale Conversazione con Quentin Tarantino, un documentario esclusivo nel quale il regista racconta il suo 1969, le stragi della Manson Family e il tramonto della controcultura hippie.

L'intervista rivela la genesi di C'era una volta a... Hollywood, il lavoro con Leonardo DiCaprio e Brad Pitt e un aspetto inedito e privato di Quentin: l'incontro con la modella e cantante Daniela Pick, sposata nel dicembre del 2018 e diventata lo scorso 22 febbraio mamma del loro primo figlio, Leo.

Leggi anche

      Cerca