The Sandman potrebbe lasciare Netflix, le parole di Neil Gaiman

Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
News
2' 25''
Copertina di The Sandman potrebbe lasciare Netflix, le parole di Neil Gaiman

La serie TV The Sandman è un grande successo della piattaforma streaming Netflix. In un articolo di Forbes viene riportato che la serie è stata al primo posto nella classifica delle più viste in 89 nazioni, ed è rimasta al primo posto per tutti i sette giorni della prima settimana di uscita. Nonostante questi dati, non è ancora sicuro che lo show sarà rinnovato per una seconda stagione. Neil Gaiman, autore e creatore di The Sandman, ha però dichiarato che qualora Netflix non rinnovasse il suo interesse per lo show, porterebbe The Sandman su un'altra piattaforma streaming.

Non è facile comprendere perché una serie di successo possa essere tagliata, ma le ragioni solitamente riguardano il budget. La produzione di The Sandman richiede un investimento economico importante. Secondo Deadline, la prima stagione è costata una media di 15 milioni di dollari a episodio, per un totale che supera i 150 milioni di dollari. Si tratta di una produzione colossale per la piattaforma streaming, che sicuramente si aspetta che l'investimento vada in pareggio e possibilmente superi i costi, portando guadagni per la produzione. Questa valutazione richiede analisi specifiche dagli uffici Netflix, che sono decisive per il rinnovo di The Sandman sulla piattaforma.

Advertisement

Gaiman ha affrontato la questione dal suo profilo ufficiale Twitter, potete leggere cosa ha scritto qui sotto:

Advertisement

La riflessione che pone l'utente @BigTrosMan è: non capisco perché la stagione 2 di The Sandman sia in dubbio. Neil Gaiman ha risposto:

Perché Sandman è uno show veramente costoso. E per farci affidare da Netflix i soldi necessari per fare un'altra stagione dobbiamo ottenere un successo incredibile. Quindi sì, siamo stati la serie migliore in classifica mondiale per le ultime due settimane. Ma potrebbe ancora non essere abbastanza.

L'autore ha risposto anche a un'altra domanda sul suo profilo, posta dall'utente @kapi_ripa. Quest'ultimo ha chiesto: se Netflix non dovesse continuare puoi sempre portare The Sandman su altre piattaforme come Prime, Apple TV, Disney+ o HBO Max? Il tweet di risposta è un semplice sì, a conferma che Gaiman detiene i diritti per cambiare il servizio streaming della sua serie, se necessario.



In un terzo tweet, Neil Gaiman ha dichiarato che Netflix attende di avere i risultati del primo mese di programmazione della serie, per decidere sulla seconda. Quindi ci attendiamo notizie più certe dopo il 5 settembre 2022, quando sarà passato un mese dall'uscita su Netflix di The Sandman. Ecco il post in questione:



Oltre alle riflessioni su una seconda stagione, Gaiman ha anche commentato un eventuale spin-off per The Sandman. Potete scoprire di cosa si tratta leggendo il nostro articolo The Sandman: in arrivo il primo spin-off?
Vi segnaliamo anche i consigli di NoSpoiler per le 25 scene più belle da The Sandman e le 22 frasi più belle da The Sandman.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 10

The Sandman 2 fa un passo avanti, ecco le novità

Scopri tutti i dettagli della lavorazione della seconda stagione di The Sandman, la serie di grande successo prodotta da Netflix.
Autore: Mauro G. Pozzuoli ,
The Sandman 2 fa un passo avanti, ecco le novità

Il lavoro sulla seconda stagione di The Sandman, la serie originale Netflix ideata da Neil Gaiman, procede in modo notevole, secondo quanto ha dichiarato Ian Markiewicz. Quest'ultimo è il supervisor degli effetti visivi della prima stagione ed è confermato in questo ruolo anche per la seconda. Al momento non si sa ancora se la stagione 2 sarà su Netflix o su un'altra piattaforma streaming.

In un'intervista a Screen Rant Ian Markiewicz ha dichiarato che lo showrunner Allan Heinberg ha lavorato per 20 settimane alla sceneggiatura della nuova stagione di The Sandman, assieme a un gruppo di scrittori. Il team ha lavorato in smart working a causa del COVID-19, a differenza della prima stagione in cui era ancora possibile vedersi fisicamente. Mankiewicz ha dichiarato che l'arco narrativo è pronto ed Heinberg sta al momento apportando solo qualche ritocco alle sceneggiature degli episodi. Il supervisor ha inoltre dichiarato di avere già un appuntamento fissato per pranzo con Heinberg e Jon Gary Steel, scenografo di The Sandman. Durante il pranzo di lavoro, che avverrà intorno ai primi di ottobre 2022, ci sarà anche una sceneggiatura pronta.

Sto cercando altri articoli per te...