She-Hulk si occuperà anche degli Accordi di Sokovia

Autore: Carrara Manfredi ,
News
2' 32''
Copertina di She-Hulk si occuperà anche degli Accordi di Sokovia

Vi ricordate degli Accordi di Sokovia? Ebbene torneranno nella nuova serie Marvel She-Hulk: Attorney at Law in uscita il 18 agosto 2022 sul servizio streaming Disney+. Se non vi ricordate cosa riguardano e quando sono stati creati, bisogna andare indietro di qualche anno per rinfrescarvi la memoria.

Dopo la rottura dell’organizzazione dello S.H.I.E.L.D. con a capo Nick Fury (agenzia governativa che si è occupata di gestire il gruppo degli Avengers) avvenuta in Captain America: The Winter Soldier, il gruppo di supereroi ha agito indisturbato dando vita a diversi effetti collaterali.

Advertisement

In Captain America: Civil War del 2016 l’uccisione accidentale di alcuni civili a Lagos da parte di Wanda Maximoff è l’episodio che spinge l’ONU ad attuare un piano per regolare le azioni degli Avengers. Il generale Ross propone ai supereroi gli “Accordi di Sokovia” (nome dato per la catastrofe causata dagli stessi durante lo scontro con Ultron proprio nella città di Sokovia) che potevano sancire, con la loro firma, il permesso di agire solo ed esclusivamente con l’autorizzazione delle Nazioni Unite.

In quel momento gli amati eroi si sono divisi con da una parte un gruppo capitanato da Tony Stark/Iron Man, che acconsentiva tale decisione, e dall’altra un gruppo che seguiva le idee di Steve Rogers/Captain America, che non voleva essere usato da un ente governativo senza sapere a cosa andava incontro. Gli Avengers che si sono rifiutati di firmare gli accordi sono diventati fuorilegge, fino all’arrivo della minaccia di Thanos.

Advertisement

Da allora non si hanno più notizie degli Accordi di Sokovia, se non con piccoli accenni come il braccialetto alla caviglia di Scott Lang in Ant-Man and The Wasp o come il generale Ross che ha ricordato a Captain America di essere agli arresti domiciliari in Avengers: Infinity War del 2018 (senza contare il film Black Widow ambientato subito dopo gli eventi di Civil War).

L’ideatrice di She-Hulk: Attorney at Law Jessica Gao, ha confermato a The Direct che nella nuova serie Marvel ci saranno chiarimenti sulle evoluzioni degli Accordi di Sokovia e che si scoprirà cosa sia accaduto da allora.

D’altronde una serie TV con una protagonista come Jennifer Walters, che sarà coinvolta a gestire i problemi legali dei supereroi, non poteva snobbare un evento così importante per il Marvel Cinematic Universe come gli Accordi di Sokovia. Intanto, come è possibile notare dai trailer, l’attrice Tatiana Maslany vive e lavora nel corpo di She-Hulk senza problemi o restrizioni (anche su Tinder). Quindi resta da capire come verranno ritrattati nella serie e se avranno una parte preponderante all’interno della storia.

She-Hulk: Attorney at Law, che presenta anche l’arrivo di una misteriosa astronave aliena, uscirà il 18 agosto 2022 su Disney+.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

Come She-Hulk ha cambiato il Marvel Cinematic Universe

Cosa sta succedendo al Marvel Cinematic Universe? She-Hulk: Attorney at Law sta cambiando per sempre l'MCU inserendo il gene mutante.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Come She-Hulk ha cambiato il Marvel Cinematic Universe

She-Hulk: Attorney at Law è la serie TV live-action che ha portato la cugina di Hulk, Jennifer Walter, per la prima volta sul piccolo schermo. La sua avventura in questa serie dagli episodi brevissimi punta a divertire il pubblico e a intrattenerlo con alcuni siparietti scollegati tra loro. La narrazione orizzontale, ossia la trama che collega tutti gli episodi, è molto labile e si sviluppa a intermittenza, rendendo così lo show in uscita ogni giovedì su Disney+ un simpatico siparietto incentrato sulla vita della sua protagonista She-Hulk. Fino a questo punto She-Hulk: Attorney at Law si può inserire nel comparto delle proposte televisive divertenti e leggere come ne esistono tante altre, ma ciò che la distingue enormemente dalle altre comedy è che è una serie del Marvel Cinematic Universe. Ciò vuol dire che fa parte di un meccanismo con tantissimi ingranaggi, un pregresso storico e un futuro più o meno collegato. Quindi anche la serie più scherzosa dovrebbe mantenere dei paletti di integrita ben piantata nel mondo in cui nasce. She-Hulk: Attorney at Law ha questo profilo?

Il dubbio è sempre più alto dopo il settimo episodio dal titolo Il ritiro, andato in onda il 29 settembre 2022, e il motivo è fondamentalmente uno: il Marvel Cinematic Universe sta diventando un parco divertimenti per persone dotate di poteri. Nel settimo episodio di She-Hulk: Attorney at Law, Jennifer Walters si ritrova bloccata nel ritiro di Emil Blonsky che, dopo l'annuncio del film Thunderbolts nel quale lui è assente, pare non avere davvero un futuro nell'MCU. In questo ritiro spirituale immerso nella natura Jennifer incontra cinque uomini, alcuni dotati di poteri: Demolitore, Man-Bull, Aguila, Porcospino e Saracen. Tutti sono personaggi "leggeri" con un profilo scherzoso. Tra questi pare che Man-Bull abbia assunto una forza sovrumana e un aspetto da uomo-toro, dopo essere stato sottoposto a un esperimento. Aguila così come nei fumetti è un mutante capace di creare scariche elettriche. Demolitore - che nel terzo episodio lo si è visto nel gruppo dei Wrecking Crew - non ha dimostrato di avere nessun potere. Porcospino pare avere solo un costume come nei fumetti, dov'è un nemico di Ant-Man e ha un costume tecnologico molto potente. Saracen dice di essere un vampiro, ma ciò non è stato confermato dallo show, mentre nei fumetti Saracen è un mercenario nemico del Punitore che non combacia con il profilo visto in She-Hulk: Attorney at Law.

Sto cercando altri articoli per te...