David Ayer torna a difendere (con il cuore spezzato) il Joker di Leto

Autore: Marcello Paolillo ,
Copertina di David Ayer torna a difendere (con il cuore spezzato) il Joker di Leto

Suicide Squad, il film del 2016 dedicato alla celebre squadra di antieroi dei fumetti DC Comics, non è stato purtroppo il successo sperato.

Il regista David Ayer è ora tornato a parlare del fallimento del progetto, confessando di essere realmente rattristato per Jared Leto e per la sorte toccata al "suo" Joker, brutalmente cancellato dal DC Extended Universe (vuoi anche per l'incredibile successo da parte di critica e pubblico per l'interpretazione di Joaquin Phoenix, nel successivo standalone dedicato al Clown Principe del Crimine di Gotham City).

Advertisement

Con un post pubblicato attraverso il suo profilo Twitter ufficiale (via Heroic Hollywood), Ayer ha infatti rivelato al pubblico di avere "il cuore spezzato" per quanto accaduto con il Joker di Leto:

La costruzione di un personaggio è un rischio davvero grande, gli attori si muovono sul filo del rasoio. Ho tratto ispirazione dai fumetti DC. Trovo incredibile che se ne parli ancora dopo 5 anni. Ho il cuore spezzato per Jared, ha fatto un lavoro magnifico che non vedrà più nessuno.

La storia vuole che i tagli imposti da Warner Bros. in fase di post-produzione abbiano del tutto sacrificato l'interpretazione di Leto in Suicide Squad, relegando il Joker a semplice personaggio di contorno (nonostante la folle love story con Harley Quinn sia una delle parti meglio riuscite del lungometraggio). Questo avrebbe vanificato gran parte degli sforzi fatti dall'attore, visto che numerose scene girate nei panni del villain di Gotham sarebbero state cestinate (e che, a quanto pare, non vedremo mai).

Advertisement

Difficile, per non dire impossibile, riuscire quindi a rivedere Leto nei panni del Joker, incluso il fatto che il nuovo The Suicide Squad di James Gunn (che fungerà da vero e proprio riavvio per la serie) non prevede in alcun modo la presenza del Clown di Gotham.

Inoltre, il personaggio è stato brutalmente escluso anche da Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn), il cinecomic tutto al femminile che vede nuovamente Margot Robbie nei panni della ex dottoressa Harleen Quinzel, accompagnata da Mary Elizabeth Winstead (Helena Bertinelli/Cacciatrice), Jurnee Smollett-Bell (Dinah Lance/Black Canary) ed Ella Jay Basco (Cassandra Cain).

Suicide Squad Suicide Squad Un ente governativo segreto, gestito da Amanda Waller e chiamato Argus, crea una task force composta da super criminali. A loro vengono assegnati compiti pericolosi da portare a termine in ... Apri scheda

Jared Leto non ha tuttavia rinunciato ad apparire in un cinecomic (questa volta prodotto da Marvel e Sony), visto che sarà il protagonista di Morbius, il film diretto da Daniel Espinosa su una sceneggiatura firmata da Burk Sharpless e Matt Sazama, dedicato a uno dei villain più celebri dell'universo di Spider-Man. La pellicola è prevista nelle sale americane il 19 marzo 2021 (inizialmente attesa per il 31 luglio 2020 e successivamente rinviata a causa della pandemia di coronavirus).

Nel cast del film di Espinosa troveremo anche Matt Smith, Adria Arjona, Jared Harris, Al Madrigal e Tyrese Gibson.

Advertisement

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Batman: tutti i film della saga (e l’ordine in cui guardarli)

Un eroe interpretato nelle maniere più diverse, ora tormentato e sfuggente, ora psichedelico e vivace: è tempo di rivivere tutte le avventure cinematografiche del cavaliere oscuro.
Autore: Francesco Ursino ,
Batman: tutti i film della saga (e l’ordine in cui guardarli)

Batman, ovvero l’uomo pipistrello, il cavaliere oscuro, o più semplicemente Bruce Thomas Patrick Wayne. Un'icona del mondo dei fumetti da cui anche il cinema non riesce mai a stare troppo lontano: finito un uomo pipistrello, se ne fa un altro.

La sua leggeva comincia su un'uscita cartacea nel 1939: l'Uomo Pipistrello debutta sul numero 27 della rivista Detective Comics, dopo essere stato ideato dai suoi papà Bob Kane e Bill Finger. L'essere "il più grande detective al mondo" è quindi un tratto caratteristico e distintivo del personaggio sin dai suoi esordi, che solo nella sua incarnazione del 2022 si è diventato centrale anche al cinema.

Sto cercando altri articoli per te...