Suicide Squad non è stato mai pensato come un film vietato ai minori

Warner Bros./DC Un'immagine di Joker da Suicide Squad

Il regista David Ayer ha spiegato che il 'suo' Suicide Squad del 2016 non è mai stato concepito come un film ultra violento (o con scene di sesso).

Suicide Squad, il film del 2016 diretto da David Ayer è stato penso come il primo, vero cinecomic incentrato sui super villain dell'universo DC. La pellicola non rispecchierebbe però la visione originale del regista, visto e considerato che la versione uscita nelle sale è stata in larga parte rimaneggiata da Warner Bros..

Da diversi mesi - specie dopo l'annuncio della Snyder Cut di Justice League - i fan spingono affinché una Ayer Cut di Suicide Squad venga distribuita su HBO Max, proprio come l'avventura di Superman, Batman e soci, nonostante al momento non vi sia alcuna conferma ufficiale al riguardo. 

Ora, però, è lo stesso Ayer a confermare via Twitter che il suo film non è mai stato pensato per essere R-rated negli USA (ossia vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto), smentendo in particolare una voce di corridoio che dava quasi per certa una scena di sesso tra Joker e Harley Quinn, poi omessa dal montaggio finale.

[Suicide Squad] Non è mai stato pensato per essere vietato ai minori, e non riesco a immaginare una scena meno appropriata [relativamente alla presunta sequenza erotica tra Joker e Harley, n.d.R.]. Il pubblico di riferimento principale dei cinecomic sono i bambini.

Ayer ha poi aggiunto nuovi dettagli circa la sua visione originale, incluse alcune sequenze con il Joker di Leto:

Nel mio montaggio la prima sequenza vede June Moon che scopre e libera Incantatrice nella giungla. La scena successiva è invece una versione estesa dell’assalto ad Arkham da parte degli uomini di Joker, che poi fa l’elettroshock su Harley. C’erano anche più sequenze all'interno del club, oltre a un litigio fra Harley e Joker nella sua auto.

Crollano così in parte le speranze di vedere una Ayer Cut di Suicide Squad vietata ai minori, magari non "edulcorata" dai vari tagli messi in atto dalla produzione (una delle cause principali delle varie stroncature arrivate ai tempi da parte della stampa specializzata).

A maggio 2020 Ayer aveva inoltre parlato del fallimento del progetto, confessando di essersi realmente dispiaciuto per Leto e per la sorte toccata al suo Joker, cancellato senza pietà dal DC Extended Universe.

Il personaggio è stato infatti escluso anche da Birds of Prey - e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, il secondo cinecomic con Margot Robbie nei panni di Harleen Quinzel, oltre al fatto che anche l'interpretazione di Joaquin Phoenix nel Joker di Todd Phillips (vincitore di ben due premi Oscar) ha del tutto cancellato il Clown Principe del Crimine di Leto dalla mente degli spettatori.

Ricordiamo in ogni caso che la cosiddetta "squadra suicida" tornerà nei cinema nel 2021 in The Suicide Squad di James Gunn, vero e proprio soft-reboot del franchise targato Warner Bros. e DC.

Suicide Squad è uscito nei cinema americani il 5 agosto 2016, mentre in Italia ha visto la luce nelle sale il 13 agosto dello stesso anno.

Nel cast troviamo Viola Davis (Amanda Waller), Adam Beach (Slipknot), Karen Fukuhara (Katana), Jai Courtney (Captain Boomerang), Cara Delevingne (Incantatrice), Joel Kinnaman (Rick Flag), Margot Robbie (Harley Quinn), Will Smith (Deadshot), Adewale Akinnuoye-Agbaje (Killer Croc), Jay Hernandez (El Diablo) e infine Jared Leto (Joker).

Via: CBM

      Cerca