The Sandman: una delle storie più belle sarà nella serie, dice Gaiman

Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
News
2' 12''
Copertina di The Sandman: una delle storie più belle sarà nella serie, dice Gaiman

La serie originale Netflix The Sandman ha riscosso successo tra il pubblico della piattaforma streaming, rimanendo al primo posto tra le serie più viste nelle prime due settimane dall'uscita. Anche se Netflix non ha ancora confermato la produzione della seconda stagione, il creatore Neil Gaiman ha svelato quali storie della serie a fumetti Sandman desidera raccontare nelle prossimi stagioni dello show del momento.

Gaiman si è espresso chiaramente, dichiarando:

Advertisement

A Midsummer Night's Dream [traduzione italiana: Sogno di una notte di mezza estate]. Voglio davvero vederlo. Voglio anche vedere Ramadan e mi piace che una delle ragioni per cui voglio vedere Ramadan è che non so come lo realizzeremo. Lo faremo come animazione? Creeremo un modo completamente nuovo di narrare? Come si può indicare che si è dentro una storia e nel mondo di quella storia piuttosto che nella realtà?

 L'amatissimo scrittore e autore Neil Gaiman ha proseguito:

E penso che mi piacerebbe, una che mi emoziona molto raccontare in cui non appare Morfeo, quella che si intitola Hob's Leviathan [traduzione italiana: Il Leviatano di Hob] che è la storia di una scommessa su una grande nave nell'oceano, nel 1905 o 1890 forse, e amerei vedere questa storia realizzata soprattutto perché penso che Hob interpretato da [Ferdinand] Kingsley sia una delle mie cose preferite su schermo. È stata una sorpresa magnifica nell'episodio 6 di The Sandman.

Le storie di Sandman nei fumetti

Il primo titolo a cui l'autore fa riferimento, Sogno di una notte di mezza estate, trae spunto dall'omonima commedia di William Shakespeare scritta intorno al 1595. Nel fumetto se ne ripercorrono le origini e si immagina un intervento di Morfeo stesso su Shakespeare, lo scrittore e poeta che abbiamo già visto comparire nell'episodio 6 di The Sandman. Per i fan del fumetto, si tratta di una delle storie più belle, dunque la notizia farà molto piacere ai lettori che amano l'opera dello scrittore britannico.

Advertisement

Ramadan parla invece di un ricco califfo che regna su Bagdad. Egli interpella Morfeo per chiedergli di usare il suo potere per rendere eterna la città.

Il Leviatano di Hob racconta le avventura di una ragazza che finge di essere maschio per potersi imbarcare e fare il marinaio. A bordo della nave incontra Hob Gadling, l'amico di Sandman che non può morire di cui abbiamo fatto la conoscenza nell'episodio 6 della serie. Gadling ha un'affascinante storia da raccontare alla fanciulla che nasconde l'identità femminile.

Non sappiamo se tutti i desideri di Neil Gaiman saranno realizzati, ma di certo il pubblico aspetta con trepidazione una nuova serie di The Sandman, specialmente dopo l'undicesimo episodio uscito come "bonus" a sorpresa sulla piattaforma Netflix.

Via Comicbook

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

The Sandman 2 fa un passo avanti, ecco le novità

Scopri tutti i dettagli della lavorazione della seconda stagione di The Sandman, la serie di grande successo prodotta da Netflix.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
The Sandman 2 fa un passo avanti, ecco le novità

Il lavoro sulla seconda stagione di The Sandman, la serie originale Netflix ideata da Neil Gaiman, procede in modo notevole, secondo quanto ha dichiarato Ian Markiewicz. Quest'ultimo è il supervisor degli effetti visivi della prima stagione ed è confermato in questo ruolo anche per la seconda. Al momento non si sa ancora se la stagione 2 sarà su Netflix o su un'altra piattaforma streaming.

In un'intervista a Screen Rant Ian Markiewicz ha dichiarato che lo showrunner Allan Heinberg ha lavorato per 20 settimane alla sceneggiatura della nuova stagione di The Sandman, assieme a un gruppo di scrittori. Il team ha lavorato in smart working a causa del COVID-19, a differenza della prima stagione in cui era ancora possibile vedersi fisicamente. Mankiewicz ha dichiarato che l'arco narrativo è pronto ed Heinberg sta al momento apportando solo qualche ritocco alle sceneggiature degli episodi. Il supervisor ha inoltre dichiarato di avere già un appuntamento fissato per pranzo con Heinberg e Jon Gary Steel, scenografo di The Sandman. Durante il pranzo di lavoro, che avverrà intorno ai primi di ottobre 2022, ci sarà anche una sceneggiatura pronta.

Sto cercando altri articoli per te...