Night Teeth, ci sarà un sequel? Le previsioni e la risposta di Jorge Lendeborg

Il finale aperto dell'horror vampirico, schizzato in vetta alla Top 10 americana di Netflix, fa sperare i fan su una prosecuzione della storia di Benny e Blaire: il protagonista Jorge Lendeborg Jr. ha già le idee chiare.

Kat Marcinowski/Netflix Jorge Lendeborg Jr. e Debby Ryan in una scena del film Night Teeth

Donne bellissime e misteriose, una Los Angeles notturna ultra-glamour, luci al neon, cattive intenzioni e tanto (ma non troppo) sangue. Sono gli ingredienti di Night Teeth, l'horror vampirico di Adam Randall (il regista di I See You) uscito il 20 ottobre su Netflix e subito schizzato in vetta alla Top 10 dei film più popolari negli Stati Uniti, al secondo posto nel mondo dietro soltanto a La battaglia dimenticata.

Lanciato giusto in tempo per Halloween, Night Teeth sfrutta una formula da "Twilight meets Collateral" e il mito intramontabile ma ormai logorato del succhia-sangue, declinandolo nelle modalità del teen-drama ormai tipiche della piattaforma dalla grande N. Nel viaggio al termine della notte del protagonista Benny (Jorge Lendeborg Jr.), Randall e lo sceneggiatore esordiente Brent Dillon compiono quello che tanti vampire movie hanno fatto prima d'ora: aprire alla possibilità di un sequel.

Il finale di Night Teeth

Nella Los Angeles di Night Teeth, i vampiri si confondono tra gli umani. C'è stato un patto di non belligeranza stretto tanto tempo fa e i "pipistrelli" hanno i loro territori di appartenenza, comunità specifiche governate da cinque capi. L'accordo è rotto da Victor (Alfie Allen), un vampiro assetato di potere che incarica la sua donna Zoe (Lucy Fry, già "bloodsucker" Lissa in Vampire Diaries) e la socia Blaire (Debby Ryan) di ripulire la città e riprendersi "tutt' chell che è 'o nuost".

Nel mezzo di questa guerra si ritrova Benny, giovane, timido e ingenuo studente ispanico e aspirante musicista, ancora accasato con la "abuela" (Marlene Forte) e cresciuto dal fratello Jay (Raúl Castillo) dopo la morte dei genitori. È stato proprio Jay, leader dei guardiani della notte che proteggono il mondo dall'apocalisse vampirica e sulle tracce della fidanzata rapita da Victor, a chiedergli di sostituirlo come chauffeur per una notte. Le clienti che deve scarrozzare in giro per locali sono (guarda caso) Zoe e Blaire.

Kat Marcinowski/NetflixJorge Lendeborg Jr. e Lucy Fry in una scena del film Night Teeth
Benny e la provocante vampira Zoe

Preso in ostaggio, Benny scopre presto che Zoe e Blaire sono due pericolose vampire e stanno facendo il giro dei night club della città degli angeli (la colonna sonora elettronica è di Drum & Lace e Ian Hultquist, i brani trap di Kid Daytona, Mez e Cokah) a caccia dei loro simili da sterminare. L'amore, però, va oltre ogni confine e Blaire, preda della nostalgia per la vita umana, finisce per innamorarsi (ricambiata) di Benny.

Il finale del film è piuttosto scontato: quando Victor e Zoe sembrano avere la meglio, Benny e Blaire li uccidono (con l'aiuto di Jay) facendoli carbonizzare alla luce del sole. "Le cose saranno diverse. Tutto il mondo è cambiato e si dovrà scegliere da quale parte stare. Benny, non scordarti da dove vieni", è il monito di Jay al fratello prima che i due prendano strade diverse.

Nella villa di Victor, infatti, Benny è stato morso al collo e vampirizzato. Nelle scene conclusive lo vediamo in biblioteca, intento a scrutare con attenzione la giugulare di una ragazza da ciucciare. Uscito dal college, una coppia di amici – la stessa che lo aveva preso in giro in coda al club – gli domanda perché è sparito da così tanto tempo. Neanche il tempo di rispondere e arriva Blaire a prenderlo. "Adesso devo andare, ma ci vediamo presto. Volete un passaggio?", chiede ai malcapitati sfoggiando un paio di canini aguzzi.

NetflixJorge Lendeborg Jr. nel finale del film Night Teeth
Benny sfoggia i suoi nuovi canini

Ci sarà Night Teeth 2? Cosa sappiamo finora

Benny è diventato un vampiro. Cercherà serenità con Blaire, proverà a portare pace ed equilibrio nel mondo oppure passerà al lato oscuro, sedotto e ammaliato dal potere, fino a scontrarsi col fratello Jay? La carne al fuoco non manca, ma ad oggi non ci sono piani o annunci ufficiali per un sequel di Night Teeth.

In un'intervista concessa a Distractify, Lendeborg si dice entusiasta all'idea di proseguire ed espandere il racconto del film.

Spero che ci sarà un sequel. Cosa succederà nel secondo, forse soltanto un'ulteriore chiusura? Chissà. Penso che debba sicuramente essere un coming-of-age, oltre che un thriller horror. Quindi è tipo: adesso che è più potente, che ha più consapevolezza di ciò che sta accadendo nel mondo, che cosa fa Benny? Cosa farà ora che ha raggiunto la vetta?

Il destino di Night Teeth dipenderà dai suoi risultati, che per adesso lasciano ben sperare. Anche se le recensioni non sono entusiasmanti: i più critici non apprezzano la scarsa originalità della trama, la mancanza di "gore", i cameo sprecati di Megan Fox e Sydney Sweeney e la fiacchezza delle scene d'azione. Si salvano la messa in scena "stilosa" e un cast ben assortito che funziona egregiamente.

Il "tomatometro" di Rotten Tomatoes fa segnare il 38%, mentre nell'audience score del pubblico sale a quota 67. E quel che conta, stando ai parametri di Netflix, è quanti abbonati vedono il film sul servizio. I fan di Night Teeth hanno cominciato il passaparola. Randall, nel frattempo, non se ne sta con le mani in mano: stando a quanto riporta Deadline, il regista è pronto a dirigere il monster movie Curfew per Paramount Players.

Leggi anche

      Cerca