Dune di Denis Villeneuve sarà "scioccante" parola di Oscar Isaac

Autore: Simone Alvaro Segatori ,
Copertina di Dune di Denis Villeneuve sarà "scioccante" parola di Oscar Isaac

Tra poco più di una settimana, Oscar Isaac tornerà sul grande schermo con l'ultimo tassello della saga degli Skywalker riprendendo il ruolo di Poe Dameron, pilota d X-Wing della Resistenza.

L'incursione nel cinema di fantascienza dell'attore però non si ferma a questo e la sua presenza sarà fondamentale anche in quello che Denis Villenueve ha definito uno "Star Wars per adulti" ovvero il suo nuovo film di Dune. Il regista di Blade Runner 2049 ha infatti scelto Isaac come interprete del duca Leto Atreides, il padre del protagonista della vicenda, Paul. 

Advertisement

Disney
Oscar Isaac che interpreta Poe Dameron

Durante una recente intervista, Oscar Isaac ha affermato che il nuovo adattamento del romanzo di Herbert (uscito nell'ormai lontano 1965 e vincitore sia del Premio Nebula che del Premio Hugo) sarà qualcosa di radicalmente differente da quanto visto fino ad ora:

Sarà qualcosa di completamente diverso. Non potevo immaginare nessuno più adatto di Denis per adattare il tono dei romanzi originali di Frank Herbert. Ci sono alcune cose che sono - per mancanza di una parola migliore - un vero incubo... Ci sono elementi davvero brutali. È scioccante. È spaventoso. È molto viscerale.

Parole forti, ma d'altronde Dune è figlio di quella new wave fantascientifica di cui fanno parte anche scrittori come Ellison che in quegli stessi anni curava l'inquietante raccolta di racconti Dangerous Visions (1967) e di registi come Kubrik che nel 1968 ci portava nella sua personale odissea nello spazio.

Sony Pictures Classics
Dune la graphic novel
Il film documentario sul progetto mai realizzato di Dune di Jodorowsky

La fantascienza anni 60 che dà i colori a Dune, quindi, sfida il pubblico attraverso elementi horror e contenuti per adulti e capaci di lasciare il lettore con quella sensazione d'ansia che sale in mezzo al petto. Sul palcoscenico Hollywoodiano, spesso pieno di rifacimenti non all'altezza (chi si ricorda Robocop del 2014?), sentire parole come quelle di Isaac è un vero sollievo.

Stellan Skarsgård, che interpreterà il cattivo del film, il Barone Vladimir Harkonnen, ha annunciato che Dune non sarà uno di quei film volti a soddisfare le logiche produttive dello studio system, ma qualcosa di molto più umano e guidato dal regista e dal cast. E tra gli interpreti di Dune c'è praticamente metà degli habitué dei red carpet: Timothee Chalamet vestirà i panni di Paul Atreides e Rebecca Ferguson quelli di Lady Jessica, rispettivamente figlio e moglie del personaggio di Oscar Isaac.

Advertisement

A fargli compagnia ci saranno anche Zendaya, Dave Bautista (che ha reso unici i primi minuti di Blade Runner 2049), Jason Momoa (che ultimamente vorrebbe fare Wolverine), Josh "Thanos" Brolin, David Dastmalchian, Charlotte Rampling e Javier Bardem.

A questo proposito, Oscar Isaac ha parlato anche del clima che ha instaurato con gli altri attori, con i quali ha creato un vero e proprio nucleo famigliare per andare dritto al cuore dell'emozione.

Advertisement

Nei libri, il duca Leto Atreides è un leader molto rispettato del pianeta Arrakis. Il pianeta però è anche il luogo di estrazione della sostanza più potente dell'universo, La Spezia, capace di allungare la vita di chi ne fa uso. La famiglia Atreides verrà presto minacciata da una guerra per il controllo della Spezia e il Paul di Chalamet sarà costretto a rifugiarsi in una tribù desertica.

Prodotto Consigliato 19€ da Amazon 19.00€ da Fanucci

Il 2020 potrebbe essere quasi considerato come l'anno di Dune: Denis Villeneuve sta già lavorando a un secondo film di Dune, con in programma di adattare il romanzo ad almeno un altro paio di film. Ed è in programma anche una serie TV, chiamata Dune: The Sisterhood, già in lavorazione presso la HBO Max.

Considerando che Dune ha una base letteraria pazzesca che va oltre i 6 libri principali di Herbert, espandendo le sue radici anche in numerosi racconti, il film in uscita potrebbe essere l'inizio di un nuovo franchise di fantascienza.

Per vedere l'inizio di questo ipotetico ciclo, però, dovremmo attendere 18 dicembre 2020, quasi ad un anno di distanza dall'imminente Star Wars: The Rise of Skywalker.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Advertisement
Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Lionsgate+ è il nuovo nome di Starzplay, la piattaforma streaming che propone serie come The Serpent Queen, It's a Sin e Gaslit.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
Starzplay diventa Lionsgate+, cosa cambia?

Il servizio streaming Starzplay cambia nome, con un rebrand comunicato il 28 settembre 2022 in via ufficiale. Il nome scelto è Lionsgate+, che suonerà familiare a una larga fetta di pubblico: Lions Gate infatti è una casa di produzione cinematografica molto famosa, che vanta tra i suoi titoli The Day After Tomorrow, Cena con delitto - Knives Out, Zero Contact, nonché le saghe cinematografiche John Wick, Hunger Games e Twilight. Di seguito, il video con il promo di Lionsgate+:

Lionsgate+ è il nuovo nome del servizio in Europa e America Latina, mentre mantiene il nome Starz nel Nord America e il nome Starzplay Arabia nell'Asia sud-occidentale. Dal 29 settembre il nuovo nome e il nuovo logo saranno visibili agli abbonati di molte nazioni, tra cui l'Italia. Lionsgate+ permette di accedere a una libreria di titoli tra cui i drammi in costume della Royal Collection e serie come il thriller Gaslit, il poliziesco Express e i drammatici The Serpent Queen (di cui si può vedere il trailer) e It's a Sin.

Sto cercando altri articoli per te...