Justice League, Lois Lane è la chiave di tutto...ed è incinta? Gli indizi nascosti nella Snyder's Cut

Lois Lane potrebbe essere incinta nella Snyder's Cut di Justice League: alcuni cambiamenti apportati dal regista alla versione originale e una battuta rivelatrice suggeriscono chiaramente questa interpretazione.

Warner Bros Lois Lane

Lois Lane è la chiave di tutto e forse è anche incinta: è questo uno dei cambiamenti più sostanziali apportati da Zack Snyder nella nuova versione della Justice League, riveduta e corretta dal regista a partire dal lavoro svolto da Joss Whedon nel 2017, con l'aggiunta di numerose scene extra

Sebbene non venga mai detto chiaramente, gli indizi in merito non mancano di certo e non sono nemmeno troppo nascosti. D'altronde che Lois Lane sia diventata suo malgrado un personaggio chiave nel futuro alternativo dell'universo DC immaginato da Snyder (e a attualmente non ufficiale nella continuity cinematografica DC) è cosa certa. Tutto il sogno di Bruce Wayne a fine film illustra chiaramente come da Lois Lane dipenda l'equilibrio mentale di Kal-el e, in ultima istanza, il futuro stesso dell'umanità. Se Flash si è preso la briga "d'infrangere la regola" per tornare indietro nel tempo ad avvertire Bruce, un motivo ci sarà. 

Zack Snyder non ha fatto mistero di pensare al personaggio di Lois Lane come possibile interesse amoroso per Batman nelle dichiarazioni delle scorse settimane, ma senza aver visto il film è stato facile derubricare le sue dichiarazioni come una sorta di boutade promozionale. Ora che invece abbiamo visto il suo cut, sappiamo quanto Lois sia cruciale già nel presente. È lei a riscuotere Clark, facendolo tornare in sé stesso dopo che ha perso la memoria, dopo essere morto e risoro. Il tutto con l'aiuto di una visitina di Martian Manhunter, che risolleva la vedova dal stato di torpore e apatia in cui sembra caduta. 

Una Lois che sta chiusa in casa, senza fare la giornalista, che esce solo per andare al memoriale di Superman...è un vedova affranta o una madre preoccupata? Nel film ci sono parecchi indizi che sembrano suggerire la seconda ipotesi. 

Il test di gravidanza

Lois Lane conserva nel cassetto una scatola contenente un test di gravidanza. Niente di strano per una donna in una relazione amorosa, anche se di recente colpita da un lutto. Al cinema e nei cinecomics però nulla sembra succedere per caso, per cui è quantomeno sospetta l'insistenza con cui Snyder inquadra l'oggetto in questione. Anche il contesto in cui viene mostrato è interessante. Lois si sveglia nel cuore della notte e accarezza il cuscino vuoto di Clark accanto a sé.

Warner BrosIl test di gravidanza nel cassetto di Lois
Il test di gravidanza nel cassetto di Lois Lane

Torniamo al test, a cui Snyder dedica ben due inquadrature. Nella prima lo vediamo sotto il tesserino d'accesso al Daily Planet di Lois, ma quando lei afferra quest'ultimo, la vediamo osservare per qualche secondo proprio il test. 

Qualche tempo prima ha ricevuto la visita della madre di Clark, che l'ha spronata a tornare a lavorare e a ritrovare sé stessa. Poco dopo ci viene mostrato che in realtà è Martian Manhunter ad aver fatto visita alla donna, confermando il ruolo centrale di Lois negli equilibri della Snyder's Cut. 

Warner BrosMartian Manhunter sulle scale
Martian Manhunter appare per la prima volta dopo aver parlato con Lois con le sembianze della madre di Clark

La culla e le congratulazioni di Bruce

Molto più sottile il secondo cambiamento, che però rivela la volontà di Zack Snyder di alludere chiaramente a una gravidanza di Lois Lane, arrivando ad alterare digitalmente le scene girate da Whedon per alludere a un possibile bambino in arrivo. 

A fine film, così come nella versione del 2017, Bruce Wayne aiuta Clark Kent a riappropiarsi della fattoria a Smallville in cui è cresciuto con i genitori. Sua madre aveva dovuto venderla perché non era riuscita a far fronte alle rate della banca e Bruce si è comprato la banca stessa per essere sicuro di poterle restituire la casa. Mentre i due conversano vediamo Martha e Lois indaffarate col trasloco, mentre si voltano e guardano nella direzione dei due uomini.

Warner BrosLa scena del trasloco comparata nell'edizione 2017 e 2021
Perché prendersi la briga di alterare l'immagine se non per suggerire un cambiamento importante?

A parte le correzioni alla palette di colori e il formato della ripresa (Zack Snyder è un grande sperimentatore di formati, anche all'interno dello stesso film), tutto è identico, se non per un piccolo particolare. Nella versione del 2017 Lois regge un generico scatolone, mentre in quella del 2021 una cesta in vimini con una copertina all'interno, più di un'allusione a una culla vecchio stampo. Magari una di Clark, rispolverata per l'occasione. 

Mentre i due uomini risalgono il vialetto e si avvicinano a Lois e Martha, sentiamo Bruce pronunciare una battuta aggiuntiva

Ah, approposito, congratulazioni. 

Si riferisce alla casa che ha appena ricomprato per Superman o al nascituro in arrivo? 

  • Non viene detto esplicitamente, ma nella pellicola ci sono alcuni importanti indizi che suggeriscono che possa essere in attesa di un bambino: 

    • In una scena la regia indugia sul test di gravidanza nel cassetto di Lois.
    • Nella scena del trasloco, Lois regge una culla in vimini, alterata digiltalmente. Nella stessa scena del 2017, aveva uno scatolone.
    • In conclusione della medesima scena, è stata aggiunta una battuta in cui Bruce Wayne si congratula con Clark Kant, senza specificare a che proposito. 
  • Sono principalmente tre, alcuni molto evidenti, uno in particolare abbastanza nascosto: 

    • Il test di gravidanza nel cassetto di Lois.
    • La culla di vimini che Lois regge nella scena del trasloco. È stata aggiunta digiltalmente. Nella stessa scena del 2017, aveva in mano uno scatolone.
    • La battuta in cui Bruce Wayne si congratula con Clark Kant, senza specificare a che proposito. 

Leggi anche

      Cerca