Loki: che cosa sappiamo, finora, delle Guerre del Multiverso?

Autore: Stefania Venturetti ,
Disney+
6' 12''
Copertina di Loki: che cosa sappiamo, finora, delle Guerre del Multiverso?

Ci aspettavamo di scoprire di più sul Multiverso Marvel grazie a What If...?, Spider-Man: No Way Home, e Doctor Strange 2. E invece Loki ha battuto tutti sul tempo, presentandoci prima la misteriosa TVA e poi portandoci nella Cittadella alla fine del Tempo. È qui che, nel finale di stagione della serie, Colui che rimane ha svelato che una grande guerra si profila all'orizzonte del MCU.

È ancora presto per sapere come i titoli della cosiddetta Fase 4 (quella delle produzioni Marvel da WandaVision in poi) sarà toccata dal concetto di realtà e timeline alternative. Intanto, però, possiamo ricostruire che cosa sappiamo finora della prossima Guerra del Multiverso, che forse è già stata combattuta.

Advertisement

La Guerra del Multiverso

La scoperta del Multiverso

Così come accade nei fumetti, anche nel MCU sembra che gran parte degli eventi che sconvolgono l'universo siano destinati ad aver origine sulla Terra. Per la precisione, questa volta parliamo della Terra del trentunesimo secolo, luogo e tempo di provenienza di Colui che rimane (nei fumetti, lo conosciamo anche col nome di Nathaniel Richards).

Come lui stesso racconta a Loki e Sylvie, Colui che rimane era uno scienziato che, grazie alle sue abilità, riuscì a scoprire un modo per viaggiare tra mondi diversi. In queste realtà, altre versioni di lui che gli somigliavano in modi più o meno marcati (cioè le sue Varianti) avevano fatto la stessa scoperta.

Disney/Marvel Studios

Colui che rimane scopre altri universi
La scoperta di Colui che rimane nel racconto a Loki e Sylvie

Colui che rimane iniziò a collaborare con gli altri sé stesso, orgoglioso del loro lavoro. All'inizio, tutto sembrò andare per il meglio: ci furono grandi scambi di conoscenza e tecnologia, e il Multiverso ne beneficiò su larga scala, progredendo velocemente.

Lo scoppio della guerra

Non tutte le versioni di Colui che rimane erano animate da nobili intenzioni. Era questione di tempo perché, tra le altre, emergessero delle Varianti con idee diverse su come utilizzare la tecnologia a loro disposizione: conquistare nuovi mondi.

La pace tra le diverse realtà del Multiverso ebbe fine, sostituita da una guerra combattuta da molteplici - anzi, quasi infinite - fazioni. Ciascuna variante aveva solo uno scopo: annientare tutte le altre realtà, così da assicurare la sopravvivenza del proprio mondo d'origine.

Fu quasi la fine "di tutto e di tutti". Ma, inaspettatamente, Colui che rimane fece una nuova scoperta. Incontrò un essere che aveva preso vita grazie agli squarci creati nella realtà: Alioth, una creatura capace di consumare non solo lo spazio, ma anche il tempo stesso.

Disney/Marvel Studios

Colui che rimane scopre l'esistenza di Alioth
Colui che rimane scopre l'esitenza di Alioth e lo asserve ai suoi scopi

Advertisement

L'origine della Sacra Linea Temporale

Colui che rimane non svela a Sylvie e Loki in che modo sia riuscito a domarlo, ma Alioth divenne presto la sua arma più potente: una che utilizzò per distruggere tutte le realtà troppo divergenti dalla propria. 

È così che ebbe origine la Sacra Linea Temporale: una versione del tempo e dello spazio dove le altre varianti di Colui che rimane non avrebbero potuto apparire e, di conseguenza, dare il via a una nuova guerra del Multiverso. Fu per preservarla e così mantenere "l'armonia cosmica" che la Time Variance Authority venne creata - ed è per questo che i mondi ritenuti divergenti vengono spediti nel Vuoto alla Fine del Tempo per essere divorati da Alioth.

Il prologo di una nuova guerra

Nell'ultimo episodio di Loki abbiamo scoperto che la Sacra Linea Temporale è in realtà un flusso circolare: uno dove Colui che rimane ha vissuto per tantissimo tempo ("eoni", dice senza iperboli).

La Sacra Linea Temporale mostrata da Colui che RImane
La Sacra Linea Temporale non è una linea, ma un cerchio

Con la sua morte per mano di Sylvie, alla fine del tempo, il contenuto di questo cerchio viene danneggiato. La Sacra Linea Temporale non viene propriamente distrutta; al contrario, inizia a germogliare, dando origine ad altre realtà, alcune delle quali si dividono solo per poi rincontrarsi in punti diversi. È il chaos più assoluto, e nemmeno la TVA (che in teoria esiste fuori dallo spazio e dal tempo) rimane immune al cambiamento.

Quando Loki si ricongiunge a Mobius e B-15, questi ultimi non hanno idea di chi sia: si sono dimenticati di lui, o forse non l'hanno mai incontrato. E anche la loro Time Variance Authority è diversa: è guidata da una versione di Colui che rimane (forse il temibile Kang il Conquistatore), invece che dai falsi Custodi del Tempo. Sono tutte prove che Colui che rimane non stava mentendo, almeno su un punto: con la sua morte, le sue varianti sarebbero tornate ad esistere, e una nuova guerra del Multiverso sarebbe iniziata.

Advertisement

Cosa sappiamo della Seconda Guerra del Multiverso?

La "forma" della Sacra Linea Temporale suggerisce che gli eventi del MCU abbiano luogo in un loop temporale, dove ogni cosa si ripete e solo la TVA, il Vuoto e della Cittadella si trovano al di fuori del nostro concetto di tempo.

Colui che rimane stesso, oltre a confessare che è stanco di un incarico che sta portando avanti "da moltissimo tempo", suggerisce che non è la prima volta che tenta di affidare a qualcun altro la sua corona. Sa già cosa accadrebbe se le due Varianti Loki decidessero di ucciderlo, e tutto porterebbe di nuovo a lui seduto sul suo trono, nella Cittadella, ancora più stanco di prima.

È anche possibile, quindi, che la guerra del Multiverso già vinta da Colui che Rimane sia quella che, dal punto di vista di Loki e di Sylvie (e quello dello spettatore), si sta profilando all'orizzonte. In altre parole, la prima e la seconda Guerra del Multiverso potrebbero essere lo stesso conflitto, ovvero quello a cui Sylvie ha dato il via nel finale di stagione di Loki uccidendo Colui che rimane.

Disney/Marvel Studios

Mobius e B-15 assistono alla creazione del nuovo Multiverso
La nascita del nuovo Multiverso

Il vero scopo di Colui che rimane (e, in futuro di Loki) sarebbe quindi quello di spezzare il loop, in modo da impedire a un nuovo ciclo di iniziare e di dare il via per l'ennesima volta alla Guerra del Multiverso.

Cosa aspettarsi nei prossimi film e serie Disney+

Al netto delle teorie dei fan, per ora, di concreto abbiamo solo due informazioni su come evolveranno le cose nel MCU.

Prima: Jonathan Majors tornerà a interpretare una variante di Colui che rimane (Si dovrebbe trattare di Kang il Conquistatore) in #Ant-Man & The Wasp: Quantumania, in uscita a febbraio 2023.

Seconda: l'11 agosto su Disney+ uscirà la serie animata #What If...?, che esplorerà per l'appunto universi alternativi e ci farà conoscere versioni diverse dei personaggi Marvel finora protagonisti del MCU. Una seconda stagione è già in lavorazione e, di recente, Tom Hiddleston ha affermato che What If...? aiuterà a gettare le basi per alcune storie della Fase 4.

What If...? What If...? Dopo gli eventi di Loki, il multiverso cade nella follia, mostrando degli universi in cui alcuni dei più importanti momenti del Marvel Cinematic Universe si svolgono in maniera differente... Apri scheda

Oltre a Loki, tra i grandi protagonisti di questa storyline dedicata al Multiverso dovrebbero esserci Wanda Maximoff e Stephen Strange.

Per quanto a Wanda Maximoff, il suo nuovo ruolo di Scarlet Witch è direttamente collegato agli eventi Nexus "che generano nuove linee temporali".

Strange, dal canto suo, non è nuovo al concetto di Multiverso: l'Antico gliene aveva parlato già durante il suo addestramento magico, e Mordo l'aveva avvertito che ci sarebbe stato "un prezzo da pagare" per essere ricorso al potere della Gemma del Tempo.

Attenzione Spoiler!
Clicca per leggere il contenuto ;)
Inoltre, Strange apparirà anche in #Spider-Man: No Way Home dove, secondo alcune anticipazioni tradite dal merchandise del film, doterà Peter Parker di speciali equipaggiamenti magici - e dove potrebbe incontrare altre incarnazioni dell'Uomo Ragno e dei suoi villain.

Disney/Marvel Studios

Colui che rimane nella Cittadella alla fine del tempo
Jonathan Majors è Colui che rimane

Aggiungendo al calderone Skrull, Dark Avengers, ed Eterni c'è veramente tantissima carne al fuoco nel mondo Marvel, abbastanza da popolare interi universi.

Rimaniamo in attesa di scoprire di più da What If...?, che ci terrà compagnia su Disney+ da agosto ad ottobre.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Loki 2 cambia sceneggiatore, le parole di Michael Waldron

Lo sceneggiatore di Loki e di Doctor Strange nel Multiverso della Follai Michael Waldron non è più a capo degli sceneggiatori di Loki 2.
Autore: Giuseppe Benincasa ,
Loki 2 cambia sceneggiatore, le parole di Michael Waldron

Michael Waldron non è più il capo degli sceneggiatori della seconda stagione di Loki. Dopo il successo della prima stagione sul Dio dell'Inganno, lo sceneggiatore della serie televisiva animata Rick & Morty ha anche scritto un importante progetto come quello di Doctor Strange nel Multiverso della Follia (che esce oggi 4 maggio nei cinema italiani) e più recentemente Waldron ha parlato della connessione di Doctor Strange 2 e Loki 2 e nulla faceva pensare a un cambio di ruolo.

Il nuovo capo degli sceneggiatori di Loki 2 è Eric Martin che ha lavorato con Waldron sia a Rick & Morty che alla prima stagione di Loki, firmando ben 3 episodi.

Sto cercando altri articoli per te...